venerdì 25 novembre 2016

Vertigine di Sophie Jomain





Titolo: Vertigine
Serie: Le stelle di Noss Head
Autore: Sophie Jomain
Casa Editrice: Fazi Editore
Collana: lain YA
Anno di pubblicazione in Italia: 2016
Titolo originale: Vertige - Les étoiles de Noss Head




Trama

All’alba dei diciotto anni, Hannah è semplicemente furiosa all’idea di lasciare Parigi per trascorrere un’altra vacanza estiva a Wick, la piccola cittadina a nord della Scozia dove vive la nonna. Per una ragazza della sua età, abituata alla frenesia della metropoli, non esiste posto più noioso. A risollevarle il morale, per fortuna, ci sono le vecchie amicizie ma anche le nuove conoscenze, fra cui il misterioso Leith, dalla bellezza statuaria e dal fascino irresistibile. Non importa se su di lui circolano strane voci: l’attrazione è immediata, reciproca e incontenibile. Per Hannah sembra che stia iniziando la storia d’amore che tutte le ragazze sognano, ma ogni fiaba che si rispetti ha il suo lato oscuro, e quella della giovane si sta per trasformare in un incubo.

Fra antichi racconti e creature straordinarie, sullo sfondo del suggestivo paesaggio delle lande scozzesi e delle coste del Mare del Nord, Vertigine coinvolge il lettore in una storia avvincente che soffia sul fuoco del mito, facendo divampare le fiamme della leggenda e della passione. Una trama emozionante unita a una scrittura ipnotica che vibra della scoperta del primo amore sul filo incredibile della magia. Perché le fiabe a volte sono più reali di quanto pensiamo.


Serie Le stelle di Noss Head: 
#1 - Vertigine
#2 - Rivalità 
#3 - Rinascita 
#4 - Origines Partie 1 (INEDITO)
#5 - Origines Partie 2 (INEDITO)





Recensione

Hannah Jorion, parigina quasi diciottenne, viene trascinata come di consuetudine a Wick, paesino disperso nelle lande scozzesi per far visita alla nonna. Disperata di dover trascorrere il suo diciottesimo compleanno nella solitudine di queste terre, Hannah non sa che sta per vivere una straordinaria scoperta.

Hannah è una ragazza che non si è mai affezionata ad un ragazzo, non ha mai avuto le classiche uscite in coppia e non ha mai provato interesse ad unirsi a qualcuno, perché tutti le sembravano superficiali e una perdita di tempo. Un incontro fortuito in aeroporto al suo arrivo in Scozia, la lascia però incantata da due occhi verdi come smeraldi e da una zazzera di capelli lunghi e neri. 
Arrivata a Wick, passa le sue giornate al maniero della nonna, o comunque in giro per il paese, in compagnia di Davis, un vecchio amico della zona. Nonostante il palese interesse del ragazzo, per Hannah lui rimane solo un amico, finché una sera ubriaco e alterato lui le ruba un bacio forzato e lei si ritrae cercando di scappare via. Il ragazzo non demorde però, fino a quando dal nulla compare un'alta figura dai capelli neri e gli occhi di smeraldo. Hannah è incredula, è lui, il ragazzo dell'aeroporto.
Non sa chi sia, come si chiami, ma viene subito attratta da lui. Purtroppo però lui sembra rifuggirla, e più di comportarsi come un gentiluomo, nulla accade.
Nel frattempo, Hannah scopre un negozio di arti occulte nel centro di Wick, dove una strana ragazza la accoglie e le vende un libro dal titolo inconsueto: Grande libro dei misteri occulti. Arrivata a casa Hannah si perde a sfogliarlo, incappando nella sezione de "Le creature soprannaturali", tra cui trova vampiri, spiriti vendicativi, lupi mannari...Hannah però è una persona razionale, che non crede nel fantastico e quindi non si fa condizionare più di tanto. Si immerge però nella parte relativa ai lupi mannari, cinque famiglie, tra cui il Lupus, tratti distintivi?? Occhi verdi...
Nel frattempo Hannah scopre chi è il suo salvatore, Leith Sutherland. Un nome ed un viso ora sono sempre nei suoi pensieri.

Intanto arrivano i tanto attesi 18 anni, e una grande festa viene tenuta al maniero della nonna, gli amici di ieri e di oggi vi prendono parte e con sommo piacere di Hannah, anche Leith è tra gli invitati. Ringraziamo lo zampino della nonna qui :D
In questo punto del libro accade la svolta, Leith non rimane più tanto indifferente alla nostra Hannah e da qui tutto evolve: tra filtri d'amore, creature fantastiche, leggende che prendono vita, una sottile storia d'amore prende il via.

Non posso nascondere che leggendo questo libro, il paragone con la serie Twilight mi sia saltata all'occhio quasi subito, molti dei nodi narrativi a mio avviso riprendono la trama di quella serie.
Qui non abbiamo i Freddi come protagonisti principali, bensì i lupi, con la loro storia ancestrale svelata.
Inoltre non ho molto amato, ma per gusto personale di narrazione, il fatto che tutta la storia sia stata raccontata dal punto di vista di Hannah, molti passaggi a mio avviso dovevano essere visti dal punto di vista di Leith per rendere meglio l'idea o coinvolgere di più.
Ultima cosa, credo che alcune scene avrebbero dovuto essere descritte con più dettagli, non si può agonizzare per arrivare ad un punto tanto atteso e poi vederselo sfumare in due frasi!!
Tolte queste, che sono opinioni personali e quindi potrebbero valere solo per me, credo che la storia di per sé sia ben strutturata, il ritmo è comunque veloce e i temi sono mescolati bene. Sono certa ci saranno degli sviluppi interessanti nei prossimi capitoli, che arricchiranno la storia di Hannah e Leith.









Nessun commento:

Posta un commento