lunedì 25 aprile 2016

Ritrovarti ancora di Estelle Hunt


Trama

Duecento dollari. È quanto ha pagato Rachel per acquistare un biglietto di sola andata verso l’ignoto, dicendo addio per sempre a Baton Rouge. Quella notte si è lasciata alle spalle il degrado e l’ambiente ostile che l’hanno vista nascere. New York la spaventa e la affascina, ma lei è giovane e tenace, soprattutto ha fiducia in se stessa.
Alexander l’ha iniziata all’amore, le ha dato speranza e le ha fatto credere nelle nuove opportunità. Poi le ha tolto tutto, coprendola di menzogne.
Rachel non avrebbe mai pensato di poterlo incontrare di nuovo, eppure l’uomo che la guarda con astio e derisione non può essere che lui.

Otto anni sono sufficienti per dimenticare la donna alla quale si è donato il proprio cuore. È quello che si ripete Alexander ogni giorno da quando ha visto sparire Rachel dalla sua vita. Trovarsela di fronte in un ristorante di Manhattan e accorgersi che i sentimenti che provava per lei sono immutati è un duro colpo.
Lei gli ha sottratto qualcosa di molto prezioso, lui farà di tutto per riprenderselo, usando ogni mezzo, lecito o no. Alexander desidera solo vederla annientata, distrutta.

Rachel non crede più nell’amore, Alexander vuole vendetta.

Un uomo e una donna, due mondi distanti, un solo grande amore.





RECENSIONE

La prima cosa che salta all'occhio in questo libro è la cover, stupenda!!! Poi leggendo la sinossi non si può che non restarne affascinati, cosa che è successa a me e che mi ha portata a fare le ore piccole per leggerlo sino alla fine!!! La figura dominante di tutto il racconto è Rachel, una ragazza bellissima di 17 anni, dal particolare colore di pelle dovuto ad un miscuglio di razze diverse, creolo, cheyenne e colombiano, dai lunghissimi capelli scuri e dagli occhi verdi. Vive in una roulotte con la madre, una tossica prostituta che sin da piccola non ha fatto altro che elargirle schiaffi ed umiliazioni, umiliazioni che l’accompagnano quotidianamente anche a scuola, vittima del pregiudizio degli altri perché mulatta e per la vita degradante che è costretta a vivere. Un bel giorno però, incontra Alexander, un uomo affascinante nei modi e nell’aspetto. E’ amore a prima vista … Rachel vede in lui quella luce che rischiara le sue giornate buie e tristi,  le ruba il cuore e la purezza, diventando donna nelle sue mani… ma, mentre Rachel racconta tutto della sua misera vita, Alexander ha un comportamento sfuggente, non è sincero fino in fondo con lei ma è innegabile l’amore che prova nei suoi confronti… Tutto sembra andare per il verso giusto fino a quando un giorno, inaspettatamente, qualcosa sconvolgerà la vita dei due… e porterà Rachel a sparire nel nulla...



Alexander la ritrova casualmente 8 anni dopo, nel ristorante di lusso dove lei lavora come cameriera, bellissima come sempre… Ma se sperate di vedere abbracci, baci e lacrime per il loro ritrovamento ebbene, sono costretta a darvi un’amara delusione…Tra i due gli unici sentimenti che emergono sono odio e rancore, specie in Alexander che assale verbalmente Rachel, davanti a tutti i suoi colleghi e amici, ridicolizzandola e umiliandola.

E qui è scoppiato il mio odio nei suoi confronti…giuro che leggere quelle cattiverie sono state per me peggio di un pugno nello stomaco!!! Lui però, vuole scoprire qualcosa di più sulla sua vita, dove vive, se è sposata o meno, cos'ha fatto negli anni in cui è sparita , così le mette alle costole un investigatore…Quello che salterà fuori lo renderà una belva furiosa, accecata dall’odio e assetata di vendetta per riavere quello che lei gli ha sottratto, a sua insaputa, 8 anni fa… Rachel viene messa con le spalle al muro e costretta a cedere le armi per quella battaglia che prova a combattere in maniera così estenuante …e qui, non mi vergogno a scriverlo, ho pianto per la pena infinita che mi ha fatto… La guerriera che era in passato si trasforma in una donna sconfitta. che si umilia, arrivando ad inginocchiarsi ai piedi di Alexander, implorando un perdono che lui non ha nessunissima intenzione di concederle…non c’è per lui alcuna remissione di peccato (non potete capire quanto ho odiato Alexander in questo punto della storia!!!). Rachel racconta la sua versione dei fatti, di quello che successe anni fa, ma lui non le crede e le dà della bugiarda traditrice e a nulla valgono i tentativi di lei nel cercare un chiarimento. La fortuna, una volta tanto però, gira dalla parte della ragazza, così , grazie ad una figura che riemerge dal passato, tutti i nodi vengono al pettine e la verità finalmente svelata… Questa volta toccherà ad Alexander prostrarsi ai suoi piedi col capo cosparso di ceneri…lei lo perdonerà?? La passione e l’amore mai sopiti tra di loro potranno finalmente venire alla luce?

Questa è una storia che emoziona, che ti lascia col fiato sospeso e non posso che complimentarmi con la scrittrice per aver descritto così sapientemente, gli stati d’animo dei personaggi, tanto che non si può non immedesimarsi in loro… si soffre, si piange, ci si dispera ma si sogna pure…perchè alla fine la speranza che tutto possa risolversi nel migliore dei modi, non ci abbandona sino alla fine del libro.

Estelle Hunt è stata una piacevolissima sorpresa per me, il suo modo di scrivere così elegante e per niente volgare mi ha conquistata e, quindi, le 5 stelline sono meritatissime!!!!


2 commenti: