martedì 17 aprile 2018

Cobra di Amélie


TITOLO: Cobra 
(Fuoco di Russia trilogy #1)
AUTORE: Amélie
AMBIENTAZIONE: Russia
GENERE: dark/erotico
PREZZO: 2,99 euro – disponibile anche in Kindle Unlimited
DATA DI PUBBLICAZIONE: aprile 2018

TRAMA:

Avevo quattordici anni quando ho conosciuto l’uomo che avrebbe cambiato la mia vita: Ruslan Isakov.
Poi non l’ho più rivisto, ma non ho mai dimenticato il suo fisico imponente e forte, il suo volto sofisticato e virile, i suoi occhi cangianti, ora verdi ora nocciola, che mi guardavano come se volessero carpire i segreti più intimi della mia anima. Non ho mai dimenticato il potere e la sicurezza che emanava, la sua voce ammaliatrice, le sue parole cariche di sottintesi.
La sera del mio diciottesimo compleanno, Ruslan è ricomparso per portarmi via, perché la mia famiglia mi ha venduto a lui e io ho lasciato che mi comprasse, decisa a salvare l’ultima cosa preziosa che mi era rimasta. Ruslan mi ha strappato via dalla mia adorata Tikhvin nel cuore della notte e alle prime luci dell’alba, ero già a San Pietroburgo, intrappolata fra le pareti ostili della sua villa nascosta fra i boschi, in balìa di un covo di serpi. Ruslan è il peggiore della famiglia Isakov.
Lui è un cobra.
Il diavolo in persona.
E questa casa maledetta è l’inferno di cui sono destinata a diventare regina.
Non so se sopravvivrò a loro e a tutto ciò che mi faranno, ma una cosa è certa: lotterò con ogni fibra del mio essere per non lasciarmi annientare.
Cobra è il primo volume della trilogia Fuoco di Russia.


**ATTENZIONE, CONTEMPORARY DARK ROMANCE**
Contiene scene molto forti che potrebbero urtare la sensibilità delle persone.

Serie Fuoco di Russia: 
#1 - Cobra
#2 - INEDITO 

                                                                             



Care Girls, eccomi qui, pronta a parlarvi dell’ultimo lavoro della nostra Amélie, Ho aspettato con ansia questo libro, perché dagli “assaggi” che ci dava l’autrice per stuzzicare il nostro appetito, si capiva che sarebbe stata una lettura coinvolgente, così appena l’ho avuto tra le grinfie mi ci sono buttata a rotta di collo!!!

La storia ha inizio a Tikhvin, una cittadina della Russia, dove vive Zara, una ragazzina di 13 anni, insieme ai suoi genitori e al fratello Jurij, più grande di lei ma con cui ha un rapporto simbiotico, lei vive per lui, lui vive per lei… Si vogliono un bene dell’anima e questo amore si manifesta in ogni loro gesto, per lei è il suo tutto, il suo confidente, il suo migliore amico, viene anche prima dei genitori stessi, lui è un bravo violinista e insegna anche a lei a suonare il violino. Tutto trascorre in armonia sino a quando un brutto evento sconvolgerà la vita dei ragazzi.

A causa di ciò nulla sarà più come prima, soprattutto per Jurij che, dopo un anno dall'accaduto, sparirà per sempre dalla sua vita, lasciando un biglietto con su scritto di non cercarlo. Da quel momento in poi per Zara è come vivere a metà, non si dà pace, anche perché i genitori si sono arresi alle vane ricerche di ritrovare il figlio.

Un giorno, quando la tristezza si fa sentire più del solito, prende il violino del fratello e va a suonare sulle rive del fiume vicino a casa sua, ed è lì che incontra per la prima volta Ruslan Isakov. Lui rimane colpito dall'innocenza che sprigiona la ragazza, dalla sua bellezza, ma resosi conto della sua giovane età, la saluta con questa promessa.
Quando i tempi saranno maturi, io tornerò da te

