sabato 12 maggio 2018

La poesia dell'anima di Patrisha Mar


La poesia dell'anima


Patrisha Mar
Newton & Compton
234 pagine
Romance


Trama:

Giulio Dante è un giovane meccanico che vive ad Ancona, ha una passione segreta per la poesia e fa da padre al fratello Tommaso, che ha la sindrome di Down. 

Nella sua vita non c’è posto per l’amore, ma solo per avventure mordi e fuggi. Solo che Giulio non ha fatto i conti con il destino: sarà proprio una delle sue “avventure”, infatti, la prorompente Dafne, a presentargli Anna Prete, futura impiegata dell’officina. 

Chissà se il loro rapporto resterà puramente professionale…

Una storia d’amore delicata e romantica, in cui i protagonisti sono alla ricerca di se stessi e del proprio posto nel mondo. Sentimenti, voglia di riscatto, rimpianti, equivoci, paura, amicizia e amore: gli ingredienti perfetti per un romanzo che punta dritto al cuore.






Che Patrisha Mar fosse una garanzia di scrittura di ottima qualità è cosa risaputa ma credo che con "La poesia dell'anima" non mi resti altro che confermarla come una tra le migliori autrici romance.

I protagonisti sono Giulio e Anna, due ragazzi come tanti, con un vissuto e un mondo interiore molto più simile di quanto si possa pensare a prima vista,non possono essere considerati solo come i personaggi principali della storia ma sono la storia stessa.

Giulio fa il meccanico, è un ragazzo bello, simpatico, affascinante, si prende cura del fratello minore con grande maturità, è un uomo solido e affidabile, il classico ragazzo che tutte vorrebbero al proprio fianco, ma descrivere Giulio solo con queste parole sarebbe riduttivo perché il protagonista ha dentro di sè un intero mondo, fatto di paure, di desideri, di aspirazioni,di dolcezza e malinconia, è un'anima molto complessa la sua, con un dualismo molto interessante, da una parte il ragazzo serio e responsabile, un poeta sensibile , ma dall'altra un bad boy un pò ribelle, che ancora fatica a trovare il proprio posto nel mondo. Giulio è ansioso di evadere da responsabilità che si è dovuto assumere troppo in fretta e trova i suoi attimi di respiro in storie di solo sesso, senza importanza, perché per lui la libertà, almeno in campo sentimentale, è tutto, o per lo meno fin quando non inizia a conoscere Anna...

Anna è una ragazza dolcissima, timida, estremamente leale verso la famiglia e gli amici, romantica e tenera, si rifugia in un mondo di libri e sogna, sogna quello che in fondo vogliono tutte le donne, vuole l'amore , quello vero, quello che fa battere in cuore . Il mondo di Anna è un'interiorità davvero complessa, è una ragazza che non si può scoprire ad una prima occhiata ma necessita di tempo per aprirsi e farsi conoscere ma quando lo fa rende felice chi le sta accanto perché è pura, illumina chi la circonda con la sua semplicità ,senza artifici, senza malizia ed è proprio di questo che Giulio resta attratto, vuole conoscerla, vuole esplorare il mondo di una ragazza che lo rassicura, lo capisce e lo completa.

Uno dei personaggi chiave è Tommaso, il fratello minore di Giulio, una ragazzo Down che , pur avendo le sue "diversità" ( nel senso più buono del termine) e difficoltà , ha delle aspirazioni molto comuni, un desiderio di spazio tutto suo, di indipendenza e di interessi tipici di ogni suo coetaneo. È stato bello poter leggere ed esplorare la psiche di un ragazzo affetto da questa sindrome, che non si sente diverso dagli altri ma semplicemente, nella sua purezza e innocenza ama con tutto se stesso e vuole essere amato, soffre, sogna e spera come è giusto che sia per ognuno. Il tema naturalmente è trattato con grande delicatezza e competenza, traspare chiaramente l’affetto e l’amore immenso dell’autrice verso questa realtà tutta da scoprire.

Un altro personaggio fondamentale per lo sviluppo della trama è Dafne , la migliore amica di Anna che è anche una delle conquiste di Giulio. Spregiudicata e sensuale, desiderosa anche lei di trovare l’amore,si butta a capofitto in storie fallimentari e , pur avendo un ruolo “particolare” all'interno della storia, non si può non apprezzarla, soprattutto nella parte finale, perché si dimostra un’ amica sincera e generosa, capace di perdonare e di andare oltre nonostante l’orgoglio ferito e il dolore.

"La poesia dell'anima" non è un racconto fatto di colpi di scena, avventure particolari , affascinanti miliardari o scene spinte , ma in un placido scorrere di vita quotidiana, di problemi che tutti potremmo avere nella vita reale, si sviluppa( ambientata ad Ancona) una delle più belle e delicate storie che io abbia mai letto.

Il merito che io attribuisco alla Mar è quello di aver saputo creare dei protagonisti veri,tangibili, con mondi e anime affini nella loro diversità e complessità , con grande perizia, senza essere pesante o artefatta.Descrive l'"interno" di tutti i personaggi, che non soni altro che persone comuni , con le loro paure e ambizioni, le loro voglie, problemi e ansie, in maniera chiara e accattivante, che spinge il lettore a essere vicini ai protagonisti e a capirli, immedesimandosi in loro ed entrando in empatia con la loro quotidianità

Scorre fluida una narrazione semplice, ma non per questo noiosa, approfondisce bene l'interiorità di tutti i personaggi e l'introspezione riservata a ognuno di essi, nessun periodo è prolisso , il racconto é ben curato nella struttura , linguaggio adatto e non "costruito", sono elementi "tecnici" non trascurabili ed è evidente che è stato fatto un ottimo lavoro, accurato e dettagliato in ogni aspetto.

"La poesia dell'anima" è una delle letture che ogni appassionata di romance dovrebbe fare, una perla rara, squisitamente rosa, da non lasciarsi scappare assolutamente!!







1 commento:

  1. Non so come ringraziare per queste parole splendide che mi resteranno nel cuore

    RispondiElimina