martedì 18 dicembre 2018

UN GIALLISTA SOTTO L’ALBERO di Silvia Devitofrancesco


Titolo: Un giallista sotto l'albero

Autore: Silvia Devitofrancesco
Genere: commedia romantica
Casa editrice: self published
Data di Pubblicazione: 5 novembre 2018
Formato: ebook, cartaceo
Pagine: 184


Trama


"Talvolta le bugie rappresentano l'unico luogo nel quale rifugiarsi senza dare troppe spiegazioni a chi ci circonda."

Abbandonato il suo paesello d'origine nel sud Italia, Sara, trentenne con un forte desiderio d'indipendenza e dalla mania d'inventare vite perfette, giunge a Londra, dove diviene la ghost social ufficiale di Thomas Heart, noto e aitante scrittore di gialli.
A causa di un disguido, accaduto proprio sui social network, Sara viene licenziata. Un evento già di per sé traumatico destinato a mutare in una vera tragedia quando con una telefonata prima e un paio di note vocali su WhatsApp poi, i genitori annunciano di aver deciso di trascorrere le vacanze natalizie sul suolo britannico. Sarà anche questa l'occasione per conoscere l'interessante genero inglese del quale la loro adorata figlia ha "innocentemente" inventato l'esistenza. Tra intrighi, festività incombenti, momenti di tensione, ripensamenti e tante bugie, Sara imparerà a sue spese che la verità, per quanto amara possa essere, è sempre la scelta migliore.

Una nuova storia natalizia dopo "Un secondo, primo Natale" e "Buon Natale 2.0"










Ho iniziato questa lettura con la voglia di immergermi nel clima Natalizio ormai alle porte e speravo che questa così definita “commedia romantica” mi facesse un po’ sognare.
Purtroppo, a malincuore, devo dire che non è accaduto.

Avevo già letto in precedenza altri lavori di questa autrice e ne ero rimasta positivamente colpita; (vedi mia recensione a “Un secondo, primo Natale QUI) stavolta però, giunta alla conclusione di questa ultima uscita, sono rimasta particolarmente delusa. Innanzitutto del clima natalizio non emerge proprio nulla, mi aspettavo descrizioni da sogno e la possibilità di immergermi in ambienti colmi di calore, addobbi e lucette, insomma tutto quello che un periodo come questo può trasmettere, ed invece ho trovato il nulla!

Tutta la storia parla di Sara e del suo innamoramento platonico verso il suo inizialmente datore di lavoro, nonché scrittore di gialli, con il quale, fin dalle prime pagine, si crea mille allusioni ad una possibile storia d’amore tra loro.

Ho subito paragonato la protagonista alla “povera sfigata di turno” che non faceva altro che auto convincersi di scene e accadimenti che in realtà poi erano proprio l’esatto opposto.

Poi entra in scena “Jason il gigolò” e con lui pensavo che le cose cambiassero… ed invece dopo un paio di apparizioni anche lui se ne esce di scena senza tanti complimenti…

La scrittura è di uno stile che a me, personalmente, non piace, la scrittrice passa dalla semplice narrazione al rivolgersi direttamente al lettore con frasi del tipo “Come dite? Già, non vi si può nascondere niente. Siete perspicaci, voi, e ormai mi conoscete troppo bene.”

Ora con queste mie affermazioni non voglio assolutamente bocciare un lavoro che sicuramente ha portato via lavoro, forza e tempo all’autrice, ma semplicemente dire che non era quello che mi aspettavo dalla trama e dal tema natalizio.

Per fortuna nel finale si è ripresa leggermente e almeno mi ha lasciato un ricordo positivo e Sara ha avuto, nel suo piccolo, la sua grande rivincita!


Alla prossima Bookish!











Biografia autrice:

Silvia Devitofrancesco è nata a Bari nel 1990, dove vive tuttora. Ha conseguito la Maturità Classica e successivamente la Laurea triennale in Lettere (Curriculum “Editoria e giornalismo”).Dopo aver pubblicato racconti in antologie, approda al romanzo a sfondo storico con Lo specchio del tempo (pubblicato per la prima volta nel 2014 dalla Casa Editrice Libro Aperto International Publishing e ripubblicato nel 2016 in versione Self Publishing) col quale si classifica prima al contest “Autore possibile 2016” nell'ambito della quindicesima edizione del Festival del Libro Possibile di Polignano a Mare.
Nel 2016 pubblica l’opera umoristica Ultimo accesso alle…; firma assieme ad Arianna Berna, Monica Coppola e Loriana Lucciarini il volume solidale 4 petali rossi – frammenti di storie spezzate (Arpeggio Libero Editore) e pubblica la commedia romantica natalizia
Un secondo, primo Natale. Nel 2017 omaggia le donne con la raccolta di racconti Essenzialmente donna, pubblica Dietro le apparenze, romanzo di narrativa con elementi gialli, e l’opera natalizia umoristica Buon Natale 2.0. Gestisce un blog nel quale propone recensioni e tappe di blog tour.




Nessun commento:

Posta un commento