mercoledì 27 aprile 2016

INDELEBILE di Julia B. Williams

INDELEBILE
di Julia B. Williams


      Trama

Minerva è una ragazza davvero singolare: vive a Genova da poco più di un anno, si mantiene lavorando come tatuatrice, si nutre di esperienze adrenaliniche e rifugge ogni tipo di coinvolgimento emotivo, godendosi il solo piacere fisico. Lara, sua migliore amica e coinquilina, teme che l’isolamento forzato la trasformi nell’ombra di se stessa perciò le propone di tornare a Panarea, l’isola della sua infanzia, l’isola in cui è stata felice. È la seconda estate che Alessandro trascorre a Panarea: il divertimento non manca, le ragazze fanno la fila elemosinando le sue attenzioni e il gruppo di amici con il quale trascorre la maggior parte del tempo è perfetto, o quasi. Che cosa potrebbe volere di più? Tutto cambia quando i loro destini si scontrano. Minerva è sconvolta dall’attrazione che sente nascere nei confronti di uno sconosciuto, e Alessandro è stranamente affascinato da una delle ragazze più ostili e indomabili che abbia mai incontrato. Ma che cosa nasconderà? Non si può fuggire per sempre, soprattutto su un’isola così piccola. Un racconto in cui passione e sentimento si rincorrono senza sosta. Un romanzo che insegna a credere nelle seconde occasioni e a sperare nel futuro.




 Recensione

La storia parla di una donna, caparbia, indomita, che porta alla perfezione il proprio nome … Minerva, dea della guerra, e come lei è una guerriera che non si ferma davanti a niente e a nessuno!!! Vive a Genova e fa la tatuatrice, un lavoro che ama molto e che le dà la possibilità di portare alla luce la sua vena creativa…Anche lei sfoggia dei tatuaggi, un ramo di fiori di ciliegio e un intricato susseguirsi di linee colorate le disegna il corpo. Minerva è una donna enigmatica e sfuggente, carica di una rabbia che fa fatica a controllare, così, su consiglio della sua amica d’infanzia Lara, decide, insieme a lei, di staccare un pò la spina e di partire per l’isola di Panarea, luogo dove in passato trascorreva le vacanze…

Su questa splendida isola ritrova i suoi vecchi amici, ma anche visi nuovi e tra questi spicca quello di Alessandro...Lui è un uomo molto bello, prestante e suscita sin da subito l’interesse di Minerva…ma neanche lei passa inosservata…i suoi tatuaggi colpiscono al primo impatto, ma poi, passano in secondo piano perché è il carattere scontroso e ombroso ad avere la meglio!!!! Lei ostenta un’indifferenza che fa uscire di testa Alessandro che a sua volta la punzecchia, la stuzzica…L’attrazione tra i due è innegabile e a nulla serve l’arroganza con cui Minerva lo tratta, perché alla fine cederà le armi e la passione tra di loro scoppierà inevitabilmente!!!

  Minerva ha un modo tutto suo di rapportarsi con il genere maschile, lei prende senza dare se stessa fino in fondo, per lei il sesso è una valvola di sfogo, un modo per scaricare quella tensione, quell' insoddisfazione che non l'abbandonano mai, e quando in Alessandro, vede la persona, capace di tenerle testa, viene travolta da un vero e proprio terremoto emotivo!!! Alessandro, d’altro canto, si accorge sin dall'inizio che Minerva è una ragazza problematica, i suoi sbalzi d’umore, i suoi scatti d’ira così repentini, le sue azioni al limite del pericolo, sono subito saltati all'occhio…ma la ragazza nonostante tutto, l’affascina tantissimo e in qualche modo cerca di capire il perché dei suoi atteggiamenti...di cosa le passi per la mente in quei momenti in cui si chiude a riccio...

Minerva, si porta dietro un passato che l’hanno resa la donna che è, una donna che non vuole legami affettivi, un donna incapace di provare amore…  che infligge una sorta di punizione verso se stessa, come se il fatto di amare non le fosse dovuto… Perché tutto questo?? Quali sono i demoni del passato che la perseguitano?? Riuscirà Minerva a sconfiggerli e a vivere finalmente serena e senza rimorsi???


Conoscevo già il modo di scrivere di Julia B. Williams avendo letto la splendida duologia dei Frammenti e, come volevasi dimostrare, anche questa volta, leggendo il suo ultimo lavoro, Indelebile, ho provato lo stesso coinvolgimento emotivo!!! L’autrice possiede un grande dono, riesce a farti rivivere le emozioni, le sofferenze e le gioie dei protagonisti… descrive i paesaggi dell’isola di Panarea così dettagliatamente tanto da sentirne quasi l’odore del mare e il calore del sole, rendendoci spettatori consapevoli degli incontri infuocati tra Alessandro e Minerva, senza cadere mai nella volgarità. Indelebile non è una storia che parla solo di dolore, quel dolore che annienta i sentimenti, che incattivisce verso gli altri e verso se stessi, ma parla anche di rinascita e di quella consapevolezza che alla fine ti porta a comprendere che bisogna accettare ciò che il destino riserva senza colpevolizzarsi…E sarà proprio Alessandro a farle capire con il suo amore tutto questo…certo non sarà facile, e come infatti nel racconto assisteremo a delle situazioni che mineranno il loro rapporto già così instabile !!! Una girandola di emozioni vi terrà incollati al libro sino alla fine!!!! Vorrei terminare questa mia recensione, con un passaggio che a mio avviso racchiude pienamente il senso e la bellezza di questa storia…

”Ho provato a cancellarti Mina, il problema è che non volevo farlo…sei indelebile come un tatuaggio che ti accompagna per la vita…indelebile come un bel ricordo che non hai intenzione di dimenticare…indelebile nei pensieri, indelebile nei gesti…”

Tutte per te Julia :) !!!

Nessun commento:

Posta un commento