venerdì 3 febbraio 2017

QUANDO L’AMORE FA SCINTILLE di Valentina Vanzini




TITOLO: Quando l’amore fa scintille

AUTRICE: Valentina Vanzini

GENERE: Romance 

EDITORE: Rizzoli

COLLANA: Youfeel (mood ironico)


AUTOCONCLUSIVO







TRAMA:



Si può amare qualcuno alla follia eppure odiarlo?

Michele è bellissimo, ricco e raccomandato e nella vita ha avuto tutto. Simona è cinica, determinata, affetta da stress cronico e nella vita si è dovuta conquistare ogni cosa. A metterli uno contro l’altra saranno il destino e il posto da ricercatore che solo uno dei due potrà conquistare. Ne nascerà una guerra senza esclusioni di colpi in cui i due si scontreranno (anche fisicamente!), tenteranno di distruggersi e... si innamoreranno. 
Perché dietro a tanto odio e a una rivalità che fa scintille si nasconde sempre qualcosa di più. Basterà l’attrazione fatale che provano l’una per l’altro a tenerli insieme o finiranno per annientarsi a vicenda? Fra intrighi, bugie, malintesi e momenti di irresistibile comicità, Michele e Simona proveranno a scoprirlo.







RECENSIONE:



Michele e Simona… certo che siete veramente strani voi due!!!   ツ AHAHAH  ツ

I due protagonisti di questa storia sono veramente al limite del confine odio/amore… mai vista una cosa del genere!! Lo avevo letto fin dalla trama che c’era questo conflitto di sentimenti abbinato ad una buona dose di “violenza” ma davvero questi due ci danno giù di brutto!!!
Non credo di fare troppo spoiler se vi dico che lei arriva a lanciare un grosso pezzo di legno in testa a lui che lo porta dritto in ospedale con il cranio rotto… infatti è proprio così che inizia il romanzo e poi per i successivi capitoli viene raccontato tutto quello che era successo prima di quell’episodio… solo dal capitolo trenta si riparte da quel punto.
Ne fanno di tutti i colori, si odiano e si amano, è vero, ma per gran parte della narrazione a me è arrivato solo il grande e reciproco odio! Insulti di ogni tipo non sono da meno a scene di violenza con schiaffi, pugni, calci, morsi e chi più ne ha più ne metta… con qlk bacio rubato qui e la che rischia il più delle volte di sfociare in lite.
Giusto per farvi un esempio i loro nomi all’interno del libro appaiono poche volte perché si sono reciprocamente definiti lui “Il Bastardo” e lei “La Stronza” e con questi nuovi “nomi” vengono identificati all’interno della narrazione, a partire dai titoli di ogni capitolo.
Questo più che un scoprire l’amore è un verso “tour de force” verso una tregua!
E’ vero che c’è anche il lato ironico della storia e i due punti di vista, che ogni tanto si alternano, lo fanno in modo narrante, come se fossero i protagonisti stessi a rivolgersi a noi lettori e il tutto crea una buona dose di simpatia.
Che dire… la storia di per sé non è malaccio però forse trasmette troppa aggressività, troppe minacce davvero brutte e crudeli, si arriva ad augurare la morte … mmm … un tantino pesante la cosa!
Per fortuna nel finale si rifanno ma non sappiamo come continuerà la loro “strana storia” perchè il romanzo è privo di epilogo, cosa che mi sarebbe piaciuto leggere.

Lettura particolare che comunque vi terrà un po’ di compagnia, vi strapperà qualche sorriso e vi farà un tantino riflettere sulla troppa irruenza che può esternare una persona magari solo per orgoglio o troppa pienezza di sé perché, Michele e Simona, in fondo, si amavano fin dall’inizio, ma la troppa voglia di sfida gli ha portati a deragliare dal binario corretto, esagerando con i gesti e le parole offensive. Per fortuna poi arriva la ragione a riportarli sulla retta via e riescono in qualche modo a rifarsi e a salvare la storia stessa.




Alla prossima Bookish!










Simona e Michele sono due persone che si incontrano/scontrano per una borsa di studio all'università di Roma. Appena si vedono è odio a prima vista. Non si sopportano e non lo negano. I colpi bassi, le mazzate e le parolacce provano tutto l'odio reciproco che hanno. Ma quando forse le cose vanno per il verso giusto e il lettore crede che potrebbe nasce qualcosa la batosta torna e le mezzate e parolacce ricominciano fino al finale che stranamente è romance. 

... Allora parto dal presupposto che le storie della youfeel le adoro! Ne ho letto un sacco e le ho adorate. Ma questa mi dispiace, non fa per me. I personaggi sono interessanti ma sempre parolacce.. grida.. botte... no no no. Mi dispiace ma no. In questo libricino ci sono le basi per un buona storia, però è troppo violento e tutto ad un tratto troppo romantico. Non ho l'impressione di aver letto una storia Hot ne Romantica. Qui c'è solo odio! Capisco che la violenza a volte porti all'intesa sessuale.. ok.. ci sta.. ma qui veramente non ho notato amore..

Non lo boccio completamente perché alla fine mi sono anche divertita in certi passaggi (il padre di lei è il top!!) Però metto tre stelline. 
Magari un epilogo come detto da Greta, sarebbe gradito! :) :) però anche così va bene! 




Buona lettura Bookish!









Nessun commento:

Posta un commento