giovedì 26 marzo 2020

Lucky di Carina Adams

Lucky

di Carina Adams
Sport Romance
286 pagine
Self
Lingua originale Inglese
Autoconclusivo

Trama:

Ricominciare da capo, con una nuova carriera in una nuova città, non era quello che volevo fare prima di compiere trent'anni. Quando il mio migliore amico è venuto a tirarmi su di morale, ho fatto come voleva lei. Le ho promesso che mi sarei preso un'ultima sera per scatenarmi e divertirmi prima di abbracciare il mio futuro.
Un barista sexy come il peccato, e il la più calda delle sveltine mai esistite, non faceva parte del mio piano. Né era il feeling che avevamo. Non avevamo nulla in comune se non lo stesso senso dell'umorismo e una scintilla che nessuno poteva ignorare. 

Eppure il destino ha continuato a spingerci insieme. 

Lucky era l'intero pacchetto: intelligente, atletico e gentile, era l'eroe del calcio nella nostra piccola città universitaria. Un ragazzaccio con la parlantina sexy, che poteva avere qualsiasi donna desiderasse. 
Nonostante tutte le nostre differenze, quella donna ero io. A volte, nonostante le probabilità, tiri i dadi e segui il flusso. Perché l'amore ne vale la pena. E questa potrebbe essere la mia occasione fortunata.

"Una notte sto cavolo."




La copertina indicava una bella storia secondo me. Sono giorni che leggo solo Sport Romance. E questa lettura doveva essere mia! Comprato subito e ... Wow.
Da una botta e via non pensavo potesse nascere una bellissima storia d'amore. Per certi versi mi viene in mente Gabriel's Inferno. Prof e Alunno, ma invertiti. Ma sempre molto dolci.

Sunny e Chance si conoscono in un bar e subito scintille e sesso strpitoso. Poche settimane dopo la notte infuocata, scoprono che Sunny é la prof di Chance. La relazione inizia segretamente ma una ex si mette in mezzo e rischiano entrambi la carriera.
Più leggevo e più volevo continuare a leggerli. Volevo conoscerli meglio, sapere cosa facevano, entrare nelle loro vite. Scoprire molti segreti. E poi sono arrivata alla Fine. Un HEA scontato ma meritato! Entrambi i personaggi hanno storie belle e intense. Problemi che non vogliono raccontare a tutti, ma che stranamente si confidano a vicenda, perché la sintonia che hanno è unica per entambi. Non si aspettavano questa intesa dopo solo una notte di sesso infuocato.

La storia è basica, senza grandissime pretese. Le scene di sesso ben decritte e mai volgari non sono molte e forzate. Anzi. Si mischiano bene con i momenti di storia semplice della loro vita.
Consigliato a che ama leggere storie tra alunni e prof, molto romanzate, e senza ansia o colpi di scena giganti. Non lascia con il fiato sospeso, ma lascia il segno per il romanticismo! I punti di vista dei due personaggi aiutano a capirli meglio ed entrare ancora di più in sintonia con loro.

Massimo dei voti per me.


mercoledì 25 marzo 2020

Eichmann - dove inizia la notte di Stefano Massini

Eichmann - dove inizia la notte

di Stefano Massini
Narrativa Storica
Autoconclusivo
Fandango Libri
114 pagine

Trama:

