sabato 27 agosto 2016

Amami come se non ci fosse un domani di Fina Sanfilippo

Titolo: Amami come se non ci fosse un domani
Autore: Fina Sanfilippo
Editore: Self publishing
Pubblicazione: 2016
Genere: Romanzo


Ciao Girls!
Oggi vi parlo di un romanzo leggero, scoperto per caso che mi ha tenuto compagnia per qualche ora… Anche questa volta si tratta di un self publishing che, purtroppo, in qualche punto scricchiola un pochino…


Trama
Non si può sfuggire al destino.
Eva ha chiuso il suo cuore, non sa più cosa vuol dire amare. Un dolore troppo grande le impedisce di vivere veramente. Le uniche persone a cui riesce a dare affetto sono i suoi due migliori amici. Ma ancora una volta il destino, che le ha tolto tanto, la metterà davanti alla scelta più difficile della sua vita. L’incontro con Alejandro la costringerà a fare i conti con i suoi demoni e ad affrontare le sue più grandi paure. Perché lui è tutto ciò da cui lei fugge. Alejandro è un vigile del fuoco, bello e dolce, dal cuore grande. Riuscirà a conquistare Eva? Per lei sarà disposto a rinunciare alla sua vocazione? Oppure sarà il fato a scegliere per loro?










Recensione
L’esordio è abbastanza insolito, sicuramente originale, ma forse troppo distaccato dal resto del racconto. L’espediente dell’incontro tra Eva e Alejandro è diverso dal solito, ma non sembra ben amalgamato al resto del testo. L’incontro tra i due avviene in maniera piuttosto frettolosa, ma sembra essere sufficiente a mandarli in visibilio l’un l’altro, forse complice anche il consueto luogo comune del pompiere tutto muscoli e pronto a gettarsi nel fuoco per salvare vite umane e fare l’eroe!


Se l’inizio è insolito, il passo successivo sfocia un po’ nel banale: si incontrano in un locale, lei è con la sua migliore amica, lui con il suo migliore amico… Copione già visto che fa abbandonare la versione maggiormente fantasiosa e insolita dell’inizio. Da qui inizia una relazione di forte passione tra i due che si dipana senza grossi colpi di scena, se non il passato di lei e il tentativo da “crocerossino” di lui di farla riavvicinare all’amore.
Il libro ha un ritmo incalzante, si susseguono eventi che, in alcuni casi, rischiano di essere mal incorporati nel testo. Se è vero che si legge facilmente e nel giro di un paio di serate dedicate alla lettura, è altrettanto vero che non si resta abbagliati dalla storia. Devo ammettere che non mancano i refusi, qui e lì c’è qualche errore di calligrafia e qualche strafalcione grammaticale che andrebbero sicuramente rivisti.
Consigliato se si vuole una lettura leggera e dal lieto fine, ma senza nutrire grosse aspettative.




Nessun commento:

Posta un commento