sabato 24 febbraio 2018

L'amore Elementare di Raffaele Isolato


L’amore elementare


AUTORE: Raffaele Isolato
GENERE: Contemporaneo erotico
EDITORE: ErosCultura
DATA PUBBLICAZIONE: 20/04/2017



TRAMA:

L’amore puro, universale, elementare. eppure così complicato per chi non sa vedere al di là del proprio naso, per chi è prigioniero di crassa ignoranza, di distruttivo bigottismo, di devastanti convenzioni sociali, religiose, culturali. Due storie di amore e sesso, che poi son la stesa cosa, se non c’è sesso si chiama amicizia, che si intrecciano pur ignorandosi, che si sfiorano senza mai toccarsi, ognuna che segue strade parallele, vicinissime, anche geograficamente, sempre ignorandosi. Eppure si assomigliano, come sono assai simili tra loro le persone che amano con passione, con generosità, che cercano il piacere, l’orgasmo come fonte di sopportazione dell’umana sofferenza. Questa di Raffele Isolato è un duplice storia d’amore destinata a chi cerca una diversa storia d’amore. Quante forme d’amore conoscete? Quante ne praticate? Quanto coraggio avete ad amare liberamente? Valerio e Tina vi dimostreranno come si fa ad amare in maniera alternativa, sempre intensamente, donando tutto se stesso alla ricerca del piacere, da ricevere, da donare. Amara vuol dire donare piacere. Voi ne siete capaci? 


ADATTO A UN PUBBLICO ADULTO, MATURO, RISPETTOSO.




  
Questa è una lettura del tutto particolare, ammetto fin da subito che non si tratta del mio genere e per questo non posso esprimere a pieno le mie opinioni perché rischierei di penalizzare un bel lavoro solo a causa dei miei gusti personali.
Questa storia parla di un ragazzo, non ancora maggiorenne, che sta scoprendo un po’ alla  volta la sua sessualità, capisce di essere attratto da persone dello stesso sesso e ha paura di essere additato per un “diverso” e non sa come ammettere, in primis a sé stesso, questo suo modo di essere anche se, principalmente, la grande difficoltà ad accettare la situazione appartiene alla sua famiglia.
Assisteremo a scene crude e, per i miei gusti, fin troppo esplicite, giochi erotici di gruppo e persino una sorta di “bullismo” verso una realtà che non ancora viene accettata come possibile.
Le storie raccontate in questo libro, in realtà sono due, un alternarsi di capitoli che a me sinceramente non è piaciuto molto, perché mi faceva perdere la logica continuità della storia.
Ammetto di non essere riuscita a terminare la lettura proprio perché non mi ha coinvolto e non mi ha lasciato nemmeno la curiosità di sapere come andrà a finire.
Auguro di tutto cuore un lieto fine al protagonista Valerio che si merita di essere accettato e poter vivere la propria vita in piena serenità. Nella sua giovane età altro non posso dirgli se non quello di camminare sempre a testa alta e non vergognarsi di essere quello che è.
La storia di Tina mi ha preso ancor di meno e non posso esprimere nessun giudizio in merito.

Lascio questa lettura senza dare un voto perché giustamente non avendola terminata non sarebbe corretto.




Alla prossima Bookish.




Nessun commento:

Posta un commento