domenica 18 dicembre 2016

E SE FOSSE PER SEMPRE? di Antonella Maggio





TITOLO: E se fosse per sempre?

AUTORE: Antonella Maggio

GENERE: Romance ambientato a Natale

EDITORE: Les Flaneurs









TRAMA:

Michela e Roberto erano poco più che ragazzini quando si sono innamorati su un’incantata spiaggia pugliese. La ragazza, travolta dal sentimento e dalla passione, ha seguito il suo cuore e si è trasferita nella fredda Milano. Ma un amore molto giovane può rivelarsi presto molto fragile.

Così quando Michela resta incinta, piano piano qualcosa s’incrina fino al tradimento di Roberto. I due si lasciano. La ragazza mette al mondo Victoria, la loro figlia, e la cresce con le sue sole forze finché la bambina non scrive la sua prima lettera per Babbo Natale chiedendo un regalo molto molto speciale…





RECENSIONE:



I veri protagonisti di questa storia sono tre: Michela, Roberto e Victoria la loro figlia di 7 anni. Storia di una famiglia, vi chiederete? Non esattamente!
Michela e Roberto sono stati fidanzati e innamorati fin da ragazzini e dal loro amore è nata la piccola Vicky ma, già da prima della nascita della loro figlia i loro rapporti si erano rotti a causa di un tradimento di lui.
In tutti questi sette anni i loro rapporti sono stati basati solo alle strette necessità della bambina che, seppur vivendo con la madre, ha sempre avuto un buonissimo rapporto col padre che adora a dismisura, un amore genitori-figlia forte da entrambe le parti!

Questi saltuari incontri sono continuati fino a quando, per il suo settimo Natale, la piccola Victoria ha espresso un desiderio molto importante, chiedendo a Babbo Natale come regalo una VERA famiglia, con una madre e un padre sempre presenti e che vivono sotto lo stesso tetto.
Michela e Roberto si sono sentiti piuttosto a disagio da tale richiesta, non avrebbero mai voluto deludere le aspettative della figlia ma allo stesso tempo non volevano, e non potevano, neppure forzare le cose…
Ma si trattava veramente di una “forzatura” o a loro serviva solo una spinta per ammettere a se stessi e agli altri che in fondo un desiderio speciale da poter esprimere lo volevano anche loro?

Bellissima questa storia dove il clima Natalizio ne fa da padrone e fin dall’inizio ho sperato che la narrazione si evolvesse in un certo modo, sognavo un finale particolare e alla fine posso dire che anche il mio desiderio si è avverato!
L’amore è sempre qualcosa che mi riempie il cuore di gioia e abbandonarmi a queste storie dove i sentimenti sono molteplici e forti è sempre piacevole per me! Victoria rappresenta per questa storia una vera e propria chiave di svolta, una sorta di collage che mantiene vivo un rapporto di “famiglia” anche se in realtà non lo è… Emozionanti le scene in cui addobbano tutti assieme l’albero di Natale e il presepio, soprattutto quando la bambina, con malinconia, si ritrova a sperare di essere anche lei come Gesù bambino… due cuori (tre in questo caso) e una capanna! Non le importava nulla di ricevere nessun regalo, di poter vivere a sua discrezione in due case diverse (quella della mamma o del papà) lei desiderava la famiglia riunita, anche se in una capanna ma tutti assieme!!
Una storia che quindi lascia anche un insegnamento: a volte l’innocenza e la spontaneità dei bambini sono dei sentimenti addirittura più forti e più spontanei di quelli di noi adulti che, troppe volte, ci nascondiamo dietro ad un dito per non affrontare le nostre sensazioni.
A volte ci farebbe bene poter ritornare anche solo per poco tempo un po’ bambini e vedere la vita con il loro sguardo e il loro amore nel cuore che non hanno mai paura di esternare!


Lettura consigliata!!





Alla prossima Bookish!






QUI BOOKTRAILER:











Nessun commento:

Posta un commento