martedì 30 agosto 2016

Basta un istante per ritrovarsi di Megan L. Collins

Titolo: Basta un istante per ritrovarsi
Autore: Megan L. Collins
Editore: Self publishing
Pubblicazione: 2016
Genere: Romanzo

Ciao Girls!
E tra i self publishing di recente lettura non poteva mancare la recensione di questo. È noto che, talvolta, mi lascio affascinare dalla copertina. Questa volta in realtà il layout non mi entusiasmava particolarmente, mi sono piuttosto lasciata incuriosire della recensioni discordati e dovevo necessariamente ficcanasare per capire e dire la mia!

Trama
Sara è una sognatrice, una persona che ama trascorrere il suo tempo creando poesie. Ha una vita tranquilla e appagante, fino a quando un giorno esce di casa ignara di ciò che le capiterà. Salendo sull’autobus che la condurrà a un colloquio di lavoro farà un incontro inaspettato. I suoi occhi si scontreranno con quelli di un giovane attraente e bellissimo. Quel ragazzo, Nicola, la inviterà a un concerto locale. La sua vita non sarà più la stessa non appena metterà piede nel bar. Lì scoprirà che Nicola è il chitarrista di una band molto quotata in città e scoprirà che il sexy e affascinante cantante è il suo gemello.
Sara si ritroverà così a provare una forte attrazione per Dennis. Occhi blu come la notte, tatuato e sexy da morire. Ma con un passato complicato alle spalle. Tra i due nascerà un amore potente, ma la loro felicità non durerà molto. Qualcosa cambierà i loro destini. Riusciranno a ritrovarsi? E l’amore riuscirà a curare ogni cosa?




Recensione
Senza infamia e senza lode.
Non lo boccio, ma non posso nemmeno promuoverlo.


Sapete bene che sono una lettrice tendenzialmente onnivora, tendente maggiormente ai romanzi, ma… leggo un po’ di tutto! Visto che questo libro si dichiara un romanzo, speravo che mi potesse affascinare, invece devo dire che non mi ha coinvolta per niente. Ho fatto fatica ad andare avanti nella lettura.
Lo stile narrativo è tendenzialmente povero, qui è lì si trovano refusi che andrebbero sicuramente sistemati, accettiamoli solo perché si tratta di un self, ma…
La storia tende ad essere un po’ banale: Sara incontra Nicola in bus (poca fantasia nell’ideare il primo incontro!), lui suona in una band, ha un fratello gemello, Denis, anche lui componente della band. La passione scoppia tra Sara e Denis e dopo una serie di peripezie il libro finisce con uno scontatissimo lieto fine, tranquillamente indovinabile dal lettore!
Il libro è privo di qualche spunto in più in grado di conferire personalità al racconto. La trama, pur essendo ricca di personaggi e di dettagli, non spicca per l’originalità. La parte descrittiva è abbastanza particolareggiata, non sovrasta mai il testo, e lascia il giusto spazio ai dialoghi.
Consigliato se si vuole una lettura super leggera, da ombrellone. Rischiate di non restarne particolarmente estasiate, ma almeno potrete immaginare una storia da piacevoli tratti adolescenziali.





Nessun commento:

Posta un commento