venerdì 26 gennaio 2018

Ryan's Bed di Tijan

Titolo: Ryan’s bed
Collezione: autoconclusivo
Autore: Tijan
Editore: Self
Pubblicazione: 22/1/2018
Genere: YA

Trama: 

I crawled into Ryan Jensen’s bed that first night by accident. I barely knew him. I thought it was his sister’s bed—her room. It took seconds to realize my error, and I should've left... I didn’t.

I didn’t jump out.
I didn’t get embarrassed.
I relaxed.

And that night, in that moment, it was the only thing I craved. I asked to stay. He let me, and I slept. The truth? I never wanted to leave his bed. If I could've stayed forever, I would have.

He became my sanctuary. Because—four hours earlier—my twin sister killed herself.








Ma quanto romantica è questa copertina?? Bellissima!



Dalla sinossi si intuisce che tra Ryan e Mac qualcosa scatta fin da subito, una forza li attrae l’una all’altro, ma non sara’ la parte principale di questo libro. L'autrice ci catapulta nella mente di Mac e tutta la storia sarà vissuta dal suo punto di vista.

Nella volontà di avere una relazione con i genitori e dall'amore immenso per il fratello, Mac cercherà la forza di superare la morte della sorella.

Lo stato di negazione/confusione dei primi capitoli si trasformerà piano piano e le reazioni esagerate ed improvvise metteranno a dura prova le persone che la circondano.

I personaggi secondari giocheranno un ruolo rilevante nel percorso di Mac e danno un senso di completezza alla trama. Spero che l’autrice abbia in serbo un libro anche per Kirk e Cora, mi sono piaciuti molto!



Il linguaggio è molto verosimile a quello che un’adolescente userebbe se si trovasse in una situazione simile. La sfida, la necessità di scontrarsi ma allo stesso tempo la voglia di vivere in privato il proprio dolore, non sono tanto lontane dalla realtà.

Nonostante tutto, non ho trovato questo libro troppo triste, ovviamente, la perdita di una sorella lo è, ma credo che la storia sia più centrata sulla rinascita di Mac. All'inizio non capivo perchè la protagonista si comportasse in un certo modo, ma la conclusione mi ha lasciato scioccata e tutti i pezzi del puzzle sono andati al loro posto.

Molto bene Tijan!



Consigliato ad un pubblico giovane.










Nessun commento:

Posta un commento