E così sarà…

Questa è una storia che si legge con la tachicardia, stavo col cuore che mi batteva all’impazzata già nel primo capitolo e questa sensazione si è ripetuta più volte nel corso della lettura!!! Il protagonista non è una bella persona, ci tengo a precisarlo, l’ho odiato e lo odio tuttora, ma è indiscutibile quanto sia enigmatica e affascinante la sua personalità. Ho provato a capirlo, a trovare una giustificazione ai suoi modi di fare, che so, un’infanzia infelice, un abuso, una famiglia disastrata, niente di tutto ciò, anzi è ricchissimo e l’amore per i suoi famigliari va al di sopra di tutto. Per cui, vi lascio immaginare a che livelli assurdi sia arrivata la mia curiosità nel cercare di carpire i segreti che si nascondono all’interno di questa, all’apparenza, famiglia perfetta. Un assaggio lo abbiamo quando Ruslan, dopo aver “comprato” Zara, la porta nella sua meravigliosa casa, a San Pietroburgo, e se la ragazza pensava di venire accolta a braccia aperte dagli Isakov, dovrà ben presto ricredersi. Il padre di lui, Oleg, è uomo odioso, la sorella Selina, splendida per quanto infida e l’imperturbabile fratello Sasha, che sembra essere, apparentemente, quello più innocuo, sono i componenti di questa famigliola mooolto particolare. Naturalmente non leggerete di cene a lume di candele, sviolinate e di teneri corteggiamenti tra Ruslan e Zara, lui non la bacia mai, il diavolo non bacia…



Sentirai la mia bocca su ogni centimetro del tuo corpo, ma non qui...Mi picchietta il labbro inferiore. ..Mai qui. Il mio cuore batte solo per la mia famiglia. Per te, invece, è e sarà sempre muto... 


Preferisce sporcarla e marchiarla diversamente, in modo degradante e umiliante, come la persona crudele e insensibile che è, sa come e dove colpire, inoltre lei è una che lotta come una tigre pur di non sottomettersi, tanto da portarlo a compiere azioni riprovevoli e disumane. La vuole al suo fianco, volente o nolente, educarla, plasmarla, insegnare al suo corpo a soddisfare i suoi desideri più carnali, piegando la sua anima sino a renderla perfetta ai suoi occhi.

A questo modo di scrivere di Amélie ci sono abituata, ma mentre negli altri suoi libri i personaggi maschili erano più “giustificabili” nelle loro azioni, in Ruslan la motivazione è un vero mistero. Che abbia una personalità disturbata lo si nota da come si rapporta con Zara, anche se il livore nei suoi confronti lascia sospettare che ci sia ben altro sotto…la vuole annientare nel corpo ma soprattutto nello spirito. Alcune scene però le ho trovate un tantino inverosimili, in questo voglio essere sincera, bastava allungare la tempistica degli eventi e tutto sarebbe sembrato più plausibile. Vi starete chiedendo se Zara lo ami? Ebbene l’attrazione tra i due c’è, nonostante i modi da psicopatico di lui, ma è solo desiderio fisico, chimica, niente di più profondo ed emozionale, non potrebbe essere diversamente, per il momento… 

Amélie sa come catturare la nostra attenzione, la descrizione dei bellissimi paesaggi della Russia, la simbiosi che Zara ha con la natura, tanto da renderla un tutt'uno con essa, l’analisi dettagliata della personalità dei protagonisti, sono punti che la rendono una scrittrice attenta ai particolari, capace di regalarci anche momenti di dolcezza e non solo di violenza, La storia si snoda su eventi del passato che si intrecciano con quelli del presente, il tutto scritto in maniera molto chiara. Amélie non è un’autrice per tutti, ma solo per quella cerchia di lettori che amano leggere e provare emozioni forti, per cui, le deboli di cuore sono avvisate, state alla larga dal libro!!! Per chi invece ama il genere dark non può non lasciarsi catturare dalle spire del Cobra e dal suo freddo sguardo enigmatico. Non vedo l’ora di leggere il seguito, di scoprire l’evolversi della storia, con la speranza che l’autrice possa approfondire alcuni aspetti raccontati in maniera sommaria in questo primo libro della serie, so che non mi deluderai Amélie. Alla prossima Girls!











❤❤❤ E una destinazione spuntata nella challenge di Il Libro sulla Finestra !!! ❤❤❤
Ecco a voi la Russia :)



Nessun commento:

Posta un commento