domenica 14 maggio 2017

INTERVISTA a Fina Sanfilippo, autrice di "Hackerami il cuore"

Buongiorno Bookish! Oggi abbiamo ospite qui da noi Fina Sanfilippo, autrice del romanzo "Hackerami il Cuore".
Ecco alcune informazioni sulla storia:




HACKERAMI IL CUORE è un Romance di pubblicazione Self uscito il 7 Marzo u.s. di 350 pagine circa. 

TRAMA:




Una minaccia li farà incontrare.
Una bugia potrebbe dividerli per sempre.


John Sebastian Spencer è un nuotatore olimpionico. Bello e arrogante, è abituato ad avere sempre il controllo su ogni aspetto della sua vita. Da sempre rifiuta ogni tipo di legame affettivo con le donne, perché convinto che l'amore renda deboli, vulnerabili. Per lui contano solo i suoi nonni e la sua carriera, tutto il resto è destinato ad essere solo di passaggio.

Ma se all'improvviso la sua vita, e quella della sua famiglia, fossero messe in pericolo da un cracker sconosciuto? 
Per la prima volta non è lui ad avere le redini del suo destino. Tutto dipende dall'unica persona in grado di aiutarlo.

Ma se lei fosse anche la sola in grado di scalfire la corazza in cui ha chiuso il suo cuore?
Sarà disposto a rischiare pur di scoprire chi lo sta minacciando?

Antonietta Berardi ha realizzato il suo sogno. Si è trasferita a New York per inseguire la sua aspirazione: diventare un hacker. Oggi è una delle esperte informatiche più quotate in circolazione.
Ha dedicato tutte le sue energie al lavoro, trascurando così la sua vita privata.
Ma nonostante sia una ragazza indipendente e realizzata sogna il grande amore.
E se quell'amore si nascondesse in due occhi color smeraldo? 

Due occhi che nascondono un anima tormentata, che aspetta solo di essere salvata. Antonietta è una donna forte e sincera, ma non pensa di essere la donna adatta ad aiutare John.
Eppure non ha scelta... il fato ha deciso per lei. Perché quando i sentimenti entrano in gioco è impossibile tirarsi indietro.
Desiderio e pericolo si mescolano in un intreccio unico ed emozionante. 
John e Antonietta cosa faranno?

Rimarranno aggrappati al passato o seguiranno il loro destino?







Ed ora facciamo qualche domanda alla nostra autrice:






Ciao Fina Sanfilippo! Sei pronta a farci conoscere un po’ più di te e del tuo romanzo HACKERAMI IL CUORE?

Dopo aver letto il tuo libro ho alcune domande da porti.




Innanzitutto parliamo un po’ di te come donna e come scrittrice:

1.     Chi è Fina Sanfilippo? Dove vivi e cosa fai nella vita?
Sono una ragazza di quasi ventinove anni, vivo a Genova insieme a mio marito e al nostro bimbo di tre anni. Lavoro insieme a mio marito (lo so lo so è da pazzi ah ah, ma dopo tanti anni abbiamo trovato il nostro equilibrio) in un negozio all'ingrosso.
Amo leggere e scrivere, amo le serie tv, i film e la musica. Adoro i dolci, ma anche la pizza, il pesce, la pasta… beh avrete capito che sono una buona forchetta.
Sono una ragazza semplice, testarda ma di cuore, che ama la sua famiglia e cerca di dedicarsi alle sue passioni. Ho iniziato a realizzare il mio sogno, adesso ho tanta strada da fare per far sì che questo continui.

2.     Come è nata la tua passione per la scrittura? Hai un autore o un libro che ti hanno ispirato talmente tanto da dirti “ ho voglia di creare una storia tutta mia”?
Una delle mia autrici preferire è Nora Roberts, amo la sua scrittura e le sue storie. Ma ci sono moltissime altre autrici che mi hanno ispirato sia fantasy che romance.
Sin da ragazzina ho sempre avuto la voglia di cimentarmi nella scrittura, ho anche buttato giù qualche idea, ma alla fine ho sempre mollato. La paura di fallire o di non essere all'altezza hanno dato un freno al mio sogno, mettendolo di conseguenza da parte. Poi l'anno scorso quando ho iniziato ad interagire in vari gruppi di fb, quella voglia è tornata più forte che mai. Un giorno ero al lavoro e la storia di Amami come se non ci fosse un domani è arrivata, così all'improvviso totalmente inaspettata. Allora ho deciso di darmi una possibilità.

3.     La tua storia com’è nata?
Hackerami il cuore è nato come effetto collaterale. Ho scritto un libro dove John e Nietta erano presenti, ma non erano i protagonisti. Una volta finita la stesura non ero soddisfatta, mancava quel non so che in grado di rendere il libro perfetto ai miei occhi. Allora ho scelto di accantonarlo momentaneamente.
Nonostante il libro in se non andasse, c'erano però quei due personaggi da cui continuavo a tornare con la mente, quindi ho iniziato a pensare a loro… ed ecco che la storia è arrivata.

4.     Per la stesura del tuo racconto ti sei ispirata ad eventi del tuo vissuto?
No, tutto ciò che ho raccontato è frutto della mia fantasia.