Nel 1960 viene arrestato in Argentina Adolf Eichmann, il gerarca nazista responsabile di aver pianificato, strutturato e dunque reso possibile lo sterminio di milioni di ebrei. Dai verbali degli interrogatori a Gerusalemme, dagli atti del processo, dalla storiografia tedesca ed ebraica oltre che dai saggi di Hannah Arendt, Stefano Massini trae questo dialogo di feroce, inaudita potenza. Il testo è un atto unico, un’intervista della stessa Arendt a colui che più di tutti incarna la traduzione della violenza in calcolo, in disegno, in schema effettivo. In un lucidissimo riavvolgere il nastro, Eichmann ricostruisce tutti i passaggi della sua travolgente carriera, dagli albori nella piccola borghesia travolta dalla crisi fino all’ebbrezza del potere, con Hitler e Himmler raccontati come mai prima, fra psicosi e dolori addominali, in un tripudio di scuderie, teatri e salotti. Da una promozione all’altra, in un crescendo di poltrone, prestigio e denaro, si compone lentamente il quadro della Soluzione Finale, qui descritta nel suo aspetto più elementare di immane macchina organizzativa: come si sperimentò il gas? Quando fu deciso (e comunicato) l’inizio dello sterminio? Come si gestiva in concreto l’orrore di Auschwitz? Ed ecco prendere forma, passo dopo passo, una prospettiva spiazzante: Eichmann non è affatto un mostro, bensì un uomo spaventosamente normale, privo di alcun talento se non quello di trarsi d’impaccio, capace di stupire più per la bassezza che per il genio. Incalzato dalle domande della filosofa tedesca, egli si rivela il ritratto squallidissimo dell’arrivismo, della finzione, del più bieco interesse personale, ma niente di più. È mai possibile che l’uomo più temuto da milioni di deportati, il cui solo nome incuteva terrore, fosse un essere così vicino all’uomo medio? Contraddittorio, superficiale, perfino goffo, Eichmann assomiglia a noi più di quanto si possa immaginare. Ma è proprio qui, in fondo, che prende forma il male: nella più comune e insospettabile piccolezza umana.





Eh niente… Sono follemente innamorata di quest’uomo, pur non conoscendolo mai abbastanza.

Sono sincera che in passato non mi ero mai addentrata nelle sue opere, e mio malgrado, sono arrivata a conoscerlo solo attraverso il piccolo schermo: resto esterrefatta quando ascolto i suoi interventi settimanali a Piazza Pulita e ammiro la sua ineccepibile capacità di narrare storie (anche quelle degli ultimi – soprattutto quelle degli ultimi) attirando l’attenzione dell’ascoltatore che, nell’arco di cinque-dieci minuti, viene inondato di emozioni!

La sua potenza sta nella semplicità delle parole e nella profondità dei concetti.

Nel chiudere questo libro mi sono resa conto che non avevo sufficienti parole per descriverlo, per recensirlo, per commentarlo. Lo si può leggere e solo attraverso la lettura si è in grado di prendere consapevolezza di quanta lucidità vi è in queste righe che si dipanano come un dialogo tagliente tra due personaggi che lasciano di stucco il lettore.

Ovviamente non è un libro leggero o facile, perché l’attenta descrizione, che avviene per opera di Eichmann, della scelta della soluzione finale è una lama affilatissima che incide l’anima del lettore lasciandolo interdetto.

Mediante un ragionamento assurdo, che il lettore difficilmente accetta, ma che banalmente segue, l’ex funzionario nazista afferma che, di fatto, lui non ha ucciso nemmeno una persona. Con una lucidità allucinante, pericolosa e assurda, Eichmann afferma che il genocidio nazista su terreno tedesco sia stato fatto, tutto sommato, secondo logica e, quasi quasi, senza l’atrocità di paesi quali la Romania in cui, anche le persone comuni si sentivano autorizzate ad uccidere il vicino di casa solo perché ebreo.

Il libro si presenta come un’analisi tra due personalità nettamente contrapposte: da una parte uno degli attori protagonisti del genocidio, dall’altra la Arendt che ha tentato, invano, di spiegare il male e di trovare in una tragedia di tal portata quale il genocidio, un qualche fondamento di razionalità.

Trattandosi di un testo teatrale il libro si legge con particolare velocità e, non nego, che in più di qualche occasione sono tornata indietro, impegnandomi nella rilettura per cercare di comprendere ogni singolo dettaglio di una mente contorta e assurda come può essere quella di Eichmann.

