mercoledì 14 marzo 2018

Punizione Divina di Paola Chiozza

Punizione Divina
Paola Chiozza
422 pagine
Romance Comico
Self


Trama:

«Un romanzo che vi farà piangere… dal ridere!»

Cosa c'è di meglio di un paio di Jimmy Choo? Niente, almeno secondo Giuditta Moretti. Sa bene che non dovrebbe spendere tutti quei soldi, non con il tirocinio a New York alle porte. Ma nemmeno il santino di Giorgio Armani e l'apparizione mistica di Donatella Versace riescono a tenerla a bada.
Ha ceduto alla tentazione, e ora può solo sperare che il karma non le si rivolti contro…
Speranza vana, ovviamente. Perché un errore di smistamento digitale (o punizione divina) ha dirottato il suo tirocinio. Non più un'esperienza di classe in un'importante agenzia finanziaria di Manhattan, ma un incubo in un inutile ranch sull'orlo del fallimento nel Montana.
Cavalli (non lo stilista Roberto, purtroppo), tori, mucche e puzza di cacca.
E Scott Sullivan, muscoloso e sexy cowboy amante dei rodei, arrogante, sporcaccione e pieno di sé. Un rubacuori da strapazzo che le ragazze di Whitefish venerano neanche fosse una divinità.
Tra figuracce imbarazzanti e cortocircuiti ormonali, riuscirà Giuditta a uscirne viva, terminare il tirocinio e laurearsi con il massimo dei voti?






“Salva un cavallo… cavalca un cowboy” .. Questo motto non lo dimenticherò presto!

Punizione divina è IL libro che mi ha fatto riprendere a leggere dopo due mesi di inattività! Giuditta e Scott mi hanno stregata completamente! Mi hanno fatta ridere, sperare, piangere, arrabbiare.. e tutto in una sola volta! Sono agli antipodi, ma combaciano perfettamente.

Giuditta, snob, figlia unica e viziata, brava a scuola certo, ma con un carattere da so tutto io.

Scott, cowboy, sciupafemmine, attaccato alla famiglia.

Giocano al gatto e al topo..

Il Montana. Una piccola cittadina dove le voci corrono, e Giuditta si ritrova a far figuracce su figuracce.

Tutto la storia è basata sul ricostruire un luogo da zero nella sua economia. Un hotel gestito dalla famiglia Sullivan ha bisogno di aiuto. E dall’Italia mandano Giuditta, una giovane studentessa che sognava New York. La grande mela piena di marche di scarpe, Borse… shopping insomma.. e invece si ritrova in mezzo a cavalli, fango e sciupafemmine mezzi nudi tutto il giorno! E da qui si assiste al cambiamento in lei e nei vari personaggi della storia. Si assiste a crescite interiori in ogni personaggio. Giuditta diventerà più matura come anche Scott, la famiglia prenderà sul serio tutto il lavoro da fare per rimettere in sesto un luogo che non ha molte speranze, amicizie che nascono, amori che finiscono.

Un libro dove si parla di famiglia. Tutto viene descritto alla perfezione. Luoghi, sentimenti, personaggi, caratteri forti o deboli, l’amore. Non viene tralasciato nulla! La scrittrice ha creato dei personaggi che più opposti non si può e li ha assemblati come un puzzle. Libro scherzoso, pieno di battute ma serio allo stesso tempo.

Si legge in fretta e l’editing è perfetto! Non ho trovato errori ne nulla! Una bellezza per gli occhi e per la mente! Un libro che consigli vivamente a chi crede nel vero amore, a chi crede nell’amicizia, a chi crede nello spirito di famiglia, a chi crede nelle seconde possibilità! Insomma a tutti!

E poi se in sottofondo abbiamo due star della Moda che fanno da madrine a Giuditta, siamo apposto! ;)










Nessun commento:

Posta un commento