martedì 16 maggio 2017

The story of Matilde di Cassandra Sassi

Titolo:  The story of Matilde
Autore: Cassandra Sassi
Uscita:  2016
Genere:  Romanzo
Editore:  Self publishing

Ciao bookish!
Se devo essere sincera il titolo non ha attirato particolarmente la mia attenzione, anzi… L’ho trovato un po’ scontato e poco incisivo… Il termine giusto potrebbe essere generico, ma tutto sommato, la trama sembrava promettere piuttosto bene.

Trama
Matilde figlia di genitori separati vive con sua madre, medico di successo e sua sorella che sta percorrendo la stessa strada, nella caotica "Città Eterna". Frequenta, da sempre, la Roma da bene. Convinta che sia il suo rifugio sicuro, pensa di potersi fidare della gente che la compone. L'errore più grande della sua vita. Durante una festa in piscina, a casa di un'amica, un mese prima del suo diploma, è vittima di uno scherzo di dubbio gusto che le provocherà cicatrici indelebili. Invece di avere, dalla sua parte, una madre attenta e comprensiva, trova un muro. Dopo il suo diploma la donna, la spedisce con tutti i suoi averi dal padre, un docente di storia dell'Università di Cagliari, il quale vive sulla costa di Portoscuso con la sua compagna, Monica, da ormai cinque lunghi anni. Matilde, pur di allontanarsi da tutto e tutti accetta di partire. Questa nuova destinazione la porterà a fare i conti con sé stessa e verrà a conoscenza di un segreto che la riguarda e che, ancora una volta, la costringerà a prendere delle decisioni dolorose. Qui incontra Andrea, il figlio venticinquenne di Monica, il quale le stravolgerà la vita. Appena tornato dal Kenya, cerca anche lui un po' di pace. Qualcosa lì giù l'ha segnato. Chi sa cosa accadrà tra i due. Una nuova avvincente storia d'amore e non solo, che vi terrà con il fiato sospeso pagina, dopo pagina.

Recensione
Mi sono lasciata convincere dalla trama, che per certi versi mi ricordava qualche altro romanzo, ad essere sincera, volevo vedere se si trattava di un’imitazione di un libro già letto oppure di qualcosa di più originale che si discostasse dal comune.
Diciamo che in parte sono stata accontentata: il libro ha una storia diversa rispetto a quanto di scontato mi sarei potuta aspettare, eppure non è stato in grado di convincermi in pieno. Se è vero che non posso bocciare in assoluto la trama, è altrettanto vero che gli eventi, in qualche caso, sono narrati in maniera frettolosa, poco approfondita e per nulla esauriente.
Di certo non mancano, qui e lì, momenti di suspense, colpi di scena e situazioni inaspettate, che sono in grado di scorgere nella trama del romanzo un ottimo potenziale che, purtroppo, personalmente, non credo sia stata sfruttato al massimo.
Quel che emerge, infatti, è una scrittura piuttosto scarna, poco ricercata e talvolta poco curata, complice forse il fatto che si tratti del primo libro dell’autrice. Il buon scorrere della lettura è minato da qualche refuso lessicale, grammaticale, sintattico che stridono un po’.
Per quanto riguarda i personaggi… La loro personalità mi ha convinto un po’ meno rispetto al dipanarsi della storia. Andrea, il protagonista maschile del romanzo per certi versi si dimostra poco maturo, superficiale e la sua personalità non mi ha coinvolto in pieno. Matilde è una ragazza giovane, incerta, forse per certi versi anche titubante che è quindi in grado di suscitare tenerezza nei confronti del lettore che si avvicina e si emoziona con lei.
Ultima considerazione: il titolo… Lo cambierei proprio! È vero che trova perfetta coerenza con la trama, ma personalmente lo trovo un po’ anonimo.
In conclusione, non mi sento di bocciarlo in toto, il libro si legge, la trama sta, tutto sommato, in piedi, ma credo manchi quel quid in più in grado di incantare il lettore e di farlo innamorare dei protagonisti!

Consigliato a…

A chi si lascia incuriosire della trama…

Nessun commento:

Posta un commento