CONSIGLIATO A…

Vi basta sapere che si legge alla velocità della luce e che è in grado di sconquassare emotivamente chiunque? Vi è sufficiente pensare che leggere su tali atrocità non è mai abbastanza? Lo consiglio a chi è appassionato di storia e a chi non lo!






martedì 24 marzo 2020

Eden City di Elisa Gavio

Eden City

di Elisa Gavio
Dramma Paranormal
Self
108 pagine
Autoconclusivo

Trama:

Lilith torna nella sua città natale, per vendere la casa paterna. Man mano che si avvicina alla città, sente crescere ansie e paure per un incontro che spera di non dover mai fare. Una persona che, lasciando Eden City, credeva di essersi lasciata alle spalle, chiusa in un cassetto profondo della sua vita. La vita ad Eden City, è andata avanti senza di lei, aggrovigliandosi, e Lilith deve fare i conti con quel passato che, credeva, non le appartenesse più. E che invece l'aspetta, con il suo carico di ricordi, di dolori, di parole non dette. Di tutte le persone che sperava di non incontrare, l'incontro con Eve è il più inatteso. Quello che dà il via a tutto.




Questa storia molto corta narra 15 giorni circa della vita di Lilith, una giovane donna che torna nella sua città natale, Eden City, per vendere la casa dei suoi genitori, ma arrivata lì si trova davanti una situazione a cui non era pronta. L'uomo che ha lasciato molti anni prima, Adam, è entrato in una setta e tutti i loro amici in comune si aspettano che lei lo salvi. Il solo problema è che lui non vuole essere salvato e la storia si complica ancora di più quando si conoscono i vari personaggi secondari tipo Elizabeth, la capa folle della setta, Eve, l'ex moglie di Adam e Gabriel, il fratello della migliore amica di Lilith.

Questa storia è un po' surreale ( è un paranormal? È un dark? Boh chi lo sa...) perché non hai una vera storia! Tutti i vari capitoli che compongono questo libro per me sono bacati e lasciano molti buchi di trama. Non capisci bene il ruolo dei vari personaggi, ne cosa li spinge a fare certe azioni che secondo me sono abominevoli, ma soprattutto non capisci lo scopo di Elizabeth, che secondo me doveva essere il personaggio principale visto che è lei che tira i fili della situazione!

Quello che mi ha più deluso, a parte le frasi e la composizione della storia che trovo molto basiche, è stato il fatto che non hai una vera fine perché quella che c'è, secondo me, è inesistente! Non capisci nulla, resti basita perché sei lì che ti chiedi che fine fanno tutti e poi pagina bianca. Il vuoto totale e l'assenza ti colpiscono.

È un libro autoconclusivo, con una storia che secondo me, se fosse stata sviluppata meglio, con un editing molto più approfondito (ci sono.una marea di errori, minuscole dopo i punti, tempi verbali scritti male... Ecc), poteva essere anche una bellissima storia Dark. Non ci metterei il romanticismo perché non ci azzecca nulla ma un bel Dark con una bella storia dietro sì!
Questi personaggi un po' oscuri, violenti e anche folli (perché certe azioni che compiono sono fuori dal mondo) meritavano di più.
Secondo me (e anche della blogger Mary) è da rifare completamente! Non capisco le varie recensioni a 5 stelle ... Forse sono io che mi aspettavo troppo, non lo so... CHI LO SA!



lunedì 23 marzo 2020

Infamous di L. J. Shen

Infamous

di L.J. Shen
Romance, New Adult, Dark
183 pagine
Serie: SI

Trama:

La vita di Melody Greene cambia completamente, quando a soli ventisei anni, la sua carriera di ballerina termina bruscamente per un infortunio.
Ora, di ritorno nell’opulenta cittadina californiana di Todos Santos, è costretta a trovarsi in fretta un nuovo lavoro e finisce per insegnare nell’elitario liceo della città.
Ma la All Saints High è il regno incontrastato di quattro ragazzi ricchi e viziati, venerati e temuti come dèi. E il cammino di Melody si scontra con il più incontrollabile e ribelle di loro, il figlio della preside, Jamie Followhill e il suo ricatto.
Jamie è ben lontano dall’essere un ragazzo senza esperienza, e da sempre è abituato ad ottenere tutto quello che vuole, con ogni mezzo e a ogni costo. Anche se ciò che desidera può portare rovina, scandalo e vergogna.

