giovedì 5 novembre 2020

Impossibile smettere di amarti di Julia B. Williams

 


Impossibile smettere di amarti 

di Julia B. Williams

Pagine : 342 pagine
Editore : O.D.E. Edizioni 
Data di uscita; 2 novembre 2020
Genere: Romance


Trama

Sapete cosa mi hanno sempre detto? Che l'amore rende felici. E credo sia la storiella più deprimente che esista dopo quella degli unicorni rosa.
L'amore non rende felici né rende migliori. L'amore distrugge, fa male e trasforma. L'amore ti svuota, ti spezza e ti umilia.
Mi ha fatto diventare ciò che sono: un bastardo egocentrico che pur di ottenere quello che vuole non fa distinzione tra amici e nemici.
Sono ricco da fare schifo, la bellezza è impressa a fuoco nel mio DNA e sono maledettamente bravo nel mio lavoro.
Credevo di essere invincibile, poi Ivory Dillard è tornata a tormentarmi, con quei suoi capelli rossi che assomigliano a fiamme e lo sguardo ostile dietro al quale si nasconde una tristezza infinita.
Sono Kyran Blair e questa è la storia di come sono sopravvissuto a quella cosa che chiamano AMORE.









"Le persone che mi conoscevano bene dicevano che a volte potevo essere davvero uno stronzo e, forse, avevano ragione."

Questa è la definizione che dà di se stesso Kyran Blair, di essere uno stronzo, e io, personalmente, toglierei, senza ombra di dubbio, la parola “forse”. 

Kyran riveste il ruolo di responsabile delle pubbliche relazioni nell’azienda metallurgica del padre, nel Montana, padre con cui non ha un rapporto idilliaco, visto che è rimasta una figura marginale nella sua vita. Ha denaro, successo e una fidanzata, Lillian, con cui andrà a nozze a breve, un matrimonio studiato a tavolino il loro, con il solo scopo di unire le due famiglie per rafforzarne il potere. Tutto sembra procedere secondo un iter ben stabilito se non fosse che in Canada, durante una serata in cui accompagna dei finanziatori russi in un night club per siglare un contratto di lavoro, non incontra Ivory Dillard. 

Cosa ci fa la ragazza in quella città a mille chilometri di distanza da casa sua? Perché sta svendendo il suo corpo per poche centinaia di dollari sul palco di uno strip club? 
Ivory è da sempre stata la sua spina nel fianco… 

“L’avevo disprezzata, l’avevo detestata, avevo persino creduto di odiarla a un certo punto e per tanti, troppi anni, l’avevo desiderata come un malato terminale bramava la cura che l’avrebbe salvato dalla morte.” 

Si conoscono sin dalla tenera età, lei uno scricciolo di sei anni dai capelli rossi e dai luminosi occhi verdi, lui un impettito bambino di otto che rimane a bocca aperta dinnanzi alla bellezza del suo sorriso. Ivory vive in un ranch, è una bambina felice e spensierata, circondata dall’affetto dei genitori che le hanno trasmesso l’amore incondizionato per i cavalli. Per una serie di circostanze, però, quell’iniziale interesse tra i due bambini, si trasforma in breve tempo in risentimento e odio, i dispetti e le cattiverie reciproche saranno una costante nel corso degli anni, questo sino a quando le loro strade non si dividono e ognuno inizia a vivere la propria vita. Il destino però, ha remato loro contro, entrambi sono dovuti scendere a compromessi, Ivory per aiutare la madre a pagare un grosso debito con la banca dopo la tragica morte del padre e a mantenersi all’università, è costretta a fare la spogliarellista in un night club, mentre Kyran, sotto coercizione del genitore, a rivestire un ruolo che non gli appartiene. 

La sua arroganza, che a volte sfocia nella cattiveria vera e propria, è dovuta a tutte quelle costrizioni e privazioni affettive che hanno accompagnato la sua crescita. Un uomo indurito, arrogante, dalla lingua tagliente che ferisce più di una spada e, vi assicuro, che le sue parole e i suoi scatti d’ira, mieteranno più di una vittima. Una storia sofferta quella di Kyran e Ivory, questo perchè in passato le incomprensioni, le piccole vendette e le grandi menzogne li avevano portati a vivere un’esperienza al limite del terrorismo psicologico. Le parole non dette e la fatalità degli eventi, avevano creato inesorabilmente una voragine intorno a loro. L’amore fa male, rende deboli, vulnerabili, e la corazza che entrambi indossano per evitare di soffrire, sembra impenetrabile a ogni sentimento. Dopo anni di frasi offensive e sguardi che contenevano una rabbia tale da consumarli, continuare a ferirsi sembrava l’unica cosa giusta che potessero fare... 

"Quando mi trovavo insieme a lei non ero capace di ragionare e diventavo il me stesso peggiore."... 

" Erano vere le storie che si raccontavano su di lui: era davvero uno stronzo senza un briciolo di pietà, un uomo senza cuore che traeva piacere nel gestire gli altri come se fossero stati delle marionette e lui avesse il comando dei loro fili."

E quando Ivory si vedrà costretta a dargli il potere di muovere quei fili, di accettare e stringere quella mano tesa, l’unica in grado di risollevarla dal baratro in cui è caduta, avvertirà in quei gesti la sua più totale disfatta…

"Che ne sarebbe stato di me se Kyran Blair avesse ottenuto quello che voleva? Cosa sarebbe accaduto quando non avrei avuto più la forza di resistere e mi sarei arresa? Mi sarei persa, ecco che fine avrei fatto, e mentre lui mi divorava con la ferocia di un lupo affamato, di Ivory Dillard sarebbero rimaste soltanto le ossa."

Care Girls, questo libro è stata una lettura piacevolissima, dal ritmo incalzante, ricco di colpi di scena e, proprio per questo, niente affatto noioso!!! L’autrice è riuscita a caratterizzare meravigliosamente i protagonisti, la cui coerenza rimane sino alla fine della storia. Ho amato i loro accesi battibecchi, che mi hanno fatto sorridere più volte, il linguaggio osceno di Kyran è qualcosa di esilarante, idem le risposte al vetriolo di Ivory, che di certo non gliele manda a dire!!! Anche i personaggi secondari hanno avuto un ruolo determinante, non sono rimaste figure marginali, anzi, e ho gradito tantissimo il modo in cui Bryson e Mindy, amici d’infanzia di Kyran, sono stati messi in risalto. Insomma, un libro che vi straconsiglio di leggere, sia per la “vivacità” dei protagonisti, ma anche perché capace di emozionare senza essere sdolcinato, proprio perché i due ragazzi non cambiano il loro modo di essere in maniera radicale, ma mantengono quella sfrontatezza e caparbietà per l’intera storia. 

Julia B. Williams si è un pò allontanata dal suo modo di scrivere, ma devo dire che è riuscita lo stesso, se non di più, ad affermare la mia opinione su lei. E’ una scrittrice che seguo sin dai suoi esordi e non mi stancherò mai di dire che bisogna leggere tutti i suoi libri per conoscere e amarla, così come la amo io. Negli anni è cresciuta molto e la sua penna è diventata ancora più interessante e coinvolgente. 

Care Girls, detto questo, vi saluto con un bellissimo pensiero di Kyran. 

Alla prossima. 

" Era acqua e fuoco che si stringevano in un abbraccio per fondersi insieme; era terra e aria che si accoppiavano nel mezzo di una tempesta dando vita a una magia che mi avrebbe reso schiavo se non l’avessi fermata."









Nessun commento:

Posta un commento