martedì 13 settembre 2016

Anima dannata di M. Bellezza

Titolo: Anima dannata
Autore: Massimiliano Bellezza
Uscita: Ottobre 2015
Genere: Romanzo
Editore: Butterfly Edizioni
Collana: Labirinti

Ciao Girls!
Questa volta archivio il romanticismo e mi imbatto su un libro che di romantico ha ben poco, ma che, sicuramente, lascia incollati al testo con la necessità di leggere, sapere, scoprire.

Trama
La vita di Mark Porter è segnata fin dall’infanzia. Costretto ai soprusi del padre alcolizzato, cresce in un ambiente violento e diventa be presto un ragazzo solitario e rabbioso. Il suo tormento più grande è vedere la felicità negli occhi degli altri. Il labile equilibrio, che a fatica si è costruito, crolla quando due bulli gli sfigurano il volto col fuoco. La crepa oscura del suo animo dannato diventa una voragine che a malapena riesce a contenere dispiaceri, tristezza e odio per il genere umano.
Da vittima a carnefice, tra incubi, bugie e deliri, la vendetta di  Mark si abbatterà su giovani innocenti senza pietà. Perché tutti, dal primo all’ultimo, dovranno pagare per la sua sofferenza.









Recensione
Suddiviso in quattro parti, che scandiscono i momenti della vita di Mark: l’infanzia, l’adolescenza, la scuola elementare etc, il libro è molto scorrevole, la narrazione procede in maniera veloce ed incalzante senza tergiversare su argomenti che potrebbero non essere rilevanti per la comprensione del libro. Se da un lato è sicuramente lodevole la capacità di sintesi, che garantisce immediatezza al testo, dall’altra in alcuni punti avrei preferito che l’autore si addentrasse nella descrizione dell’episodio con dettagli maggiormente puntuali.
La personalità di Mark è particolarmente complessa e la sua spigolosità e il suo ermetismo emergono nettamente nel corso della narrazione. Il lettore, esattamente come tutte le persone che fanno parte della vita di Mark, non è conosce a trecentosessanta gradi il carattere del protagonista. Sicuramente questo è un elemento a favore della narrazione che mantiene i suoi lati d’ombra e il suo fascino misterioso.
Il libro affronta argomenti importanti quali la violenza domestica, subita sia dalla mamma di Mark che da lui stesso, il bullismo (Mark ne resta vittima) e il successivo chiodo fisso di Mark di riscattarsi da tutte le violenze subite. Essendo argomentazioni importanti con una certa rilevanza sociale, il libro avrebbe potuto avere un ottimo potenziale sotto questo punto di vista, purtroppo credo che la narrazione sia piuttosto veloce anche su questi punti che avrebbero potuto essere maggiormente approfonditi.
A parte questo, nel complesso devo dire che il libro si legge con estrema facilità. La misteriosità di Mark è davvero la colonna portante del romanzo ed il lettore è sempre incapace di prevedere la sua prossima mossa.
Consigliato per una lettura piacevole, sicuramente poco romantica (ma del resto il romanzo non si propone come una smielata storia d’amore!), che vede la crescita psicologica di una personalità disturbata a causa delle sevizie subite.






1 commento:

  1. Bellissima analisi. Massimiliano Bellezza continua a stupire con le sue opere profonde.

    RispondiElimina