La relazione sconvolgente tra un'insegnante e il suo studente... chi sta corrompendo chi?
La storia di un amore proibito, graffiante e controverso.
La storia di una passione inarrestabile, capace di bruciare ogni convenzione.


Serie Sinners of Saint: 

#0.5 - Infamous 
#1 - Vicious 
#2 - Ruckus 
#3 - Scandalous 
#4 - Bane 




Oh my god... what are you Jaime?!?!?
Io lo amo. Lo amo. Lo amo.
Peccato non ci siano 10 stelle come voto perché questo libro merita un premio speciale!

Jaime è un giovane senza regole. Sua madre è la preside del liceo. A lui nessuno lo ferma. Lui prende quello che vuole. E vuole Mel... la sua prof... che è in debito con lui... tra ricatti, stalking e buon sesso... bhe... l'amore come può non sbocciare?

Troppo corto porca pupazza! Ad ogni pagina speravo venisse fuori qualcos'altro per non arrivare alla fine.
Questo libro è stato come leggere un porno... letteralmente un porno perché non ci sono filtri, non esistono limiti, i due personaggi non si vergognano! Sono prof e studente e in un batter d'occhio si trasformano nella coppia più porca che io abbia mai letto e ne ho letti di libri! Ne ho letti tanti ma questo è l'unico che mi ha dato voglia di leggerlo ancora e ancora e ancora e ancora... E sono sicura che mi comprerò il cartaceo nelle prossime settimane anzi li comprerò tutti perché ho amato i due personaggi E sapere che c'è una serie spin-off sui figli dei personaggi principali è Wow... Non vedo l'ora di leggerli!!!

Ho amato la scrittura fluida che ti trasporta tra le aule del liceo dove ogni cosa è permessa. La storia tra prof e alunno ha sempre avuto un qualche effetto su di me. Non so quale ma mi spinge a preferire questa categoria di romance. Sarà perché avevo una cotta per il mio prof e quando ho avuto una storia con lui all'università mi piaceva il rischio?? Sarà forse questo... oppure perché il rischio e la combattività dei personaggi è una potente droga per la lettura.

I complimenti per la scrittura di L.J. Shen sono d'obbligo! È una storia stupenda d'amore, di amicizia, di sesso, di speranza. Il dramma c'è anche se non è al centro. Ma chisseneee! Evviva Jaime e Mel!
Lo leggerò e rileggerò senza mai stancarmi!




domenica 22 marzo 2020

A pizza My Heart di Teagan Hunter

A pizza My heart

di Teagan Hunter
Romance
Self - Lingua Inglese
Serie Slice #1
257 pagine

Trama:

La maggior parte delle persone sarebbe probabilmente imbarazzata nel tornare nella propria città e di lavorare in una pizzeria dopo un brutto divorzio.
Non io. 

È a casa e ho un ultimo colpo per far sì che Wren Daniels mi veda più del migliore amico di suo fratello. 
Quando l'occasione di mostrarle ciò che è stato proprio davanti a lei per tutto questo tempo si presenta, la colgo, non trattenendo nulla questa volta. 

Wren pensa che stiamo fingendo, ma non c'è niente di falso nel modo in cui mi sento. 
Dopotutto, ha sempre avuto ... una fetta del mio cuore.


Serie Slice: 

#1 - A pizza My Heart 
#2 - I knead you tonight 
#3 - Doughn't let me go





Al contrario di Let's get Textual che mi ha deluso, questo l'ho adorato per la spensieratezza della storia così intensa! Ehhh ora capirete il perché.
Wren e Foster si conoscono da anni, ma le parole non capite dalla giovane fanno si che lui scappi dalla città con la ragazza che lo ha incastrato. Tornata da poco in città, la prima meta é la pizzeria della sua migliore amica. Wren.
Wren ci resta di merda quando lo vede seduto lì con una ragazza che non è sua moglie. E si chiede il perché.
Ma non solo. Oltre al chiedersi il perché lui è lì, si chiede anche perché diventa gelosa e lo sta fissando come io fisso la pizza, cioè con la bava alla bocca.
E da quel momento l'amicizia non è più amicizia.
I due diventano di più ma senza mai affrettarsi! La vivono la loro relazione come un esperimento.

