domenica 13 maggio 2018

Fading di E.K. Blair

Titolo: Fading #1
Collezione: Fading

Autore: e.k. blair
Editore: E K Blair LLC
Pubblicazione: 2013 
Genere: Romance dark 
459 pagine


Trama

Can a guilty conscience keep wounds from healing?
Fine arts major, Candace Parker, grew up with a mother who thinks image is everything, and her daughter’s perfection will never be good enough. About to graduate college and pursue her dreams of becoming a professional ballerina, Candace decides it’s time to let go and have a little fun. But fun is short-lived when a brutal attack leaves her completely shattered.
The memories that consume and torment Candace are starting to destroy her when she meets Ryan Campbell, a successful bar owner. He feels instantly connected and tries to show her that hope is worth fighting for. But is Ryan harboring his own demons? As walls slowly begin to chip away, the secrets that are held within start to become painful burdens.
At what point do secrets become lies?



Serie Fading: 

#1 - Fading 
#2 - Freeing 
#3 - Falling





Fading e’ il mio primo libro di E.K. Blair, la trama e la copertina mi hanno attratta subito.

Il libro e’ basato sulla violenza che Candice ha subito proprio quando aveva deciso di lasciarsi andare, di vivere la sua vita, di non rimanere rinchiusa tra scuola e sala prove.

Il trauma che la protagonista vive non si puo’ dire che si possa superare con facilità, è una ferita profonda che ti porti dentro per sempre, infatti Candice si chiude in se stessa, non riesce a reagire ma grazie al suo migliore amico trova il coraggio di rimettersi in gioco ed e’ cosi che il processo di guarigione avrà inizio.

Ryan, piano piano diventa suo amico, la semplicità’ e la tenerezza con cui riesce a conquistare la fiducia di Candice e’ disarmante. Qualcosa pero’ lo frena nell’osare qualcosa di piu’... un segreto che potrebbe rovinare tutto cio’ che ha conquistato.

Complessivamente il libro si legge tranquillamente e secondo me non ricade nella categoria del genere “dark”, in quanto la scena dello stupro rimane relegata a poche pagine e sara’ nello sfondo per tutta la storia. Il trauma che la protagonista vive e’ stato descritto in una versione un po’ “velata”, come se ci fosse un velo davanti ai nostri occhi, forse per questo motivo non sono riuscita a connettere con Candice; non ho provato la sua rabbia e il suo disgusto per quello che le stava succedendo.

Inoltre, il rapporto madre/figlia, a mio avviso, poteva essere sviluppato maggiormente per creare un senso di completezza del personaggio di Candice.

Il protagonista maschile, Ryan, e’ perfetto per la situazione, un ragazzo semplice e premuroso che capisce Candice prima ancora che lei capisca se stessa. Ryan e’ il motivo per cui ho continuato a leggere capitolo dopo capitolo, nonostante a volte abbia trovato la sua indecisione un po’ snervante.
















❤❤❤ E un'altra categoria spuntata nella Challenge di Chiara Cilli !!! ❤❤❤
Un Dark Romance :)



Nessun commento:

Posta un commento