domenica 13 novembre 2016

Un adorabile lunedì di Giulia Dell'uomo

Titolo:  Un adorabile lunedì
Autore:  Giulia Dell’Uomo
Uscita:  2016
Genere:  Romanzo
Editore:  Rizzoli
Collana:  You Feel
  
Ciao Girls!
Sarà l’arrivo dell’inverno, sarà che inizia a far freddino, sarà il passaggio all’ora legale… Sarà che quasi quasi, questa Rizzoli, con la collana You Fell, ha centrato in pieno un genere letterario che leggo ben volentieri. Fatto sta che mi sto dedicando a libri eternamente romantici che mi consentono di sognare ad occhi aperti.

Trama
Eva è una giovane maestra di una scuola elementare. Edoardo, quarant’anni, insegna canto al conservatorio e la sua unica regola di vita è schivare le responsabilità. Si incontrano per caso, poi per lavoro, e si scontrano violentemente per i loro caratteri tanto diversi. Eva nasconde un passato difficile, un groviglio di dolori, rimorsi e promesse infrante. Edoardo invece ha un presente fin troppo facile, fatto solo di donne e amici, ed è proprio il tipo di uomo che Eva ha sempre detestato. Eppure passo dopo passo – complice Lunedì, un simpatico cane randagio adottato da Eva – i loro cuori iniziano a conoscersi e riconoscersi. Ma per Eva aprirsi significa correre un grande rischio, ed Edoardo sembra una persona di cui sarebbe disastroso fidarsi… Un romanzo che vi farà commuovere per la sua tenerezza, perché l’amore arriva all’improvviso, anche di Lunedì.

Recensione
Devo dire che l’autrice mi ha lasciato piacevolmente sorpresa. Prima di tutto perché un libro scritto bene ha già vinto e in questo caso mi sono trovata di fronte ad una lettura scorrevole, fluida e lineare, in cui dialoghi e descrizioni non si sovrastavano e consentivano una scorrevolezza di lettura molto gradevole e apprezzabile.
Con piacere ammetto la straordinaria maestria con cui l’autrice si accinge a descrivere le emozioni dei protagonisti, segno di un vero e proprio talento tutto da scoprire. Il linguaggio è diretto, scarno, essenziale, non tergiversa in inutili peregrinazioni che farebbero solo calare l’attenzione del lettore.
Bella la storia: ogni lunedì la classe dove Eva svolge la sua attività di maestra ha un progetto con il musicista Edoardo (fosse così anche nella scuola italiana, saremmo veramente fortunati!) e da questa loro collaborazione nasce un corteggiamento serrato di lui, che vede però la diffidenza di lei.
Eva, infatti, è una donna che ha sofferto molto e che ha deciso di investire tutta se stessa unicamente nel lavoro, nel tanto disperato quanto impossibile, tentativo di non soffrire più. Il passato della protagonista viene a galla con estrema sensibilità e delicatezza, consentendo al lettore di conoscerla profondamente.
Edoardo è esattamente l’opposto di Eva, un eterno Peter Pan che sorride spensierato e sfacciato alla vita come se niente e nessuno potesse allontanarlo dalla sua condizione di beatitudine perenne.
Saranno proprio questi due mondi antitetici ad entrare in contatto e a fondersi.
Il “pretesto” del cane, il randagio chiamato proprio Lunedì, è assolutamente positivo e dimostra come l’amore dei cani (e per i cani) possano condurre le persone a compiere percorsi di rinascita profondi e a volte insperati. Ed ecco quindi che il titolo trova una doppia spiegazione: l’adorabile cucciolo che cerca casa e il piacevole lunedì scandito dall’incontro tra Eva ed Edoardo.
Bello. Profondo. Sensibile. Delicato. Da leggere, talvolta, con un fazzoletto accanto per asciugare qualche lacrima di commozione.



4 commenti:

  1. Ciao, i romanzi della youfeel hanno trame sempre molto carine e interessanti, prima o poi mi devo decidere a leggerne uno! Peccato che presentino solo il formato digitale... buona domenica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Ti assicuro che alcuni sono veramente, veramente carini e vale la pena investire del tempo a leggerli... quantomeno per trascorrere in spensieratezza e relax qualche serata! Facci sapere se leggi qualcuno dei libri che abbiamo recensito e... Dicci la tua!

      Elimina
  2. Grazie grazie grazie di cuore per questa bellissima recensione!
    Un abbraccio
    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la bellezza e la delicatezza del tuo romanzo! Ancora complimenti!

      Elimina