domenica 28 agosto 2016

Parlami di te di Lily Anne

Titolo: Parlami di te
Autore: Lily Anne
Editore: Self publishing
Pubblicazione: 2016
Genere: Romanzo


Ciao Girls!
E fu così che ritornai al vecchio amore dei romanzi rosa. E soprattutto ai self publishing. Sapete che mi piace scovare qui e lì qualche autrice in grado di sorprendermi! In tutta franchezza, tra mie ultime letture, questa si difende abbastanza bene…

Trama
Melinda ha solo venticinque anni. Dopo essere fuggita il giorno del suo matrimonio è costretta, dai genitori, a trasferirsi a New York. Tutto quello che cerca è l’indipendenza e un buon lavoro. Ma purtroppo la vita la metterà di fronte a una scelta: salvare la reputazione della sua famiglia, anche a costo di perdere la sua libertà. Simon è un avvocato di trentacinque anni. Un uomo giusto e onesto che si occupa di difendere i diritti umani. Entrambi vittime di un subdolo ricatto, Melinda e Simon faranno di tutto per salvare le persone che amano. Può, in un mondo fatto di menzogna, nascere il vero amore?





Recensione
Carino. Il racconto si dipana dando voce, da una parte a Melinda, dall’altra a Simon, offrendo così al lettore due punti di vista diversi, nonostante lasci più spazio alla versione femminile.
La storia è fluida, scorrevole e ben strutturata.


Il romanzo inizia con una sinossi della vita di Melinda che ha scelto di scappare dal matrimonio quasi combinato dalla sua famiglia d’origine. I suoi genitori, subito dopo, la spediscono a New York dove lei ha tutta l’intenzione di ripartire da zero. È con questa convinzione che “inciampa” in Simon, che sembra avere un conto in sospeso (o quantomeno degli accordi) con i nonni di Melinda.
Lui è un avvocato, esattamente il mestiere che faceva il suo promesso sposo, e si occupa di difesa dei diritti umani.
Inizialmente il loro, altro non è che un rapporto di convenienza, è Simon ad avere un qualche tornaconto (che viene celato al lettore dietro una buona dose di misteri e sotterfugi) grazie a lei. Melinda, d’altro canto, dimostra, sin da subito (cercando di nasconderlo a lui), di essere attratta da Simon.
Piacevole il personaggio di Alexander che serve da intercalare nella storia e consente di non annoiare il lettore che, altrimenti, si ritroverebbe a seguire unicamente il rapporto tra Melinda e Simon.
Dopo un susseguirsi di eventi, Melinda verrà a conoscenza della verità su Simon. Una verità presumibilmente scomoda: Simon ha un figlio con la sua ex moglie e quella che si è innescata è una vera e propria battaglia legale per l’affidamento del bambino. Ed è proprio la questione dell’affidamento che ha spinto Simon a incastrare Melinda nell’accordo del matrimonio… Ma non aveva calcolato di poter innamorarsi di lei e, soprattutto, non aveva considerato la follia della sua ex moglie.
Nota negativa: i personaggi non sono descritti fisicamente. Ci sono alcuni piccoli accenni, ma nulla che consenta di costruire un profilo fisico esatto che, la mia immaginazione, gradisce sempre per costruire nei dettagli le scene narrate!
Nonostante questo, la storia scorre velocemente con un ritmo incalzante e sicuramente non annoia. Molto piacevoli gli intrecci del racconto, magari in qualche punto avrei contestualizzato ed esplicato di più i concetti (soprattutto legati al mistero di Simon) consentendo al lettore un quadro generale maggiormente dettagliato.
Ideale per un pomeriggio sotto il sole, trascorrendo in tranquillità qualche ora. Indicato soprattutto per chi ama romanzi d’amore, romantici, a lieto fine e con qualche nota erotica mai volgare.





Nessun commento:

Posta un commento