sabato 22 luglio 2017

Quando arriva la notte di Francesca Petroni



In bilico tra passione e tentazione nel nuovo libro di Francesca Petroni
“Quando arriva la notte” in libreria per La Corte Editore
Dopo il successo di “L’altro lato del sole” la scrittrice romana torna con un romanzo che
racconta un amore travolgente e il desiderio di ribellione di una giovane donna in carriera
L’uomo seduto di fronte a lei sostiene di essere il diavolo e a
Virginia sembra proprio che sia così. Giovane, bello e
potente, Cassio Deloitte è il presidente dell’azienda in cui
lavora, una multinazionale che vende gioco d’azzardo in tutto
il mondo. Fa parte di una famiglia importante, che ha legami
e influenze nelle più alte sfere economiche e politiche. Per
Virginia è ciò che di più lontano possa esistere. La sua vita
scorre anonima, da brava ragazza, brava fidanzata, brava
lavoratrice. Sarà l’incontro con Cassio che stravolgerà la sua
esistenza. La passione e la dipendenza che si instaurerà tra
loro la costringeranno a togliere una alla volta tutte le
maschere che ha sempre messo per cominciare a vivere
davvero ogni singolo aspetto della propria vita, con tutti i
rischi, però, che questo comporta.

***

Dopo il successo di L’altro lato del sole che l’ha fatta
conoscere e apprezzare al grande pubblico, a luglio la
scrittrice romana Francesca Petroni torna in libreria con
il nuovo romanzo Quando arriva la notte, pubblicato da
La Corte Editore, una storia di passione e tentazioni che
affascinerà e farà tenere i lettori con il fiato sospeso fino
all’ultima pagina.


Francesca Petroni
QUANDO ARRIVA
LA NOTTE
La Corte Editore
pp. 226 - 15,90 euro
ISBN 978-88-96325-92-6

Trama:

La vita di Virginia - bellissima quanto insicura, intrappolata
in una relazione con un fidanzato che non ama e un lavoro
che non la valorizza - scorre tra la frenesia della
quotidianità e l’apatia nei confronti del mondo che la circonda. Non sa ancora che tutto è
destinato a crollare all’improvviso quando a un colloquio con le Risorse Umane si imbatte per la
prima volta nel presidente di Gameology, l’azienda che vende gioco d’azzardo online in cui la
giovane lavora da tre anni. Ambiguo e sprezzante della vita, logorato da un segreto
misterioso che affonda le radici in un lontano passato, Cassio Deloitte - il cui nome
letteralmente significa "vano o vuoto” - arriverà a sconvolgere la vita di Virginia e al tempo
stesso le insegnerà a sciogliere le difese per liberarsi dalle costrizioni che la opprimono.
Sullo sfondo di una Roma che rievoca le atmosfere di Eyes Wide Shut di Kubrick, tra ricchi
rampolli dell’alta società e scandalosi festini, Cassio trascina Virginia in un vortice di
tentazioni e dipendenza. «Quando arriva la notte è una metafora del desiderio di ribellione -
racconta l’autrice -: quante volte ci troviamo in ambienti che nostro malgrado siamo costretti a
subire? Ecco allora che anche le situazioni più negative possono darci una spinta a mettere tutto in
discussione. Tutto quello che Virginia affronta pagina dopo pagina - le difficoltà sul lavoro, la morte
della madre, il fulmineo innamoramento con Cassio - diventano l’occasione per riconsiderare una
vita che non la soddisfa. È il cammino verso la consapevolezza di una persona che finora ha
sempre cercato di realizzare le aspettative altrui nell’intenzione di fare la cosa giusta e che, anche
attraverso i propri errori, impara a capire che la libertà ha un prezzo».
Una libertà che per Virginia non si realizza solo dal punto di vista sentimentale, ma anche
nella sfera professionale: «Le sue frustrazioni e le delusioni dovute alla mancanza di
meritocrazia sono le stesse che abbiamo subìto tutti almeno una volta», continua Francesca
Petroni, che nella vita reale condivide con la protagonista un lavoro come responsabile marketing
di prodotto in un’azienda che si occupa di giochi. «Il libro trae in parte ispirazione da questo
ambiente, spesso molto competitivo, per raccontare il percorso umano di Virginia, che trova il
coraggio e la forza per attraversare e superare le difficoltà solo nel momento in cui comprende che
crescere non significa voler cambiare il mondo, ma il proprio atteggiamento nei confronti di ciò che
la fa soffrire. Cassio, che si presenta come la personificazione del Diavolo, altro non è che il
simbolo di questo sentimento di ribellione che ci spinge a rinnovarci anche passando attraverso
l’inferno della dipendenza».

Quella di Francesca Petroni è una scrittura originale, che attraverso l’espediente della
narrazione in seconda persona singolare chiede al lettore stesso di essere protagonista e
immedesimarsi nelle emozioni di Virginia, con il risultato di riuscire a tenere alta la suspense
regalandoci infine una conclusione inaspettata.

 

Nessun commento:

Posta un commento