giovedì 23 luglio 2020

Review Party: “Vieni da me” di Lia Carnevale

Vieni da Me 

di Lia Carnevale
Self
Genere: Erotic-suspense
Data pubblicazione: 22 giugno 2020
Formato: Ebook

Trama

Il destino con Viola non è stato clemente. Abbandonata dai suoi genitori è stata costretta a crescere da sola, tra case famiglie e amicizie sbagliate, tra dolori e piccole gioie Quando finalmente la vita sembra averle dato una seconda possibilità arriva un uomo a intralciarle il percorso.
Niente è come sembra.
Tutto può accadere.
Ogni certezza può crollare e la vita non sarà essere più la stessa.


Attenzione la storia è tratta dal libro precedentemente pubblicato con il titolo Occhi neri.









“L’acqua non ha colore, è ciò che riflette che la tinteggia. L’oscurità la rende buia, la luce la rischiara e le nuvole la ingrigiscono.
Noi siamo il riflesso delle nostre esperienze. Ci colorano, ci emozionano, ci formano.”


Inizio questa recensione con questo estratto perché oltre ad avermi colpito particolarmente, racchiude in poche parole un significato profondo e soprattutto riassume perfettamente il carattere della protagonista di questo libro. Viola è una ragazza che ha avuto una vita molto difficile da affrontare, è cresciuta in orfanotrofio ed ha sbattuto contro a mille ostacoli e rifiuti che l’hanno resa forte ma nello stesso tempo molto debole e diffidente verso chiunque le si avvicini. Troppe volte è stata vittima di delusioni e di porte sbattute in faccia, crescere senza un genitore di sicuro non è semplice, senza una guida sicura, una spalla su cui aggrapparsi o anche semplicemente senza un abbraccio che significhi “non preoccuparti, ci sono io qui con te”. Così è cresciuta Viola e così è diventata capace di affrontare la vita.

Solo la sua migliore amica Anna, conosciuta anche lei in istituto e con la quale ha instaurato un rapporto indelebile e insostituibile, è diventata per lei la sua “famiglia”. Le due vivono assieme in un appartamento di Roma e sono socie di un atelier di moda.

Va tutto a gonfie vele finché non arriva nella sua vita Alessandro, un ragazzo che subito sembra colpire Viola che però è restia nel lasciarsi andare proprio per il suo passato che le ha lasciato un amaro in bocca tale da non voler rischiare di soffrire mai più.

E poi c’è Ruggero che fa parte del suo passato, una parte di vita che lei vorrebbe dimenticare ma che ritorna prepotente a mettere ulteriore confusione alla sua vita.

E Federico, quell'amico anche lui conosciuto in istituto che, condividendo un passato simile, riesce ad essere un bravo consigliere e quella persona di cui Viola si fida.

In diverse occasioni purtroppo scopriremo, a mano a mano che la storia prende forma, che le apparenze a volte ingannano e nulla è come sembra. Segreti e misteri sono presenti di continuo nella storia, come per esempio quel misterioso corteggiatore che invia rose e bigliettini con messaggi in codice che dicono tutto e niente, chi sarà? Cosa vuole ottenere esattamente?

Nel frattempo Viola e Alessandro si lasciano travolgere da una passione che non era prevista da nessuno dei due, soprattutto dal macho cardiologo che è consapevole di essere a conoscenza di un segreto che turberà Viola e cerca in tutti i modi di non svelarglielo, o per lo meno di farlo il più tardi possibile in modo da potersi vivere i momenti più belli con la ragazza che lo ho stregato. Ma non dimentichiamoci di Giada che ha qualcosa di molto importate da dire a Viola, una realtà dura da affrontare e difficile da accettare.

Non mancano scene di paura, di tensione, suspance e per fortuna anche quelle d’amore che fanno da contorno ad una storia che nel complesso mi è piaciuta un sacco.
La scrittura di Lia Carnevale è scorrevole, curata e lineare e lascia la giusta voglia di continuare con la lettura che la rende piacevole.

I personaggi che entrano in scena in questo romanzo sono molti e ognuno ha un suo perché, se devo trovare un’unica mancanza nell'intero testo, forse è solo nel finale dove secondo me manca una chiusura rispetto a qualche personaggio di cui non si capisce bene che fine abbia fatto o come abbia reagito all'intera situazione che si è venuta a creare.

Un epilogo pieno di spiegazioni e conclusioni gettate forse troppo rapidamente mi hanno lasciato qualche “buco”, ma tutto sommato posso consigliare questo libro a tutti perché comunque mi ha lasciato tanto nel cuore e nella mente.

Tutto alla fine torna al posto giusto e giustizia è fatta! Questo è davvero il riflesso delle nostre esperienze!




Nessun commento:

Posta un commento