giovedì 15 dicembre 2016

Il miracolo di Natale di RJ Scott



Titolo: Il miracolo di Natale
Autore: RJ Scott
Casa Editrice: Love Lane Books Limited
Anno di pubblicazione: 2014
Titolo originale: The Christmas Throwaway




Trama

Il Natale è il periodo dell'anno in cui tutti dovrebbero essere più generosi. Cosa fare, quindi, quando tutto ciò che si riceve è indifferenza?
Per Zachary Weston Natale significa dormire su una panchina nel sagrato di una chiesa, sotto alla neve e senza nessuna speranza per il futuro. Cacciato di casa a causa della sua omosessualità, Zach si ritrova senza soldi e senza un posto dove andare. Finché uno sconosciuto non gli dimostra che lo spirito del Natale non è morto.
Ben Hamilton è un novellino appena assunto dalla stazione di polizia del paese in cui è cresciuto. La notte della Vigilia, trova un giovane sconosciuto addormentato su una panchina. Sarà capace di compiere per lui un autentico miracolo di Natale?




Recensione


Ammettiamolo, lo spirito delle feste per quanto poco lo sentiamo tutti. E di certo non fa differenza per Ben Hamilton, neo poliziotto, da poco entrato in servizio nella sua cittadina natale.
La notte dell Vigilia, Ben trova un senzatetto rannicchiato al freddo in stato di semi congelamento. Zach, il senzatetto, che si rivela essere un ragazzo molto giovane, cerca di sfuggire alle attenzioni di Ben, che reputa l'ennesimo malintenzionato che pretenderà qualcosa o che lo tratterà male.
Ma Ben si dimostra essere di gran cuore, intima al ragazzo di seguirlo, "approfittando" un po' del suo stato di poliziotto e lo conduce in casa da sua madre, dove il ragazzo dovrà trovare il proprio posto nello status famiglia.
Nel frattempo Ben indaga sul perché questo ragazzo si sia ritrovato per strada, e la storia che gli verrà raccontata e mostrata sul corpo di Zach, lo lascerà senza parole. Zach infatti è omosessuale, ma il padre non lo ha mai accettato e ha anzi cercato in tutti i modi di "correggere" il figlio. Ben, a sua volta, è omosessuale, ma non ha mai sofferto quello che ha passato il ragazzo.
Nel frattempo Zach e Ben si avvicinano, ma Zach è giovane, appena maggiorenne, e Ben non vuole approfittarsi della sua vulnerabilità e cerca quindi di tenere il rapporto su un piano puramente di amicizia.
Ma Zach non è della stessa idea, e piano piano arriveremo all'happy ending.

"C'è questa tradizione," gli spiegò Donna, " in cui appena prima della mezzanotte ognuno di noi ripercorre l'anno appena trascorso e dice agli altri cosa spera per quello nuovo."

Questo romanzo, seppur breve, è un piccolo concentrato di quello che è lo spirito di Natale e in generale un richiamo a cosa sia la buona convivenza civile. Ci ricorda che non è giusto catalogare le persone, che non abbiamo diritto di dire sei giusto o sbagliato e che tutti abbiamo diritto di essere chi vogliamo.
Ho scelto questo libro un po' a caso lo ammetto, mi ispirava la trama ma non sapevo esattamente cosa aspettarmi nel dipanarsi della storia. Pensavo fosse un po' più complessa come trama, ma si è comunque rivelata una lettura piacevole.

Penso che, a conti fatti, sia una storia che fa riflettere più che un vero e proprio racconto natalizio, però dato lo svolgersi della trama il periodo è perfetto.

Buona lettura e buon Natale!









Nessun commento:

Posta un commento