Non è un libro impegnativo, e non tratta temi scabrosi ne che fanno piangere. Questo è un libro sulle seconde possibilità a suon di pizza e di battutine. Ma l'amore trionfa sempre soprattutto perché i due si rendono conto di provare sentimenti da anni, ma non le hanno mai dette ad alta voce perché non volevano rovinare tutto.
Circondati da persone che vedono meglio di loro la loro intesa, i due protagonisti si innamoreranno, trasformando una stupenda amicizia senza segreti, in amore!

Un bel libro che ho letto un due orette sotto il plaid in una giornata molto piovosa.
Adoro questo mood romance che scaturisce dalla lettura. Erotico al punto giusto.
I libri dove "amici-poi-innamorati" sono i migliori per me quando non so cosa leggere e questo mi ha mostrato la via :)

Il max dei voti è il minimo!!!



sabato 21 marzo 2020

L'infinito tra me e te di Mariana Zapata

L'infinito tra me e te

di Mariana Zapata
Sport Romance
Newton compton Editori
Autoconclusivo
512 pagine

Trama:

Vanessa Mazur sa che sta facendo la cosa giusta. Non ha alcuna intenzione di sentirsi in colpa per aver mollato. Il lavoro di assistente tuttofare di Aidan Graves è sempre stato un impiego temporaneo. Lei ha altri piani per il futuro, ha delle ambizioni, e di certo non comprendono il ruolo di fatina personale di una star del football. E allora perché quando Aidan si presenta alla sua porta, pregandola di ripensarci, Vanessa esita? Per due anni, l'uomo che le televisioni chiamano "il muro di Winnipeg" è stato il suo incubo: neanche un buongiorno al mattino, o un sorriso il giorno del suo compleanno. Era talmente concentrato sullo sport che sembrava non accorgersi nemmeno di chi o cosa lo circondasse. Cos'è cambiato, allora? Quello che Aidan chiede, per Vanessa è semplicemente incomprensibile. Dopo il modo in cui è stata trattata, lei desidera solo dedicarsi alla sua vera passione, il design, e lasciarsi alle spalle l'indifferenza. La perseveranza di Aidan sarà in grado di farle cambiare idea? In questo genere di partite, segnare un punto richiede pazienza, gioco di squadra e una buona dose di determinazione.




La storia di Vanessa e Aiden non son sicura mi sia piaciuta del tutto.
E' il primo libro che leggo di quest'autrice e ho dei dubbi immensi.

Vanessa è una colf per il giocatore di football Aiden. Ma un giorno decide di lasciare il lavoro perchè non si sente apprezzata. Dopo un mese lui torna per fargli la proposta di un matrimonio di convenienza. Lui deve ottenere il visto, ma non vuole una relazione fissa e impegnativa. E per dirla tutta come fa lui: LEI è LA SOLA CHE LUI VUOLE. LA SOLO DI CUI SI FIDA AL 100%.

Tutto andrà come previsto o l'amore sboccerà?
Con l'aiuto del loro amico Zac i due scopriranno che non tutto l'odio vien per nuocere e le apparenze ingannano!

