martedì 6 dicembre 2016

Solo un uomo di Alessandra Appiano

Titolo:  Solo un uomo
Autore:  Alessandra Appiano
Uscita:  2015
Genere:  Romanzo
Editore:  Garzanti


Ciao Girls!
Questa volta è il titolo ad avermi entusiasmata. E anche la trama! Da un libro con un titolo del genere e con una trama che mi aveva, sinceramente, fatta innamorare, mi aspettavo davvero i fuochi d’artificio, speravo di riuscire ad annoverarlo tra i miei libri preferiti… Invece…

Trama
La luce dell’alba trafigge le finestre socchiuse. È tutta la notte che Alice non dorme, continua a leggere i fogli sparsi di fronte a sé. Due buste, una rossa e una bianca, sono le uniche cose che la sua migliore amica, Camilla, le ha lasciato prima di sparire senza nessuna traccia.  Camilla, donna di spettacolo e scrittrice di successo, è sempre stata il punto di riferimento di Alice dal giorno in cui si sono conosciute, ancora ragazzine, sulla battigia dorata di una spiaggia ligure.  Cieli stellati, confidenze sussurrate, risate liberatorie, lacrime asciugate da dolci consigli le hanno accompagnate in tutti questi anni insieme. E ora Alice, madre single che non ha mai avuto il coraggio di vivere e scoprire davvero l’amore, si sente impaurita dal mare di solitudine che l’assenza di Camilla le spalanca di fronte agli occhi. Ma l’amica non l’ha lasciata completamente sola, perché nelle buste si nascondono piccoli indizi che svelano la verità sulla sua scomparsa. Indizi che la conducono a ripercorrere a ritroso tutte le storie passate di Camilla. Uomo dopo uomo, Alice mette insieme le tessere del mosaico del cuore di Camilla.  Fino all’ultimo uomo, colui che, forse, le può svelare la verità. Perché Camilla le vuole regalare il dono più grande che un’amica può fare: due ali per volare verso la libertà. Dopo il successo di Il cerchio degli amori sospesi, Alessandra Appiano ci regala un nuovo potente romanzo. Solo un uomo è un intenso viaggio nel cuore di ogni donna, una struggente storia di un’amicizia e di come la scoperta dell’amore vero ci doni la vera libertà.






Recensione
La trama incuriosisce parecchio e devo dire che all’inizio il lettore deve fare uno sforzo per cercare di orientarsi adeguatamente all’interno del testo, ma superata questa fase sembra che il testo sia in grado di decollare… O quantomeno ci prova. Tenta e ritenta un decollo che, personalmente, non ho visto realizzarsi. Ho trovato infatti il ritmo tendenzialmente lento e poco “attraente” per il lettore.
Se da un lato è spiazzante il modo in cui Alice è incitata da Camilla a inseguire i propri sogni (e a realizzarli), dall’altro è poco significativo l’approccio di Alice alla situazione. Personalmente non l’ho trovata una donna di vero carattere e avrei di gran lunga preferito l’inversione dei ruoli tra lei e Camilla. Perché quest’ultima appare maggiormente spigliata e in grado di accattivare maggiormente il lettore.
In alcuni tratti ho trovato non pochi luoghi comuni, soprattutto nel momento in cui Alice legge gli “insegnamenti” sull’amore che le ha lasciato l’amica. Li ho trovati abbastanza stucchevoli, risaputi e privi di un pizzico di fantasia e innovazione.
Partire dal legame tra due amiche profondamente legate e “costringere” una delle due a proseguire la sua vita da sola, seppur “sorvegliandola” a vista ed essendo sicura di poterle garantire la possibilità di inseguire un sogno è un’idea che, di fondo reputo, originale e vincente, ma credo che per poter caratterizzare il libro fosse necessario inserire un quid in più in grado di incantare il lettore e farlo innamorare.

A difesa del libro devo ammettere un buono stile lessicale, ricercato, mai banale che conferisce un valore aggiunto al libro. Altro elemento sicuramente positivo è il finale, davvero inaspettato! Forse ho amato più il finale che l’intero libro perché in quelle poche pagine è racchiuso il succo di gran parte degli avvenimenti della narrazione.








1 commento:

  1. Ciao, da una parte il romanzo mi attrae, dall'altra no perchè non amo molto i romanzi scritti in modo troppo sofisticato o con la trama eccessivamente complessa... ci penserò!Buona giornata :-)

    RispondiElimina