domenica 27 agosto 2017

Aspettavo solo te di A.I. Cudil

Buongi giorno Bookish!!
Oggi vi presento questa recensione di un libro scelto per caso durante le mie ferie in montagna, il titolo e la trama mi invogliavano nella lettura e devo dire che non ha deluso totalmente le mie aspettative.


Aspettavo solo te 
A.I. Cudil 
(Spin-Off serie Six Senses) 
274 pagine 
Self

Trama: 

Pauline ha un brillante futuro che l’aspetta. Dopo anni di studio e di sacrifici è riuscita a realizzare il suo sogno e diventare medico. Chi l’avrebbe mai detto che un giorno sul tavolo operatorio avrebbe ritrovato il suo vecchio amico d’infanzia che per tanto tempo l’aveva fatta soffrire? Come ci si comporta con un uomo che credeva un delinquente e che invece ora scopre essere un gendarme della polizia giudiziaria ferito in un’operazione sotto copertura?

Stefan ha lottato tutta la vita, ha commesso molti errori ed è caduto troppe volte. Ma si è sempre rialzato e ora ha trovato il suo equilibrio. Fa il lavoro perfetto per lui ed è sereno, almeno finché tra la mascherina e la cuffietta del medico che lo assiste ritrova gli occhi azzurri e sorpresi di Pauline. Ce l’ha fatta! La sua piccola pestifera amica d’infanzia si è trasformata nella donna che ha sempre voluto essere.

Quello che Stefan non sa è che Pauline è da sempre invaghita di lui e che le ha provate tutte pur di dimenticarlo.
Quello che Pauline non sa è che Stefan non si è mai considerato alla sua altezza e l’ha sempre pensata irraggiungibile.
E se fosse arrivato il momento di smetterla di nascondersi e di provare a conoscersi davvero? Perché la vita riserva sempre delle sorprese e forse entrambi la persona giusta l’hanno già incontrata, devono solo afferrarla e tenerla stretta.





La famiglia Monroe abita in un paesino vicino ad Avignone, i gemelli Pauline e Paul sono la gioia di mamma e papà e trascorrono i primi anni della loro infanzia gioiosamente insieme al cugino David.

Ben presto alla compagnia di bambini si unisce a loro anche Stefan un bambino poco più grande, ma con una situzione familiare brutta, il padre è un ladro e poco di buono e la famiglia Monroe si accolla di star dietro al ragazzino che passa con loro quasi tutti i momenti liberi della giornata.

Pauline passa tutto il suo tempo con Paul, David e Stefan, quest'ultimo si calca nel ruolo di responsabile dei gemelli dopo la morte del loro padre e si prefissa soprattutto di controllare Pauline, con chi esce, chi le piace etc..
Ma crescendo le cose cambiano nel gruppo consolidato di amici maschi, a cui si unisce anche Cedric, il miglior amico di Pauline, i ragazzi iniziano ad avere i primi "approcci" sessuali e ad affrontare le prime "esperienze e curiosità".

Così c'è chi capisce di essere omossessuale, chi bisessuale, chi altro invece predilige i rapporti a tre, chi invece vuole provare tutto quello che la sessualità comporta senza imporsi generi di preferenza, insomma un tripudio di ormoni ovunque.
Pauline che vede e sente dal vociferare delle amiche le conquiste e le predilizioni sessuali dei vari amici/parenti rimane inizialmente sbigottita ma non giudica mai nessuno.

Lei adora Stefan ed è convinta di amarlo, spera prima o poi che lui si accorga di lei, fino a quando realizza che Stefan pur di non star con lei preferisce anche il sesso opposto.
Da qui i rapporti si incrinano, la ragazza ha il cuore spezzato e nell'ultimo scontro con Stefan Pauline, gli riserva parole di odio e veramente cattive.

Da ora passeranno molti anni dal loro riavvicinamento.

Pauline ormai medico anestesista realizzato si ritroverà il Gendarme Stefan ferito sotto i ferri in sala operatoria e da li in poi ci sarà un escalation di ricordi e di rivelazioni.

Piu di questo Bookish non vi posso dire se no rischio di fare spoiler.
Posso consigliarvi questa lettura anche se alcuni tratti è un po lentina, ma la trama è ben eleborata e per quanto riguarda la narrazione ci sono spesso flashback dal punto di vista di Pauline o di Stefan.
Son bene delineati i passaggi di chi sta narrando in quel momento ma spesso questo continuo cambio di prospettiva tra protagonisti e di cambiamenti temporali richiedono di "processare" un attimo quello che si è letto fino ad ora ed eleborare un attimo tutte le informazioni.

In alcuni punti la trama è un po' banale e a mio parere i tratti che devono essere più argomentati sono un po carenti, ma questo è un giudizio che va a mio gusto sia chiaro.










1 commento: