mercoledì 23 maggio 2018

Il Tatuatore di Alison Belsham

Titolo: Il Tatuatore
Autrice: Alison Belsham
Data uscita: 3 meggio 2018
Genere: Thriller
Editore: Newton Compton

Trama:

Brighton. L’ispettore Francis Sullivan, giovane e ambizioso, è stato appena promosso, e questo è il suo primo caso importante. Marni Mullins, una tatuatrice di Brighton, ha trovato un corpo orribilmente scuoiato. Dalle prime indagini sul cadavere risulta chiaro che non si tratta di un omicidio isolato ma dell’opera di un serial killer. Il modus operandi e la firma sono agghiaccianti: mentre la vittima era ancora in vita, l’assassino ha rimosso intere porzioni di pelle, presumibilmente tatuate. Questa pista porta Sullivan a credere che una come Marni, che conosce il mondo dei tatuaggi come le sue tasche, sia l’unica persona in grado di aiutarlo. Ma lei ha tante ragioni per non fidarsi della polizia. E quando riuscirà a identificare il prossimo bersaglio del killer, lo dirà a Sullivan o si metterà da sola alla ricerca del “Ladro di Tatuaggi”?




Ho ricevuto questo libro dalla Newton Compton. Ora capisco al 100% perché mi sono imposta di NON guardare horror e di NON leggere thriller. Il Tatuatore è un thriller capace di farti venire sudori freddi ma anche di appassionarsi alla lettura. Partendo dal presupposto che è un romanzo moolto crudo (per la mia testolina amante dei Romance, ovvio) vi spiego in breve la trama. La storia ambientata a Brighton, una cittadina del sud dell'inghilterra, vede protagonisti il neo ispettore Francis Sullivan, la tatuatrice Marni Mullins e un serial killer. Un giorno Marni troverà un corpo completamente scuoiato il che porterà Francis a cominciare indagare sul caso, ma la prima vista di ciò che trova è agghiacciante. All'uomo trovato morto è stato "esportato" un tatuaggio. Da questa uccisione ne seguiranno altre identiche per cui l'ispettore inizierà una fitta ricerca aiutato da Marni. La cosa che mi è piaciuta di più e allo stesso tempo mi ha terrorizzata sono i POV multipli, tra cui quello dell'assassino stesso. Le descrizioni sono molto accurate (anche troppo!) e i personaggi ben caratterizzati, tranne forse un po' meno Francis. Capisco che il suo primo caso ed è ancora un novellino ma per me sarebbe dovuto essere un po' più deciso. In definitiva mi è piaciuto? sì e no. I thriller non sono proprio il mio genere ma agli amanti di questo tipo di letture sono sicura che piacerà.
P.s. non leggetelo di sera o di notte.







Nessun commento:

Posta un commento