giovedì 22 novembre 2018

Tutto l’amore che odio di Antonietta Mirra

Titolo: Tutto l’amore che odio

Autore: Antonietta Mirra
Genere: Dark Contemporary Romance/ Autoconclusivo
Serie: Pelle.
Editore: Selfpublishing
Pagine: 350
Data di uscita: 7 Novembre 2018
Prezzo: eBook: 2,99 e gratis con Kindle Unlimited.


Trama


Shaila sta per essere venduta a un’asta di schiave sessuali, ma un uomo mascherato la compra, celandole la sua vera identità.
Il suo nome è Damien e la inizierà ai piaceri sessuali, facendole scoprire sensazioni ed emozioni mai provate prima, risvegliando in lei un desiderio sconosciuto.
Shaila vorrebbe odiarlo, ma il suo corpo lo desidera. È così perfetto e sensuale da renderla nervosa ogni volta che lui la guarda.
Lo sguardo di Damien non chiede. Pretende. E la volontà di lei vacilla.
Tutto quello che Damien vuole, prende. Ma avere Shaila significa morire.
La sua purezza lo eccita, la sua ingenuità lo manda fuori di testa. Eppure sa che quella donna non è per lui. Il suo compito è di condurla da qualcun altro e per farlo deve conquistare la sua fiducia. Deve possederla a tal punto da spingerla a fare tutto ciò che lui desidera…
Ma non puoi possedere l’amore di qualcuno senza rischiare di esserne posseduto.
Quando la sua maschera cadrà, Shaila scoprirà che quell'uomo le è dolorosamente familiare.
Perché Damien non è nulla di ciò che sembra.
Il suo cuore è freddo come il ghiaccio, ma il suo corpo brucia. È un inferno di promesse impronunciabili che Shaila desidera provare, convinta dopo di poter dimenticare…
Ma non puoi assaggiare il proibito senza rischiare che diventi irrinunciabile.

Lui è gelido come il controllo che esercita.
Lei è calda come l’innocenza che conserva.
Lui è dalla parte dell’odio.
Lei, da quella dell’amore.

Ma può l’odio incastrarsi nell'amore?
Solo se siamo disposti ad amare con tutto l’odio di cui siamo capaci.

«Un giorno, un uomo mi disse: trova qualcosa per cui valga la pena morire e troverai la ragione per vivere. Io l’ho trovata. Quella ragione sei tu. Morirei per te. Morirò per te. Adesso.»


SERIE PELLE:

#1 Sei il confine della mia pelle. Contemporary Romance, autoconclusivo.
#2 Nella carne e nell’anima. Contemporary Romance, autoconclusivo.
#3 Tutto l’amore che odio. Dark Contemporary Romance, autoconclusivo.
#4 Prossimamente.






Care Girls, oggi vi parlerò del 3° libro della serie Pelle, scritto da Antonietta Mirra.

La storia inizia con la vendita all'asta di questa giovane e bellissima ragazza di origini indiane, Shaila, partita dall'India appena dodicenne con i suoi genitori per stabilirsi in America. 
Qui la ragazza non avrà vita facile, isolata dai suoi coetanei proprio per le sue origini, non vive la spensieratezza dei suoi anni e le giornate sarebbero trascorse nella più completa solitudine, se non fosse stato per il suo vicino di casa Kaj, poco più grande di lei. 
Lui la protegge, la fa sentire al sicuro e Shaila, piano piano, inizia a vedere questo ragazzo così gentile con altri occhi, gli occhi dell’amore. Il fato però ci mette del suo, la ragazza appena sedicenne, viene rapita e consegnata ad una famiglia a cui farà da serva, umiliazioni e percosse scandiranno le sue giornate, questo fino a quando, dopo quattro anni, non verrà nuovamente rapita e messa all’asta come carne da macello, per soddisfare i più sordidi e viscidi desideri del suo ricco acquirente.

La ragazza, bella per com’è, non tarderà a far salire le offerte, ma ad accaparrarsela, con un’esorbitante cifra, sarà un uomo col viso coperto da una maschera che, solo a sentire il suono della sua voce, così ruvido, e minaccioso, le metterà addosso un terrore indescrivibile!!! Shaila ha paura, tantissima paura, ma non può far altro che seguirlo, ignara di quello che le capiterà. Ebbene sì mia care amiche, se state pensando che il suo acquirente si fionderà sulla giovane ragazza come un lupo affamato, vi sbaglierete di grosso!!! Anzi, lui non sembra affatto gradirla.

