sabato 12 novembre 2016

Quando il marito scappa di Tiziana Iaccarino

Titolo:  Quando il marito scappa
Autore:  Tiziana Iaccarino
Uscita:  2015
Genere:  Romanzo
Editore:  Rizzoli
Collana:  You Feel

Ciao Girls!
Anche questa volta mi sono lasciata “incastrare” da un libro della Rizzoli della collana You  Feel che si propone di dare spazio ai migliori inediti delle autrici del self publishing italiano. E devo dire che, diversamente dalle volte precedenti, sono rimasta piacevolmente coinvolta da un libro fatto di brio, ironia e romanticismo. Questa volta, a difesa della Rizzoli, devo ammettere che la copertina è particolarmente d’effetto e lascia presagire un libro tutto da ridere.

Trama
In amor vince chi resta. Nora è un’agente pubblicitario che gestisce la società di famiglia insieme allo zio Litio, brillante e impertinente dongiovanni sempre in cerca di ragazze giovani e siliconate. Ma Nora, malgrado abbia sotto agli occhi modelli di comportamento bizzarri e libertini – suo padre si mette a imitare la vita sregolata del fratello Litio, sua madre parte alla volta delle Hawaii con la sua migliore amica –, continua a credere nell'amore e nei valori che le sono stati trasmessi da bambina. A rafforzare le sue convinzioni ci pensa il fidanzato Jamie, un bellissimo agente immobiliare che trova la casa dei loro sogni nel centro di Manhattan e le propone di sposarlo dopo soli sei mesi di fidanzamento. Tutto sembra filare liscio ma, al ritorno dalla luna di miele, una sorpresa non proprio piacevole coglie Nora impreparata: Jamie è irreperibile, qualcuno ha messo a rischio il loro sogno d’amore per strapparle suo marito per sempre. Nora sarà risparmiata dal destino che accomuna tutte le donne della sua famiglia?

Recensione

Leggero, brioso, allegro, ironico al punto giusto. Un mix perfetto di caratteristiche che mi fanno adorare un libro e mi costringono a leggero tutto d’un fiato (tempo a disposizione permettendo).
Il romanzo ha un ritmo incalzante e veloce quindi è l’ideale per un pomeriggio di pioggia in cui si ha voglia di coccolarsi e dedicarsi al relax.
La protagonista si fa amare fin da subito: vuole a tutti i costi andare contro la “maledizione” che sembra colpite le donne della sua famiglia che vengono tradite dai mariti. Con atteggiamento ironico e indubbiamente solare, Nora si approccia alla vita e vuole sfatare il mito che aleggia nell’aria: “i mariti sono destinati a scappare”. La narrazione è in prima persona, quindi Nora ci porta a conoscere tutti i suoi pensieri e a ridere o “riflettere” (ovviamente nel senso più frivolo del termine) con lei.
Trattandosi di un libro leggero, sarebbe un controsenso presentare personaggi profondi con una personalità particolarmente complessa. Il bello del libro sta anche (e soprattutto qui) la leggerezza, non solo della trama, ma anche dei profili psicologici dei protagonisti.
Se da una parte Nora non si lascia scalfire dagli insuccessi amorosi delle altre donne di casa, palesandosi come la protagonista ironica e allo stesso tempo combattiva, dall’altra non dobbiamo tralasciare la figura della zia Rosa, valida sostenitrice della nipote, nonché consigliera e personaggio saggio della narrazione (anche in questo caso si tratta di una saggezza allegra, leggere e spensierata).

I personaggi maschili sono detestabili sotto più punti di vista, perché tradiscono le mogli a destra e a manca senza minimo riserbo. Ma credo faccia, splendidamente parte, del pacchetto ironia e leggerezza. 
La protagonista femminile si trova coinvolta in una serie di rocambolesche avventure che sono in grado di divertire il lettore. Non può mancare l’amico gay, adorabilmente impiccione che aggiunge brio al racconto.
Sicuramente uno stile narrativo piacevole e leggero, una storia ben strutturata, ma mai appensantita sono le armi vincenti dell’autrice.




Nessun commento:

Posta un commento