domenica 24 luglio 2016

Il cuore batte La mente si distrugge di Vanessa Di Lena

Titolo: Il cuore batte La mente si distrugge
Autore: Vanessa Di Lena
Editore: self
Prezzo: €0.99
Genere: erotic romance
Data di uscita: 26 luglio
Store: Amazon Pagine: 292


Trama: 

Ansia. Panico. Paura. Amore. Tradimento. Se la vita di Jacqueline potesse essere racchiusa in cinque parole, sarebbero queste. A ventitré anni si ritrova rinchiusa in un centro di supporto psicologico per combattere il male di vivere che l’ha sempre seguita in ogni sua emozione, facendola diventare un guscio vuoto e privo di vita. Dylan invece esce fuori di prigione, e la voglia di cambiare e di non tradire suo fratello lo spinge ad accettare la proposta di lavoro che gli viene offerta. È così che si incontrano Jacqueline e Dylan, due anime completamente alla deriva che non hanno mai conosciuto cosa vuol dire emozionarsi per qualcosa. Jacqueline si affida a Dylan per uscire dal tunnel che è la sua malattia… ma Dylan? Cosa farà Dylan? 
 Anche lui si aggrapperà all’amore che Jacqueline comincia a nutrire per lui, o cederà alla tentazione di manovrarla a suo piacimento e tradirla? Jacqueline e Dylan si faranno davvero del male, perché a volte la dipendenza dall’amore è ancora più soffocante e corrosiva. E poi? Quando due minacce dal passato incrineranno il loro rapporto e le loro vite cosa accadrà? Cosa dovrà sopportare ancora il cuore malconcio di Jacqueline? No, se ve lo state chiedendo… questa storia non è per i deboli di cuore. Ansia. Panico. Paura. Amore. Tradimento.
 Se la vita di Jacqueline potesse essere racchiusa in cinque parole, sarebbero queste. A ventitré anni si ritrova rinchiusa in un centro di supporto psicologico per combattere il male di vivere che l’ha sempre seguita in ogni sua emozione, facendola diventare un guscio vuoto e privo di vita. Dylan invece esce fuori di prigione, e la voglia di cambiare e di non tradire suo fratello lo spinge ad accettare la proposta di lavoro che gli viene offerta. È così che si incontrano Jacqueline e Dylan, due anime completamente alla deriva che non hanno mai conosciuto cosa vuol dire emozionarsi per qualcosa. Jacqueline si affida a Dylan per uscire dal tunnel che è la sua malattia… ma Dylan? 
 Cosa farà Dylan? Anche lui si aggrapperà all’amore che Jacqueline comincia a nutrire per lui, o cederà alla tentazione di manovrarla a suo piacimento e tradirla? Jacqueline e Dylan si faranno davvero del male, perché a volte la dipendenza dall’amore è ancora più soffocante e corrosiva. E poi? Quando due minacce dal passato incrineranno il loro rapporto e le loro vite cosa accadrà? Cosa dovrà sopportare ancora il cuore malconcio di Jacqueline? No, se ve lo state chiedendo… questa storia non è per i deboli di cuore.





(◕‿◕✿) Estratti (◕‿◕✿)

 Sentii le sue piccole mani che mi toccavano attraverso i pantaloni e persi la testa prendendole i polsi e staccandoli da me per bloccarglieli sul letto. Poi spinsi come se la stessi scopando, spinsi come un dannato, come un drogato di sesso fino a quando i suoi gemiti divennero urla e io non capii più nulla. Ci fermammo e alla fine la feci alzare dal letto senza una parola. Aveva avuto un orgasmo solo stimolandola attraverso i jeans, non osavo immaginare cosa sarebbe stato essere seppellito dentro di lei… mi riscossi dalla nebbia in cui ero piombato e la baciai tenendola stretta a me. ‹‹Allora, ti sono piaciuta?››, mi chiese incerta. Potevo leggere l’insicurezza nei suoi occhi, ed ero sempre stato convinto che il problema principale in lei fosse proprio questo. Certo che mi era piaciuta, ma avevo avuto di meglio. Non era nulla di speciale, solo un dannato orgasmo ma lei voleva essere rassicurata, così annuii. ‹‹Vieni. Ti riporto al centro, o Duncan mi taglierà le palle››, rise e fu un suono piacevole.
 ˜”*°•.****.•°*”˜
 Era lui che stava sbagliando tutto. Non io. Non era colpa mia. Io e Duncan stavamo lavorando molto sulla mia autocolpevolizzazione che era la causa principale della mia vita da schifo. Mi passai le mani sulle braccia e un brivido le percorse facendomi venire la pelle d’oca. E poi sorrisi. E alzai lo sguardo. E non sorrisi più. Dylan era appoggiato alla sua moto ferma davanti il portone. E lui non sorrideva. Mi guardò tanto e a lungo mettendomi a disagio. Era furioso. Il luccichio nello sguardo mi ammonì e mi giudicò facendomi sentire sporca per una cosa bellissima che avevo fatto. Stava rovinando tutto, per l’ennesima volta. Non scorsi affatto la dolcezza di qualche giorno fa che tanto mi aveva fatta sciogliere e innamorare di lui. 
 No. In quel momento c’era soltanto rabbia e disperazione. Furia. Fiamme. Tutto concentrato nel suo corpo statuario e pieno di tatuaggi. Persino il suo serpente sembrò tirare fuori la lingua e avventarsi su di me e sulla mia carne. Ci stavamo sfidando con lo sguardo, e cominciai ad avere paura.

˜”*°•.****.•°*”˜
˜”*°•.****.•°*”˜


Biografia Vanessa Di Lena: 
Vanessa Di Lena nasce a Vasto (CH) il 24 agosto 1993. È originaria di Tavenna, un piccolo paese in provincia di Campobasso. Si è da poco laureata presso la Facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo. Fin da piccola legge e scrive in ogni momento della giornata. Due anni fa è uscito il suo libro d’esordio “Rompere gli specchi”, ed è arrivata seconda a un concorso di fiabe per bambini. Questo è il suo quarto lavoro. I precedenti libri sono (in ordine cronologico): Rompere gli specchi, Quanto l’universo!, Uno scatto e poi è amore. Si definisce pessimista e crede fermamente nel motto “la speranza è l’ultima a morire ma è la prima che ti frega”, anche se è sempre pronta a dare una mano o una parola di conforto agli altri. È un’inguaribile romantica e ama moltissimo scrivere storie d’amore nella speranza (vedi sopra!) che l’amore prima o poi bussi anche alla sua porta.

Presto la recensione e il link d'acquisto :)

Nessun commento:

Posta un commento