sabato 16 maggio 2020

Blog Tour - La Ragazza di Fuoco di Suzanne Collins



Buongi giorno Bookish!! Continuiamo con il Blog Tour degli Hunger Games, quest'oggi per voi, il secondo volume della serie.
Se non conoscete la serie, non avete letto i libri e ne tanto meno visto i film, chiudete la pagina perchè ci sono spoiler.



La ragazza di Fuoco

Di Suzanne Collins
Fantascenza Distopico
Mondadori
Serie Hunger Games #2
373 pagine


Trama

Non puoi rifiutarti di partecipare agli Hunger Games. Una volta scelto, il tuo destino è scritto. Dovrai lottare fino all'ultimo, persino uccidere per farcela. Katniss ha vinto. Ma è davvero salva? Dopo la settantaquattresima edizione degli Hunger Games, l'implacabile reality show che si svolge a Panem ogni anno, lei e Peeta sono, miracolosamente, ancora vivi. 
Katniss dovrebbe sentirsi sollevata, perfino felice. Dopotutto, è riuscita a tornare dalla sua famiglia e dall'amico di sempre, Gale. Invece nulla va come Katniss vorrebbe. Gale è freddo e la tiene a distanza. Peeta le volta le spalle. E in giro si mormora di una rivolta contro Capitol City, che Katniss e Peeta potrebbero avere contribuito a fomentare. La ragazza di fuoco è sconvolta: ha acceso una sommossa. 
Ora ha paura di non riuscire a spegnerla. E forse non vuole neppure farlo. Mentre si avvicina il momento in cui lei e Peeta dovranno passare da un distretto all'altro per il crudele Tour della Vittoria, la posta in gioco si fa sempre più alta. Se non riusciranno a dimostrare di essere perdutamente innamorati l'uno dell'altra, Katniss e Peeta rischiano di pagare con la vita…



Serie Hunger Games: 

#0.5 - Ballata dell'usignolo e del serpente
#1 - Hunger Games 
#2 - La Ragazza di Fuoco 
#3 - Il canto della Rivolta





Si sono conclusi con il precedente libro i 74esimi Hunger Games, dove per la prima volta nella storia di Panem ci sono due vincitori.
Com'è stato possibile? 
Lo stratega (organizzatore e manipolatore dell'edizione) per incentivare l'audience, aveva promesso che se fossero sopravvissuti due tributi dello stesso distretto, entrambi avrebbero vinto l'edizione senza doversi scontrare in un duello all'ultimo sangue. Alla fine però quest'ultimo aveva cambiato idea, o meglio la sua intenzione era sempre stata quella di aver solo un unico vincitore, solo aveva fatto credere il contrario.
Quindi Katniss e Peeta messi alle strette, decidono di compiere un atto suicida ingerendo in contemporanea delle bacche velenose.
Bloccati in tempo, vengono entrambi proclamati vincitori.

Questo è il punto di non ritorno, il primo atto di sfida da parte di Katniss agli occhi del Presidente Snow e il via libera ufficiale per scontri nei distretti contro il Capitol City.

I vincitori prima di fare rientro alle loro abitazioni hanno il dovere di fare il tour della vittoria presso tutti i distretti sconfitti e sotto minaccia e pressioni di Snow per sedare le crescenti rivolte, la coppia deve sembrare più innamorata che mai. Deve sembrare che sia stata Capitol City a decidere di averli entrambi in vita per far trionfare l'amore e non due adolescenti che fingevano di amarsi non potendo vivere l'uno senza l'altro bluffando di suicidarsi per ricattare lo Stratega e tutta Capitol.
Durante questo tour forzato infatti Katniss ha modo di vedere realmente come la gente dei distretti sia infelice, oppressa e aggredita continuamente dalla Capitale. Popolo che vede in lei il volto della ribellione, il simbolo della Ghiandaia Imitatrice a capo della rivoluzione di Panem.

Il giro dei Distretti fomenta la rivolta, Snow non è affatto felice e teme lo scontro, così per rivendicare il potere e far prevalere Capitol come sovrana assoluta e decisionale sugli infelici Distretti decide di proclamare i Giochi della Memoria.
E come meglio può farlo che non vendicarsi di colei che l'ha sfidato apertamente?
I tributi dei Giochi della Memoria  dovranno essere i vincitori degli Hunger Games, un maschio e una femmina per ogni Distretto.
Ammetto...quando sono arrivata a questo punto ho avuto i brividi!
La fine del primo libro e l'inizio del secondo sono state direzioni abbastanza scontate su come sarebbe andata la trama ma questa scelta?  Mai me la sarei aspettata, qui la Collins ha alzato la tacchetta di aspettativa e dipendenza dalla lettura di molto.

Da questo punto in poi Katniss, ancora scioccata dall'annuncio e scombussolata dal ritorno a casa e dal cambiamento della percezione che ha della vita, si trasforma letteralmente, diventando il simbolo della rivoluzione coscientemente.
La Ghiandaia Imitatrice è ufficialmente pronta allo scontro e a fare schieramenti.

I 75 Hunger Games si preannunciano ricchi di colpi di scena ed entrano a far parte anche nuovi personaggi che sosterranno Katniss per il ruolo che ricopre agli occhi dei Distretti.
Ho amato molti personaggi in questo libro, strazianti le uscite di scena di alcuni di loro e apprezzato un sacco come l'evoluzione della trama faceva ergere Katniss come l'elemento da salvaguardare per colpire Snow e tutta Capitol City.

Questo è il libro della svolta, quello che ti fa capire realmente che la rivoluzione è corso e quindi bisogna passare all'azione.
E' il libro della serie che ho amato di più, la trama non si concentra più solo su Katniss ma ci sono un sacco di personaggi che vengono analizzati per bene e che quindi possiamo apprezzare di più,  Haymitch per esempio che nel primo libro sembra un alcolizzato, cazzone che si sveglia solo quando i suoi ragazzi sono infognati per bene in questo libro invece è fondamentale, è organizzatore è colui che salvaguardia il simbolo della rivoluzione.

Peeta che da ragazzo sperduto e rassegnato diventa il compagno ineccepibile di Katniss e sua fonte di forza e di coraggio.
La stessa Katniss che da passiva attrice teatrale di Snow si sveglia fuori e capisce che è arrivato il momento di agire.
L'edizione della memoria richiamando in gioco i vincitori, sopravvissuti che vivono nel trauma e nell'angoscia per l'esperienza degli Hunger Games, dovendo ripeterli si ritrovano a dover sottostare alla decisione di Capitol e del suo Presidente.
E qui si rendono conto che nonostante siano stati i migliori della loro edizione (perché unici rimasti in vita), sono e sempre saranno pedine delle manipolazioni di Snow, e quindi devono agire.
Questa presa di coscienza porterà l'inizio della Ribellione di tutta Panem.






     

Nessun commento:

Posta un commento