Ehm allora per il 98% del libro son rimasta sconcertata e sempre sulle spine. Non sapevo dove andava a parare la scrittrice e avevo un presentimento che la storia andasse a rotoli.
Ho avuto per quasi tutta la lettura l'effetto soporifero della narrazione. La scrittrice faceva come una telecronaca di tutto quello che i due facevano e pensavano. Ho amato e odiato la storia.
Molti passaggi erano inutili (come sapere cosa mangiavano ad ogni pasto... sapere cosa pensano ogni secondo...) e l'ho trovato molto prolisso.
Ma devo ammettere che non son riuscita a metterlo giù! La storia in se è stupenda e dolce, perché i due personaggi sono lineari e la storia non è buttata li a caso. Nasce e cresce su un lasso di tempo molto realistico. Non abbiamo sesso senza amore e questo l'ho apprezzato! E' stata una dolce storia d'amore senza ostacoli.

Perfetta come lettura per chi ama la lettura di una vera storia d'amore con la A maiuscola!
Certo, certi passaggi li ho saltati e in altri mi sentivo come immersa al 100% con Van e Aiden, ma non ho potuto rassegnarmi a lasciarlo. Era come una calamita!

Ne leggerò altri suoi??? Certo che si! Sperando sempre che non sia così lunga e dettagliata!




venerdì 20 marzo 2020

La matematica dell'amore di Helen Hoang

La matematica dell'amore

di Helen Hoang
The Kiss Quotient #1
Leggereditore
Romance, Erotico
256 pagine

Trama: 

Stella Lane pensa che la matematica sia l'unica legge che regoli l'universo. Nel suo lavoro si serve di algoritmi per prevedere gli acquisti dei clienti, e questo le ha assicurato più denaro del necessario ma l'ha privata di un minimo di esperienza con gli uomini. Non aiuta il fatto che Stella sia affetta da Asperger e che i baci alla francese le ricordino uno squalo che si fa pulire i denti da un pesce pilota. La soluzione per i suoi problemi è una sola: fare molta pratica, con un bravo professionista. Ecco perché assume un gigolò, Michael Phan, un vero esperto nel settore, che accetta di guidarla in un articolato programma di lezioni: dai preliminari alle posizioni più ardite. In poco tempo Stella non solo impara ad apprezzare i suoi baci, ma anche tutte le altre cose che Michael le fa provare, e la loro "insensata" collaborazione inizia ad assumere uno strano senso, tanto da insinuare in lei il sospetto che l'amore sia la logica da seguire...

The Kiss Quotient Series: 

#1 - La matematica dell'amore
#2 - Una sposa in prova 
#3 - The heart Principle (INEDITO IN LINGUA INGLESE E IN ITALIANO - USCITE NEL 2021)






Quando ho letto questo libro, è stato come immergermi nella vita amorosa di un misto tra Sheldon Cooper di TBBT e Kat di L'amore ha il suo prezzo. Una ventata di gioia e di novità. Non avevo mai letto un libro con un personaggio come Stella.

Lei è simpatica, unica, e vogliosa di imparare tutto sull'amore e l'attrazione fisica, per poter conquistare un suo collaboratore sul luogo di lavoro.

Assumendo Michael da un sito di escort, lei pensa solo di migliorare la sua vita amorosa e sessuale, ma le problematiche della sua situazione, faranno si che tutto quello che lei impara la allontani dalle sue aspettative e . Lui non cerca l'amore, lui vuole solo guadagnare di più per la sua passione e magari ingranare una sua azienda. Ma Stella è una ventata di novità e il suo charme nascosto lo faranno capitolare!

Ohh una bellissima storia d'amore che mi ha fatto versare delle lacrime perché anche se sono abituata al personaggio di Sheldon, non mi sono mai immedesimata o letto nella sua mente come qui. Non sapevo cosa provava, ma qui... qui leggi tutto! E scopri tutto quello che lei pensa. Vedi come la gente la tratta e come viene percepita dagli altri.

Lei è un personaggio forte, che sa cosa vuole e non teme di prenderselo, dicendo tutto senza filtri.
Michael è un uomo sicuro di se, fin quando non incontra lei e diventa una persona che impara cos'è l'amore e lo vuole scoprire con lei.

Una narrazione magnifica! Un amore stupendo! Dei personaggi unici...
Non so che altro dire... Mi sono appassionata e ne volevo di più! Quando il libro è finito mi sono messa a rileggerlo una seconda volta.. subito! E posso dirvi che non capita spesso.