5.     Per il volto dei tuoi personaggi principali ti sei ispirata a persone a te care o note? Se note che volti avrebbero?
Quando scrivo una storia non penso mai a dei presta volto, mi affido alla fantasia. Solo dopo aver delineato le loro caratteristiche fisiche, cerco qualcuno che li possa rappresentare. Per Hackerami il cuore ho scelto il modello Leo Rico, e l'attrice Shay Mitchell.

6.     Il genere che scrivi, è anche il genere di libri che ami leggere?
Sì, amo i romance. Però adoro anche i fantasy, gli storici, i dark (anche se non tutti) e gli erotici.

7.     Di che autrici/autori ami i libri?
Mi servirebbero dieci pagine per dirle tutte ah ah ah.
Allora ne dirò solo alcune, partiamo dalle italiane: Anna Premoli, Sagara Lux (ha uno stile unico), Barbara Bolzan (appena scoperta ma che adoro), Malia Delrai (che mi ha fritto il cervello con Roman), Letizi Musu (i suoi storici sono incredibili), Asia da Costa (emozionante in ogni libro), sono alcune delle mie preferite.
Poi le straniere sono: Nora Roberts, Penelope Douglas, Jennifer Armentrout, J.K Word, Lara Adrian, Larissa Ione, Jay Crownover, Jennifer Probst.
Che dici bastano? Ah ah ah.

8.     Qual è l’ultimo libro che hai letto?
Sto leggendo Piacere russo di Malia Delrai, ultimo libro letto Un imprevisto chiamato amore della Premoli.




E ora parliamo nello specifico di “Hackerami il cuore”:




9.      Chi rappresenta per te John Sebastian Spencer con il suo carattere apparentemente forte ma con il cuore buono?
John è un uomo immaginario, ma che dal principio mi ha conquistato. La sua crescita e la sua lotta per capire di meritare l'amore hanno creato una sorta di legame con lui. John rappresenta la speranza. La speranza di essere amati per come si è, la speranza che per tutti prima o poi possa arrivare l'amore.

10.  Antonietta è la tipica ragazza per bene e verrà travolta da un amore e una passione più forte di lei. E’ capitato anche a te di vivere una storia come la nostra protagonista?
Non ho vissuto nulla di simile alla sua storia, anche se devo ammettere di essere stata travolta dall'amore. Però Nietta ha aspettato ventisei anni, per me il grande amore della mia vita è arrivato a solo quindici anni. Amore che dura ancora oggi.

11.  Mi è piaciuto un sacco il rapporto che ha John con i suoi nonni e come lo hai descritto. Sei particolarmente legata anche tu ai tuoi nonni come lui? O a quale figura della tua vita ti sei ispirata per raccontare di loro?
Mi sono ispirata al rapporto che ha mio marito con i suoi nonni. Nonni che sento anche un po’ miei. L'amore che hanno per i loro nipoti e vice versa è unico, ed emozionante.

12.  E adesso parliamo di James…. Lo abbiamo conosciuto poco all’interno del romanzo e mi hai lasciato quel pizzico di curiosità… cosa puoi dirci di più su di lui?
Non posso dirti nulla ah ah ah. Svelerei troppo… posso solo dire che James è diverso da John, sia come carattere che come passato.

13.  Nel finale ci lasci una porta aperta per un possibile sequel riguardante proprio James… ci posso sperare o per te la storia si chiude qui? Ci puoi anticipare qualcosa?
Il libro su James è in fase di scrittura, non potevo non raccontare la sua storia. Posso dirti che James avrà la su rivincita, ma che dovrà lottare per averla, perché il suo passato e quello di Federica metteranno a rischio ogni cosa. Può bastare??

14.  Ultimissima cosa, quale domanda vorresti che ti fosse fatta che noi non ti abbiamo fatto, che tu reputi importante? (ponila e datti anche una risposta)
Questa è la più difficile…ok fammi pensare un minuto, o dieci ah ah ah.
Allora vorrei che mi aveste chiesto: Grazie a chi hai avuto il coraggio di iniziare questo viaggio nel mondo della scrittura?

A mio marito, l'uomo della mia vita. Il suo sostegno e il suo appoggio sono fondamentali per me. Quando si sta insieme da quasi quattordici anni si crea un legame unico, grazie al quale si possono superare i propri limiti, avendo sempre la certezza di essere amati e incoraggiati in ogni momento.





Vorrei ringraziarvi per la vostra disponibilità e per avermi dato l'occasione di far conoscere meglio sia me che i miei libri.
Alla prossima… magari proprio con James!




Siamo noi di Bookish Girls Blog a ringraziare te Fina! Con queste tue risposte abbiamo imparato a conoscerti meglio e ci hai colmato si qualche vuoto che non sapevamo.
Allora aspettiamo presto il tuo prossimo romanzo!

Per chi non l’avesse ancora letta, invece, QUI TROVATE LA NOSTRA RECENSIONE di  “Hackerami il cuore”.


Alla prossima Bookish!






Nessun commento:

Posta un commento