giovedì 24 novembre 2016

Ti odio per non amarti di Maddalena A. Cecere

Titolo: Ti odio per non amarti
Autore: Maddalena A. Cecere
Uscita: 2016
Genere:  Romanzo
Editore: Self publishing


Ciao Girls!
La trama mi sembrava esilarante e non potevo esimermi dal leggere personalmente un libro che mi incuriosiva parecchio… e così mi sono ritrovata, in una piovosa giornata autunnale, a dedicarmi alla lettura di un’autrice che, in fondo in fondo, non mi dispiace per nulla.

Trama

Sapete chi è Maddalena A. Cecere? Io ho imparato a conoscerla e vi assicuro che non è affatto una persona paziente. Diciamo pure che è un po’… pazza. Ecco, pazza rende l'idea!
Qualche giorno fa mi ha proclamato suo personale addetto al marketing, è una scansafatiche e ha lasciato a me l’ingrato compito. Al diavolo! Non voglio fare il lavoro sporco per lei.
Chi sono? Domanda più che lecita. Io sono il solo, l'unico e l'inimitabile Marco Martinelli. Sono un uomo fantastico e questa è la mia storia. Sarò sintetico, non temete. C’è lui – che sarei io – simpatico, bellissimo, positivo, estroverso, tenace e caparbio. Ricordatevi che ottengo sempre ciò che desidero. Poi c’è lei, la mia Veronica: meravigliosa, ma anche fuori di testa, cinica, sarcastica, pessimista e sociopatica. Come avrete ben capito, sarò io il protagonista indiscusso di questa storia, ma non ditelo a Veronica perché è permalosa. Per farla breve, a un certo punto farò una caz… pardon, una cavolata – niente di eclatante, non allarmatevi – e perderò l’amore della mia vita. Che brutto periodo, ragazzi! Quando, per caso, le nostre strade si incroceranno di nuovo… Vi ho già detto che sono caparbio? Gliene farò passare di tutti i colori – mosso da buone intenzioni ovviamente – ma anche lei si metterà d'impegno e mi renderà la vita un inferno. Non preoccupatevi, sopporterò e combatterò con onore, d'altronde tra le mie molteplici qualità c’è anche la pazienza. Lo so, rasento la perfezione.
Volete sapere com'è andata finire? Non posso spifferarvelo, la pazza mi ha ordinato di tacere: è una schiavista di prima categoria.
Il mio lavoro qui è finito. Sono sicuro che per tutti voi sarà meraviglioso fare la mia conoscenza, in fondo è impossibile non amarmi. Vi ringrazio per l’attenzione e, come dice sempre la mia amata Veronica, adios!

 Recensione

Questa autrice ha una penna che mi piace. E mi piace parecchio! È stata davvero una piacevolissima, inaspettata, scoperta! Prima di tutto si tratta di una modalità di scrittura diretta, scarna, divertente, ironica, vivace ed efficace e, elemento essenziale, non annoia mai.
Non avevo mai letto nulla di questa autrice, ma devo assolutamente rifarmi nelle prossime settimane (meglio nei prossimi mesi, la lista dei libri da leggere è ancora lunga!).
La storia tra Veronica e Marco è frizzante, allegra… Spumeggiante. Scritta molto bene, non annoia in alcun modo il lettore ne resta sicuramente affascinato.
I profili fisici e psicologici (finalmente!) come piace a me sono perfettamente definiti e consente di immaginare nei dettagli i protagonisti così da poter costruire mentalmente il proprio film!
Se state cercando un libro per così dire “impegnato”, gettate pure questo… Ma se avete voglia di divertirvi non lasciatevelo sfuggire! La storia è appunto leggera, frivola, giovanile. I dialoghi tra Veronica e Marco sono veramente spassosi e i tira e molla che li uniscono (o li dividono, a seconda del momento) sono davvero simpatici ed esilaranti!

La descrizione delle emozioni, delle paure, dell’odio e dell’amore tra i due emerge in maniera evidente, ma senza sovrastare il testo. C’è il giusto spazio per i dialoghi che credo di poter definire la parte maggiormente buffa del testo. Ovviamente il libro si legge con estrema facilità e rapidità e il lieto fine è bello che assicurato. 


Nessun commento:

Posta un commento