martedì 26 aprile 2016

Non tutti gli uomini vengono per nuocere di Federica Bosco

TITOLO: Non tutti gli uomini vengono per nuocere
AUTORE: Federica Bosco
USCITA: 2013
GENERE: Romanzo
EDITORE: Mondadori
COLLANA: Omnibus


Ciao Girls!
Anche questa volta colpisce e affonda! Se avete voglia di un libro leggero, simpatico, accattivante, lasciatevi condurre da Federica nella sua storia.


Trama
Avete presente quei momenti della vita in cui qualcosa inizia a non funzionare, e in un attimo sembra trascinarsi dietro tutto il resto? Ecco, prendete Cristina: per una diabolica serie di coincidenze nel giro di ventiquattr'ore perde il lavoro, la casa e il fidanzato. E se pure non c'è dubbio che certi fidanzati sia meglio perderli che trovarli, scovarne uno decente dopo i trent'anni sembra un'impresa più disperata che cercare un lavoro. Così Cristina si ritrova a vivere con il fratello e i genitori, a dover fare "l'inviata imbranata" in una trasmissione televisiva in diretta nazionale... e, come se non bastasse, a scoprire che il giovane medico del pronto soccorso che sin dal primo incontro l'ha folgorata è una meta irraggiungibile.












Recensione
Ci sono quei periodi nella vita in cui tutto, ma dico tutto, fila storto!
Ecco, Cristina vive quel periodo lì. Nel giro di poche righe si ritrova senza amore, senza lavoro e senza casa. Forse l’universo si sta accanendo contro di lei? Probabile!
La sua famiglia è la classica famiglia del Mulino Bianco: i suoi genitori sono sposati da anni, ma si adorano ancora come due adolescenti alla prima cotta, e il fratello gemello Luca è il figlio ideale: alle prese con il conseguimento della terza laurea, presumibilmente gay…
Lei, prima di restare disoccupata, lavorava come assistente di una presentatrice di una piccola televisione locale: Rossana. Donna rigida, e un tantino pazza, meticolosamente attenta al suo aspetto fisico, tant’è che preferisce il chirurgo plastico al parrucchiere.
La narrazione esordisce con lei al pronto soccorso, dove conosce Marco Montecchi, il dottore della quale si innamorerà perdutamente. L’unico neo? Marco, come tutti i sensibili adoni disponibili al mondo, è impegnato e, come nei migliori dei copioni, Cristina si ritroverà ad entrare in amicizia con Stefania, compagna storica del suo bel dottorino.
Da qui parte il tentativo di Marco e Stefania di far mettere insieme Cristina al loro amico Alberto, ben lontano dall’immaginario di uomo ideale di Cristina.
Inizialmente la nostra protagonista fa di tutto per accettare quella situazione, ma il suo interesse è innegabilmente rivolto verso Marco.
Approfondendo la conoscenza con Marco e Stefania, Cristina si accorgerà che la loro relazione non ha fondamenta così solide come si potrebbe supporre…
Il finale… Beh, dopo esservi perdutamente innamorate di Marco e dopo aver cercato in lungo e in largo un uomo che possa, anche lontanamente, assomigliare a lui fra tutte le vostre conoscenze maschili (ovviamente non trovandolo!)… Godetevi il, meritato, lieto fine!

Come per gli altri libri di Federica il personaggio femminile è narrato con esilarante capacità descrittiva, senza annoiare il lettore in nessuno momento!
Marco è celestiale! Esiste davvero un uomo così? Nei ringraziamenti in calce al testo Federica ci invita a credere di sì… Ma temo che, ahimè, saremmo costrette a ritrovarlo tra le righe di un altro dei suoi libri!

Non sono rari i momenti in cui, leggendo la Bosco ci si ritrova a ridere. Lo stile narrativo è sempre frizzante, fresco, leggero, ammiccante… La comicità, la spontaneità, e la naturalezza con cui l’autrice narra la realtà è veramente strepitosa!

Anche questo, come tutti i lavori di Federica, si divora che è una meraviglia!




1 commento:

  1. Ciao, sembra un romanzo molto divertente, mi sa che ci farò un pensierino ;-)

    RispondiElimina