sabato 18 giugno 2016

Giada. Un amore colpevole di Anna Chillon

Giada. Un Amore Colpevole
Anna Chillon
Autoconclusivo

Trama

Non ero pronta per lui, ma questo non gli importò.
Entrò come un tornado nella mia vita,
la stravolse spezzandomi il fiato
e mi rese donna,
a dispetto di tutto e tutti.

* * *

Il giorno del mio diciottesimo compleanno, spiando quel ragazzaccio condannato ai lavori socialmente utili, pensai che la vita stesse per sorridermi, lungi dall’immaginare cosa in realtà stesse per serbarmi. Qualcosa più grande di me mi avrebbe presto travolta, scossa alle fondamenta, gettando il mio corpo e il mio cuore in pasto a una persona con l’animo di un lupo selvatico. Per tutti sarebbe stato uno scandalo e una vergogna: nessuno avrebbe compreso, perché nessuno conosceva le molteplici verità che quel lupo era stato così bravo a celare.
Forse un cuore, seppur logoro, l’aveva anche lui.
E forse, se avessi lottato e ignorato le apparenze, prima o poi lo avrei scoperto.








Recensione:


Giada, ingenua 18enne, insieme alla sua amica Zoe, guardano di nascosto Simon, un ragazzo impegnato nei servizi socialmente utili…Bello come il sole, muscoloso, affascinante e con quell’aria di bello e dannato che le fa sciogliere solo nel vederlo…

“Simon si deterse il sudore della fronte con il polso, scosse la testa per liberarsi dei capelli umidicci che vi si stavano appiccicando. Non contento si levò il gilet arancione della divisa, sotto il quale la maglietta bagnata aderiva ai pettorali. Con nostra somma gioia tose anche quest’ultima, così che per una decina di secondi io e Zoe potemmo godere della vista del suo torace nudo, prima che rimettesse il gilet”.


Fantasticano su di lui, provando i primi turbamenti d’amore…Lui, manco a farlo apposta, è il nuovo vicino di casa di Giada per cui, vi lascio immaginare la sua gioia nel momento in cui se lo ritrova in casa invitato a cena insieme ai suoi genitori, dalla madre di lei.

La sua è una famiglia perfetta, figlia unica di genitori che si amano tantissimo, il tutto accompagnato dalla costante presenza di Vincent, il migliore amico del padre, un 43enne con cui lei ha un rapporto un po’ conflittuale, specie nell’ ultimo periodo…lui è pungente e burbero nei modi, la fa sentire una ragazzina e questo a Giada dà molto fastidio…

" Mi inquietava sempre il modo in cui era capace di passare da uno stato di derisione a uno di gravità assoluta. L’attimo prima mi faceva ridere e quello dopo mi metteva a disagio, tuttavia non riuscivo a fare altro che ribattere alle sue provocazioni. Più crescevo, meno sul serio mi prendeva e più ci beccavamo come vecchie cornacchie…"

Le cose si complicano nel momento in cui i genitori di lei, dato che ogni weekend, dovranno partire per la Toscana per motivi di lavoro, chiedono a Vincent di dare “ un’occhiata” a Giada…Lui accetta, sconvolgendo i piani della ragazza, che già pregustava interludi amorosi con Simon !!!! Se lo ritrova in casa nei momenti meno opportuni creando imbarazzo e rabbia, tanta rabbia, visto che non riesce ad avere quella benedetta intimità con il ragazzo!!!

E’ proprio nel modo di fare così dispotico di Vincent, che Giada inizia a provare qualcosa di nuovo…qualcosa a cui non riesce a dare un significato, avvertendo, inconsciamente, la sensazione che lui potrebbe essere la persona giusta con cui parlarne.

"Tuo padre non mi ha solo chiesto un favore, mi ha conferito anche l’autorità di impormi, sappi quindi che posso metterti in castigo quanto e più di lui. Ti consiglio di non sbagliare quando sei sotto la mia responsabilità," donna matura ", o scoprirai quanto severo posso essere come genitore."


 "Ero sicurissima fosse appena successo qualcosa...il mio cuore stava battendo in modo inconsueto"….

Questa è una storia che personalmente ho apprezzato tanto, ma penso anche che farà discutere per il modo in cui si evolverà tutta la vicenda. Il modo d’amare dei protagonisti, la grande differenza d’età la rendono una storia poco convenzionale, nel senso che, chi si aspetta un racconto fatto di fiori, cuori e amore, le tre paroline magiche che tutte le donne, o almeno la stragrande maggioranza, sogna di leggere, in questo libro, invece, si scontrerà con un amore vissuto ai limiti della legalità.

Vincent ama Giada in un modo carnale, la sente sua già da un po’ di tempo, ma, per il quieto vivere cerca di mettere a tacere quel demone che vive in lui, sapendo che nel momento in cui l’avrà tra le braccia, nulla sarà più come prima… Giada , a sua volta, avverte delle sensazioni mai provate prima, il solo sentire la sua voce quando la rimprovera e il suo sguardo accigliato, le rimescolano il sangue, come nessun ragazzo della sua età è mai riuscito a fare…Sente che c’è qualcosa di diverso in lei e la curiosità di sapere cosa sia, è troppo forte… Tra provocazioni, sguardi infuocati e battibecchi vari, tra i due scatterà la passione…inevitabile… e per lei non ci sarà più scampo!!! Diventerà donna nelle mani di Vincent, che la plasmerà come ha sempre desiderato, conquistandosi di diritto la sua anima e il suo corpo… totalmente Sua... 




L’autrice, Anna Chillon, scrive l’intero racconto in prima persona, è Giada che narra il rapporto tra lei e Vincent, molto profondi alcuni suoi pensieri che si alternano ad atteggiamenti puerili, tipici della sua giovane età ed inesperienza…Così come è affascinante la figura di Vincent, un uomo la cui maturità ed esperienza, rendono accattivante la lettura del libro...

Riusciranno i protagonisti a vivere la loro storia alla luce del sole,? Cosa succederà quando i genitori di Giada scopriranno la loro relazione? La storia, pagina dopo pagina, si arricchisce di eventi inaspettati, figure che ritornano dal passato e che rendono l'intera vicenda ancora più avvincente!!!!Non vi resta che leggere il libro per scoprirlo mie care Girls J

Ne consiglio la lettura per chiunque volesse addentrarsi in un racconto dove non esistono limiti di età per amare e limiti nell’amare…





9 commenti:

  1. Divorato in un pomeriggio.... bellissimo ....hai ragione mary merita 5 stelle...bella recensione

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione, voglio questo libro. Di primo acchito non mi aveva attirato molto, ma leggendo tantissime recensioni positive, fra cui questa, ho cambiato idea. Lo voglio! 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alexandra la risposta é sotto il mio post :)

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alexandra, felice di averti ulteriormente convinta a leggerlo :)

      Elimina
  4. Letto... mi ha lasciata di stucco xche all inizio pensavo che la storia fosse con saimon. ...poi invece.... si è ribaltato tuttooooo!!!!mi ha emozionato molto! !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara,ha emozionato anche me... è una storia fuori dagli schemi ma ricca di sentimento!!!!

      Elimina
  5. Amo come scrive la Chillon, non ti annoia mai ed anche questa volta è riuscita a tenermi incollata al libro ..all'inizio di questo libro avevo il terrore che Giada si mettesse con Simon ...ma quando è entrato in campo Vincent non ce ne è stato più per nessuno..Simon chi?? ;-)

    RispondiElimina