mercoledì 24 maggio 2017

SU ALI D’AQUILA di Flavia Basile Giacomini



Titolo: Su ali d'aquila
Autore: Flavia Basile Giacomini 
Pubblicato: 2014
Editore: Youcanprint 
Genere: Sentimentale 
Pagine: 422



Una promessa d'amore capace di cambiare il destino di una storia. Un sogno che si trasforma in incubo e la capacità unica di riuscire a guardare oltre ciò che appare. La straordinaria forza di varcare anche i limiti che la ragione impone. Rebecca e Gregory. Oltre la passione, oltre l'amore, oltre la paura, oltre l'oscurità del male. Perché dovrai credere anche a quello che non pensavi fosse possibile, per riuscire ad attraversare scalzo l'inferno.



TRAMA:





Scenderei a piedi nudi all'inferno per venirti a riprendere, se fosse necessario.

Questa è la promessa d’amore fatta da Rebecca a Gregory, chirurgo molto più grande di lei, che l’ha travolta in una storia di passione ed erotismo, legandola a sé indissolubilmente e per sempre. Una promessa che la lega a un destino che nessuno avrebbe potuto immaginare.

La storia d’amore invidiabile si trasforma in incubo, quando ciò che agli occhi del mondo sembra essere un banale tradimento, per Rebecca è istintivamente qualcosa di molto più grande. Lei, infatti, è l’unica a guardare oltre l’evidenza dei fatti e a credere con tenacia nell'indissolubilità del suo amore. Gregory non l’avrebbe tradita mai, di questo Reb è convinta oltre ogni ragionevole dubbio, e inizia da qui la sua discesa verso l’inferno per riprendere ciò che le appartiene.


Una grandissima storia d’amore attorno a cui ruotano intrighi internazionali e politici.

Una grande storia d’amore, un thriller psicologico ad alta tensione che tocca le corde segrete e temibili dell’occultismo e del mondo paranormale.

Tutto ciò che è nascosto nelle peggiori paure può sempre diventare reale e soltanto un grande amore può sconfiggere un destino avverso.





RECENSIONE:


Ragazzi che storia incredibile è questa!!!! Mai letto nulla di simile! Una miriade di emozioni, pensieri, accadimenti surreali che portano ad una riflessione continua e significativa. Uno sbalzo continuo tra realtà, subconscio e una larga fascia affronterà la fede e in un certo senso l’aldilà… c’è tutto, ma proprio tutto in questo romanzo di Flavia Basile Giacomini…
Ma andiamo per ordine!
Il romanzo sostanzialmente è diviso in tre grosse parti: la PARTE PRIMA denominata “Il volo” che inizia semplicemente con queste parole:

“Ci siamo incontrati dentro l'acqua, in piscina.”


E’ l’inizio di una magnifica storia d’amore tra Gregory e Rebecca, un incontro di quelli carichi di “chimica” come piacciono a me. Sguardi e provocazioni da brividi continui!
E qui non inizia solo un amore e una passione ma anche una vera e propria promessa di vita!! Proprio quella promessa citata dalla trama

“Scenderei a piedi nudi all'inferno per venirti a riprendere, se fosse necessario”

sarà il succo dell’intera storia! Perché quando sembra andare tutto a gonfie vele e l’amore trionfare ecco che succede qualcosa!

«Reb, a tutto c'è sempre un rimedio. Sei solo tu a decidere che cosa vuoi fare della tua vita, nessuno di noi può dirti che cosa sia giusto o non lo sia. Perché giusto e sbagliato sono solo due aggettivi che diamo al modo con cui ci sentiamo giudicati dagli altri… ma se scegliessimo soltanto sulla base dei giudizi altrui, vivremmo soltanto una vita di rimpianti».


Ed eccoci alla PARTE SECONDA: “La caduta” dove iniziano subito a subentrare visioni, sensazioni di mistero, oscurità  contrapposti alla “luce vera”, dalla nascita dei loro due figli, soprattutto la secondogenita Alexandra, arrivata proprio come uno spiraglio di luce e di vita, un angelo mandato direttamente da Dio.
Una battaglia tra il bene ed il male, forze oscure, addirittura Sataniche e forze celesti, angeliche mandate da Dio.

Rebecca la protagonista in prima persona che racconta sempre tutto dal suo punto di vista e Gregory che subisce dei cambiamenti non dovuti a se stesso. La continua presenza di forze esterne, simboli e significati, si parla di autolesionismo e di rapporto padre-figlia. Un legame fortissimo di Rebecca con il suo papà turbato però da grosso segreto, una doppia vita tenuta nascosta per non creare scandalo, ma nulla può contrapporsi alla forza di un legame “di sangue”. Una malattia e una sofferenza che si conclude poi con la pace dei sensi. L’interpretazione della morte come una liberazione dalla sofferenza, una nuova vita, una nuova luce, un aiuto che arriva “dall'alto” in tutti i sensi!

«Hai mai letto l'Apocalisse?».
Optai per la sincerità: «Sì, alcune parti, ma non la comprendo».
«Devi leggerla. Parla degli angeli. E della Madonna. Di come Dio abbia dato loro il potere di schiacciare Satana. Conosci l'arcangelo Michele?».
«Sì, con la sua spada di fuoco...».
«Apocalisse dodici, l'arcangelo Michele è a capo delle schiere angeliche nella battaglia contro il demonio. Chiedi a Dio che sia lui a seguirti in battaglia. La sua spada ha la potenza che gli è stata data da Dio, di sconfiggere il Male».

Nella PARTE TERZA “L’ascesa” scopriremo molte cose, ci sarà in un certo qual modo una rinascita e una riscoperta. Un ritorno alla vita che, anche se parzialmente ci era stato preannunciato dal PROLOGO iniziale nulla ci portava a sospettare così tanto durante la lettura!!!

Questo è un romanzo che “vive di vita propria”, ha un suo perché e una sua anima, comprende il bene e il male, la vita e la morte. Lasciatevi trasportare da questa storia e non ve ne pentirete: non manca davvero nulla!!! Storia vera che vi lascerà con mente e cuore ricchi di un bagaglio infinito di emozioni e riflessioni. Perché l’amore vero è una promessa e una promessa fatta è per sempre e va mantenuta a qualunque costo, anche se tutto questo porterà a soffrire e ad arrivare quasi a toccare il fondo… Non smettete mai di crederci!!!!!!!!!!!!!


Perché come dice Rebecca:

“Gregory è l'uomo che amo da sempre, dalla vita prima e in questa vita dopo. L'uomo che mi ha fatto apprezzare il valore di un paio di scarpe ai piedi tanto quanto il valore della vita stessa.”






Buona lettura Bookish!












BIOGRAFIA AUTRICE:



Mi chiamo Flavia Basile Giacomini e sono nata a Roma il 28 agosto 1974. Ho studiato Sociologia con indirizzo ”Comunicazione e mass media” all'Università La Sapienza di Roma. Sono sposata e ho tre figli, perciò sono innanzitutto una madre. In passato ho partecipato a concorsi di poesia. Ad oggi ho scritto tre romanzi.


“Scrivere è come dipingere un quadro con i colori dell’anima e i pennelli dei ricordi. Le parole sono sfumature, lo stile e la tecnica sono l’occhio e la mano dell’artista. L’opera d’arte sta nell'incanto che genera in chi la osserva. Vive dello stupore e dei sogni degli altri.”


Nessun commento:

Posta un commento