mercoledì 21 febbraio 2018

La formula dell'amore di Deborah Lo Presti

La formula dell'amore

Scrittrice: Deborah Lo Presti
  • Editore: Self
  • Data di uscita: 6 giugno 2017

TRAMA:

Camilla, ventidue anni, matricola, dopo due anni di università non vuole più studiare.
Messa alle strette dal padre, inizia a lavorare come commessa. Affitta le due camere vuote del suo appartamento. La prima coinquilina è Elisabetta, donna in carriera di ventotto anni, il secondo coinquilino è Luis, ventiquattro anni, studente di matematica.
Il tipico nerd, un ragazzo un po' bizzarro e fuori dal comune. Camilla lo snobba, nonostante lui faccia il possibile per farsi notare da lei. La convivenza porterà tanti cambiamenti nella vita di tutti: amicizia, liti, incomprensioni, formule matematiche e problemi di cuore, saranno all'ordine del giorno.

Terzo romanzo pubblicato, altre opere
L'ETA' E' SOLO UNO STUPIDO NUMERO
BRUTTA STORIA INNAMORARSI







Care lettrici, la recensione che vi propongo oggi riguarda “La formula dell’amore” di Deborah Lo Presti.

La storia , raccontata in prima persona dalla protagonista, riguarda una studentessa universitaria di ventidue anni,Camilla, che si ritrova ad un certo punto della sua vita confusa, indecisa e insoddisfatta dell’esistenza condotta finora, la ragazza è profondamente segnata dal divorzio burrascoso dei genitori quando lei era appena una bambina ,dalla completa assenza del padre dalla sua vita e dall’indifferenza della 

Camilla abbandona gli studi perché non è felice della strada intrapresa e per un periodo si prende una pausa per capire cosa fare per ritrovare se stessa. La svolta arriva nel momento in cui, rendendosi conto di avere il conto in banca vuoto e ,,messa alle strette dalle impellenti necessità, decide di affittare le stanze libere di casa a dei coinquilini, inoltre grazie all’intercessione (completamente insperata, data la formalità dei rapporti col genitore)paterna Camilla trova lavoro come commessa e inaspettatamente scopre di essere davvero appassionata e contenta di questa scelta lavorativa. Il vero cambiamento nella vita della protagonista arriva nel momento in cui Camilla trova i suoi coinquilini ideali, la ventottenne Elisabetta e il bizzarro Luis. 

Sarà proprio Luis il protagonista maschile della storia, anche lui segnato dalla separazione dei genitori ma comunque desideroso di avere una famiglia propria, diventa subito amico di Camilla. Luis ha ventiquattro anni, studia matematica e sotto l’aspetto trasandato del classico nerd in realtà nasconde una personalità brillante e un aspetto affascinante.

Camilla si ritroverà presto combattuta tra la nascente passione che prova per Luis e la voglia di continuare a frequentare il bellissimo ma formale Filippo, un ragazzo piú grande presentatole dall’amica di sempre,Alessandra.

Ambientato nella splendida Bologna, il proseguo della storia in se stesso è abbastanza scontato ma la vera rivelazione di questo libro è proprio Luis. Il suo personaggio è il classico ragazzo della porta accanto, talmente dolce che non si può non amarlo, è gentile, intelligente, appassionato e amichevole, si dimostra subito attento e attratto da Camilla, anche se lei non se ne rende conto.

In tutta onestà uno degli aspetti che meno mi è piaciuto è stato proprio il profilo psicologico della protagonista, Camilla mi è sembrata una ragazza decisamente frivola,superficiale e a tratti infantile. IL non programmare il proprio futuro, l’eterna confusione(sulla quale l’autrice a mio avviso ha marciato un po' troppo) che spesso sfocia in immaturità non soltanto fa soffrire Luis, che in realtà la ama con tutto se stesso, ma la rende proprio antipatica. L’unica “giustificazione” che si riesce a darle è che questa ragazza è stata profondamente segnata dall’assenza di un padre amorevole e da una madre avida ed egoista. La storia di Camilla e Luis non è lineare e semplice, è costellata di incomprensioni, imprevisti e anche sofferenze, “La formula dell’amore” però garantisce un meritatissimo happy ending dopo varie vicissitudini, che ci fa ancora sognare e sperare in un sentimento che spesso non sappiamo riconoscere.

Camilla e Luis sono due persone comuni, le cui esistenze potrebbero essere le nostre e questo ce li fa sentire vicini, soffrendo e facendo il tifo per loro due, la loro storia è indicata per chi crede davvero in una formula romantica che possa cambiare la nostra vita.

Tutto sommato il libro risulta ben scritto e strutturato, assolutamente godibile , non presenta scene strappalacrime o smielate, unica pecca è rappresentata dal fatto che l’autrice avrebbe potuta dare un’impronta leggermente più “introspettiva”ai protagonisti ( e mi sarebbe piaciuto conoscere un po' di più anche i personaggi secondari)

Consigliatissimo per chi vuole rilassarsi un pomeriggio sul divano, perdendosi tra le pagine di una storiella romantica ma senza troppe pretese



Nessun commento:

Posta un commento