“ Un uomo che non voleva toccarmi, che non voleva scoparmi, che cosa poteva volere da me? Inevitabilmente qualcosa di terribile”.

I suoi piani, in effetti, sono ben altri, lui deve semplicemente “addomesticarla” per il suo vero padrone, una sorta di maestro che dovrà insegnarle come comportarsi dinnanzi a chi l’ha comprata. L’uomo non sarà per niente impietosito dalle sue lacrime, anzi, stranamente sembra goderne, come se picchiarla, mortificarla nelle parole e nei gesti, fosse una sorta di vendetta nei suoi confronti…Chi si nasconde dietro a quella maschera? Perché tanto odio? Perché proprio lei?

Care Gils, questa storia è un vero e proprio enigma, un suspense che vi terrà incollate al libro. Vi avviso, maneggiatelo con cautela e fate molta attenzione ai vari collegamenti che troverete, perché anche se è autonclusivo, in alcuni punti salteranno fuori personaggi dei precedenti libri. L’autrice è riuscita comunque a far capire bene la dinamica, per cui chi non ha letto gli altri della serie, capirà lo stesso. Vi consiglio però di farlo, perché sono molto, molto belli. 
Ma ritorniamo alla storia, come dicevo prima si legge con il patema d’animo, non potete non immedesimarvi in Shaila, la sua sofferenza sarà la vostra, e a non odiare in maniera viscerale il suo tormentatore. 
Credetemi, tra un capitolo e l’altro ho dovuto prendermi una pausa, perché sul serio, rischiavo che mi partisse un embolo dal nervoso, l’ho odiato per buona parte del libro…quando lo leggerete, perché lo leggerete, ovvio, la penserete proprio come me, ne sono stra sicura!!! Naturalmente l’attrazione tra i due è alle stelle, lui fa una fatica immane a tenere a bada i propri istinti, lei DEVE rimanere intatta, la sua verginità è una delle condizioni poste, in caso contrario tutto l’affare salterà. Quello scricciolo di donna però inizierà a fare breccia nel cuore indurito dell’uomo, tanto da dividerlo in due, una parte vorrebbe annientarla, un’altra cibarsene, non scrivo amarla, perché lui è un anaffettivo, sull’amore ci dovrà lavorare un bel po’. Questo ovviamente creerà un bel po’ di scompiglio nella sua mente deviata.

“ Shaila era l’unica capace di colpirmi senza una pistola, di piegarmi senza usare un’arma. Di spezzarmi senza usare la forza”.

Preparatevi a dei colpi di scena che vi faranno cascare la mascella, l’autrice ha una mente così contorta che io, puntualmente, ci casco con tutte le scarpe!!! Niente è lasciato al caso, questo voglio dirvelo, ogni azione, bella o brutta che sia, ha la sua motivazione. Tutto è il contrario di tutto. Storcerete il naso più di una volta e alcuni risvolti potranno lasciarvi l'amaro in bocca, per cui chi non ama le emozioni forti è meglio che si astenga dal leggerlo, mentre per gli amanti del genere, come la sottoscritta, è pane per i propri denti. 
Nell'insieme è un buon libro, avrei “snellito” la parte iniziale, un tantino ripetitiva, ma per il resto non posso che apprezzarlo, fosse solo per la coerenza che ho riscontrato nei personaggi, che rimangono sulle loro posizioni per quasi tutta la storia. Antonietta Mirra è una ragazza che ama scrivere e questo si evince in ogni parola che mette su foglio, credo che non i giusti accorgimenti e magari seguita da persone del mestiere, possa migliorare ancora di più e arrivare a risultati eccezionali. Non mi resta ora che aspettare il nuovo della serie che parlerà di una figura marginale a quest’ultimo, Aiden, da un piccolo assaggio letto alla fine del libro, sento che sarà una storia molto, molto intensa…

Vorrei salutarvi con un piccolo estratto che non ho potuto non evidenziare sul mio kindle, molto profondo che sono sicura toccherà le corde del vostro cuore.

Un giorno un uomo mi disse: trova qualcosa per cui valga la pena morire e troverai la ragione per vivere. Io l’ho trovata. Quella ragione sei tu. Morirei per te. Morirò per te. Adesso.






Nessun commento:

Posta un commento