domenica 24 settembre 2017

La tristezza ha il sonno leggero di Lorenzo Marone

Titolo: La tristezza ha il sonno leggero
Autore: Lorenzo Marone
Editore: Longanesi&C.
Collana: -
Pubblicazione: 2016
Genere: Romance
Serie: Autoconclusivo

Trama
Erri Gargiulo ha due padri, una madre e mezza e svariati fratelli, È uno di quei figli cresciuti un po' qua e un po' là, un fine settimana dalla madre e uno dal padre, Sulla soglia dei quarant'anni è un uomo fragile e ironico, arguto ma incapace di scegliere e di imporsi, tanto emotivo e trattenuto che nella sua vita, attraversata in punta di piedi, Erri non esprime mai le sue emozioni ma le ricaccia nello stomaco, somatizzando tutto. Un giorno la moglie Matilde, con cui ha cercato per anni di avere un bambino, lo lascia dopo avergli rivelato di avere una relazione con un collega. Da quel momento Erri non avrà più scuse per rimandare l'appuntamento con la sua vita. E uno per uno deciderà di affrontare le piccole e grandi sfide a cui si è sempre sottratto: una casa che senta davvero sua, un lavoro che ama, un rapporto con il suo vero padre, con i suoi irraggiungibili fratelli e le sue imprevedibili sorelle. Imparerà così che per essere soddisfatti della vita dobbiamo essere pronti a liberarci del nostro passato, capire che noi non siamo quello che abbiamo vissuto e che non abbiamo alcun obbligo di ricoprire per sempre il ruolo affibbiatoci dalla famiglia. E quando la moglie gli annuncerà di essere incinta, Erri sarà costretto a prendere la decisione più difficile della sua esistenza ...





Finalmente! Eh, già! Finalmente! Perché questo era un libro che avevo nella mia lista da un bel po’ di tempo e finalmente posso depennarlo e con un buon grado di soddisfazione, perché ho avuto modo di approcciarmi ad una lettura leggera e frizzante!
Sicuramente si tratta di un romanzo leggero, dinamico, allegro che si legge con estrema facilità, tant’è lineare la scrittura e la trama. Uno di quei romanzi estivi che hanno tutte le carte in regola per accompagnarci nelle ore di sole, mentre tentiamo di sublimare la nostra abbronzatura!
Erri è un protagonista anomalo: un uomo comune, uno qualunque, fatto di carne, frustrazioni, disattenzioni, domande a cui non trova risposta. Un matrimonio andato male forse a causa di un figlio che non arriva, una moglie che lo lascia per uno più vecchio di lui, fratelli e sorelle che gli girano attorno e lui che da spettatore della sua vita si dedica al suo negozio di fumetti.
Tutta la narrazione parte da una cena di famiglia durante la quale, attraverso flashback, soliloqui e riflessioni il nostro protagonista sviscera ogni componente della sua famiglia e analizza sé stesso in un romanzo che potrebbe, per certi versi, essere riconducibile ad un diario. Un susseguirsi di analisi, di descrizioni che (giuro!) sono in grado di non annoiare mai, perché hanno la capacità di proporsi come reali istantanee di vita comune.
In un certo qual modo, il libro è stato in grado di indurmi alla riflessione (leggera ovviamente!), per altri mi ha divertito parecchio, perché il protagonista ha dell’esilarante!
Il finale è davvero inaspettato... Bello, pulito, sincero. Colpisce positivamente, soprattutto se si considera tutto il decorso della storia e i tormenti d'animo di un protagonista che riuscirà a conquistare anche il più restio dei lettori.

Consigliato a…

Per chi non conosce l’autore, ma conosce Fabio Volo e apprezza la sua disinvoltura nello scrivere di una vita che non fila esattamente come previsto nei propri sogni! 










Nessun commento:

Posta un commento