martedì 28 giugno 2016

Non posso stare lontana da te di Katia Anelli

TITOLO: Non posso stare lontano da te
AUTORE: Katia Anelli
USCITA: 2016
GENERE: Romanzo
EDITORE: Self publishing


Ciao Girls!
Katia Anelli è sempre in grado di creare grande aspettativa per i suoi romanzi, soprattutto quando il finale lascia sempre un po’ di amaro in bocca e la consapevolezza che un seguito è doveroso! Era stato così per il primo volume di questa sua trilogia e non può che essere così anche per questo.

Trama
Sono passati mesi da quando Monica è scappata, senza un motivo apparentemente valido, e Stefano è stato ferito quasi a morte. Le loro vite hanno preso direzioni diverse: a volte viaggiando su percorsi impervi, altre volte diventando dei veri e propri tunnel, dai quali sembra impossibile uscire. Sono entrambi prigionieri di una realtà che non li appartiene. Lei: una vita in costante pericolo. Lui: una vita di apparenza, la stessa alla quale si era sempre opposto. Non solo sentimenti e passione, in questo romanzo corale che costituisce il secondo capitolo della serie “Far Away”. Una spy story, ricca di colpi di scena, che vi terrà inchiodati fino alla fine. Chi è Monica? È davvero tutto finito tra Monica e Stefano?  Avranno una seconda opportunità? Il destino mescola le carte, ma sono gli uomini a giocare la partita. Come sempre, tutto è quello che è e niente è quello che sembra.







Recensione

Sicuramente ben scritto, si legge in maniera veloce con la voglia di arrivare alla conclusione in rapidità.
I colpi di scena non mancano e non sono rare le volte in cui si pensa di aver capito come la storia procederà e si viene colte di sorpresa di fronte all’ennesimo stravolgimento del racconto.
Rispetto al primo volume della trilogia devo dire che il ritmo del libro è sicuramente più incalzante, soprattutto grazie all’escamotage legato al traffico di armi che non risulta essere noioso e viene trattato con giusto equilibrio, senza lasciare che l’argomento annoi troppo, ma al contempo senza lasciare nulla al caso.
All’inizio si resta un po’ delusi dalle scelte di Stefano, personaggio su cui il lettore, fin dal precedente volume, aveva riservato simpatia, illusioni, sogni e immaginazione… ma l’autrice è in grado di mettere in scena un ribaltamento della storia non da poco, soprattutto quando si scopre che il matrimonio con la modella tutte curve non ha alcuna valenza. Riemerge così la storia d’amore tra lui e Monica.
A tenere banco questa volta ci sono Orazio e la tata di Nicola: molto carini i loro continui battibecchi, che vengono utilizzati, non di rado, come intercalari, anche se, personalmente, credo allontanino un po’ dal fulcro del racconto.
Rispetto ai precedenti scritti di Katia, aumentano le parti descrittive che comunque non sovrastano il testo, ma garantiscono una maggiore contestualizzazione del racconto.
La parte conclusiva del romanzo sembra far tornare tutti i tasselli al loro posto, garantendo quindi un perfetto epilogo in cui l’amore tra Stefano e Monica trionfa senza eguali… Ma l’autrice non poteva certo concludere così… Non sarebbe stato da lei. Ecco quindi che, proprio nell’ultimo capitolo, appare un altro protagonista (fin qui sconosciuto e innominato) che sembra conoscere bene Monica e…
E niente “To be continued…”








Nessun commento:

Posta un commento