martedì 10 aprile 2018

My Bitter Sweet Symphony di Paola Garbarino - Blog Tour ➔ ➜ Ricetta "Pici alle briciole a modo mio" Versione Veg e Carnivora (piatto ispirato al libro "My Bitter Sweet Symphony" di Paola Garbarino )



Trama: 
Ero lì con Lestat interamente, col cuore in vista oltre che la pelle. Ed era magnifico, era potentissimo e al tempo stesso m’impauriva perché capivo quanto tutto ciò mi stesse rendendo vulnerabile: lui avrebbe potuto prendere il mio cuore e posarlo accanto al proprio o avrebbe potuto schiacciarmelo sotto alle scarpe e io non sarei mai più stata integra.
Se il nostro posto è nel cuore della persona che amiamo, cos’è che ci riporta a casa?
Lestat è un giovane violinista prodigio, Stella una ragazzina folgorata dalla sua esibizione. Lui è cresciuto in orfanotrofio, lei tra i privilegi di una famiglia importante, eppure le loro anime affini s’incontrano sulle note di un’ipnotica melodia. L’attrazione è immediata ed esplode in poche ore, ostacolata però dai genitori di Stella.
Dopo quella notte, la vita li porta su due strade lontane, la separazione è una ferita che fatica a rimarginarsi. Quell’incontro però lascia una scia bruciante nel loro cuore.
Undici anni dopo, Lestat vive a New York, è sposato e alla ricerca di un figlio che non arriva. Stella, ancora ribelle e selvaggia, ha mollato l’università, diradato i rapporti con la sua ingombrante famiglia e lavora in un resort di lusso nella campagna toscana.
Un evento traumatico sprona Lestat a fuggire da New York, in cerca di serenità e di un luogo dove comporre in pace. Il Destino lo porta proprio in Toscana, dove la luce della sua Stella riesce a compiere di nuovo una magia.
Può la scintilla di un’attrazione bruciata in gioventù divampare ancora, dopo anni di lontananza?
Un romanzo intenso e profondo, commovente e romantico.
Dalla stessa autrice dei bestseller Amazon “Baby Don’t Cry”, “M+N Forever”, “Strange Love - Per una sola notte” e “Non ricordo ma ti amo”. Della serie new adult “Stars Saga” (“Come la coda delle comete, “Black Hole”, “Supernova”, “Pulsar”, “Starburst” e “Stella polare”); e del fanta romance “Il popolo dei Sogni”.
La storia, autoconclusiva, è narrata in prima persona dai due protagonisti.
Pagine: 368.
Dal 7 aprile 2018 in esclusiva su Amazon in e-book, cartaceo e abbonamento KU.

Estratto “Culinario”:

Busso e Dario mi apre la porta, serafico “Oh, ciao Stella.” come se fosse tutto normale, anzi, come se fosse quasi un po’ stupito di trovarmi lì.
“Cosa stai facendo?”“Ho appena disfatto la valigia e mi stavo preparando due spaghi. Ne vuoi?”
Per un attimo il mio stomaco risponde al posto mio: ho sempre fame ma sto cercando di contenermi per non far nascere un vitello “No, grazie, ho una bella insalata di pollo che mi aspetta a casa. Che cosa stai facendo qui, Dario?”“Secondo te? Piantala di fare la stronza!” secco e rientra in casa.Lo seguo e chiudo la porta.In effetti stava cucinando.Mi appoggio allo stipite della cucina.“Cosa pensi che stia facendo?”“Hai affittato la Ginestra per un mese.”
“Cos’è, non sono un ospite gradito?”“Dario, tu non sei un ospite.”Mi viene vicino, torreggia su di me “Appunto, non sono un ospite. Sono il padre della bambina che sta per nascere. Voglio esserci quando succederà.”
“Mancano almeno due settimane.”“E allora? Dovrei stare a Siena pensando che mi scriverai un tutto bene a cose fatte?” sputa un po’ di rabbia.
La butto sullo studio “Come farai con l’università?”“I corsi non sono ancora iniziati e mi mancano soltanto tre esami, non sono indietro. E poi chissenefrega! E senti chi parla, quella che l’università l’ha mollata.”Sospiro.È parecchio arrabbiato.“Va bene, puoi restare quanto vuoi. Gratis.”“Ho già saldato.”“Non voglio che paghi per aspettare tua figlia.”“Preferisco pagare. Così non mi devi niente.”“Dario…”“Abbiamo fatto tutto come volevi tu, adesso facciamo come voglio io.” deciso.So di dover cedere su qualcosa “Va bene, paga pure tutto il mese.”“Non è su questo che voglio che tu ceda.”“E su cosa?”Tira fuori dalla tasca un foglio stropicciato, lo spiega “Punto primo: il nome te lo devo approvare.”Mi siedo “Mi sa che li accetto gli spaghetti. Ho bisogno di carboidrati.”



Pici alle Briciole a Modo Mio 
(versione sia Veg con verdure che carnivora con la pancetta dolce)




Ingredienti (per 2 persone):

200 grammi di pici toscani
olio extravergine di oliva toscano
2 fette di pane toscano raffermo
sale q.b.
Per la Versione Carnivora: 60 grammi di pancetta dolce
Per la Versione Veg: 40 grammi di Pomodorini e 40 grammi di zucchine a tocchettini veramente piccoli cosi da farli cuocere lo stesso tempo dei pomodorini. 
Praparazione:
Grattugiare il pane raffermo e metterlo a tostare per alcuni minuti in forno finché risulterà dorato ma non troppo. Far bollire molta acqua in una pentola. Aggiungere il sale all'acqua bollente e immergervi i pici. Durante la cottura smuovere delicatamente i pici con l’aiuto di un mestolo evitando di romperli. Mettere in padella alcuni cucchiai di olio. Far soffriggere la Pancetta per la ricetta con la carne o le verdure per la ricetta veg. Aggiungere le briciole di pane tostato. Scolare i pici conservando un po’ di acqua di cottura. Mettere la pasta in padella insieme al condimento e amalgamare con cura aggiungendo un po’ di acqua se risulta troppo asciutta.



Altre tappe del Blogtour:



Paola Garbarino è nata a Genova il 30 novembre 1974. Ha studiato Letteratura e Arte e insegnato a lungo nella Scuola pubblica. Ha viaggiato molto e vissuto in Finlandia, Corea del Sud e Inghilterra. Attualmente vive in un esotico luogo del mondo assieme al marito e alle due figlie e sta scrivendo una nuova storia.
Contatti
Playlist del romanzo
(al momento non ancora attiva)

Playlist su YouTube:




2 commenti:

  1. Grazie mille, preparerò sicuramente anch'io questa ricetta, quella carnivora :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon appetito allora :) e grazie a te per averci scritto! :)

      Elimina