Magnifico e realistico!
Il massimo dei voti!



giovedì 19 marzo 2020

The Outbreak di Francesca C. Cominelli - Review Party

 


Titolo: The Outbreak
Autrice: Francesca C. Cominelli
Editore: Self
Genere: Chicklit
Data di uscita: eBook 18 MARZO 2020/cartaceo 25 MARZO 2020
Formato: ebook/cartaceo/ disponibile anche in KINDLE UNLIMTED
Prezzo: 2,99€/15€ + omaggio
                                                                           
Trama

Fanny King è una producer ventinovenne ossessionata da unicorni e paperelle di gomma. È incastrata in una relazione senza sbocchi e - cosa peggiore - alla Owl, il canale per cui lavora, nessuno la considera all’altezza del suo ruolo.
Un giorno, però, grazie a un quadernetto fucsia e il ritorno di un uomo dal suo passato, le cose cambiano drasticamente, ma Fanny non capisce se per il meglio o peggio di prima.
Nathan Cohen, il miglior Executive Producer sulla piazza, torna alla Owl dopo essere sparito da Los Angeles e dalla vita di Fanny per sei anni.
Sei anni in cui la ragazza si è rifatta una vita, ha una relazione con la stella delle soap di Hollywood, Troy Jones, ma le manca l’entusiasmo, la scintilla che l’ha fatta innamorare.
Scintilla che l’intrigante e irriverente Cohen sembra farle riaccendere (o scoppiare) con un solo sguardo.
Riuscirà Fanny a resistere alla tentazione dell’Executive Producer o scoppierà con tutte le paperelle.




Ho ventinove anni, una passione smodata per gli unicorni e un fidanzato di successo che sembra non accorgersi di quanto la nostra storia stia affondando, una vita da red carpet, laureata con il massimo dei voti all’UCLA in scienze cinematografiche e, nonostante abbia trovato subito un impiego non ho realizzato nulla.


A parlare è Fanny King, che, dopo aver portato per tre anni smoothies dai gusti improponibili ai producer della Owil Chanel, prenotato lezioni di yoga e l’estetista per i chihuahua, finalmente, grazie all’aiuto del suo fidanzato, diventa assistant producer. Nonostante ciò, col passare degli anni nessuno sembra prendere in considerazione le sue idee, si sente sminuita nel suo lavoro, questo fino a quando, grazie al suo quadernetto fucsia, dove appunta tutto quello che pensa, trovato per puro caso dal suo capo, le cose improvvisamente cambiano piega…

Fanny in quel quadernetto aveva scritto le sue idee per un nuovo reality televisivo, idee che colpiscono molto positivamente il suo capo, tanto da offrirle la proposta di metterle in atto insieme al miglior executive producer sulla piazza, Nathan Cohen.
Nathan non è un volto sconosciuto per Fanny, sei anni fa, quando lei era una studentessa e lui un assistente universitario, ebbero una relazione molto intensa, relazione a cui Fanny aveva dato tutta se stessa, per essere poi, mollata con un semplice quanto banale post-it appiccicato su uno specchio, con su scritto “ E’ stato bello”. La ragazza ne uscì distrutta, anche perché credeva tantissimo in quella storia d’amore, per cui vi lascio solo immaginare con quanto astio e rancore accoglierà l’uomo. L’attrazione tra i due è alle stelle, forse anche più forte degli anni passati, Nathe è intenzionato a riconquistarla, ma non se la sente, per il momento, di rispondere alle domande che gli fa Fanny riguardanti la sua sparizione. Le chiede del tempo e di mollare il suo attuale fidanzato, ma la ragazza questa volta è ben intenzionata a portare avanti le sue decisioni, vuole la verità e solo a quel punto lascerà Troy.
La passione tra i due, inevitabilmente scoppierà e li porterà a delle scelte non facili e alquanto discutibili, tutto questo tra un’altalena di sentimenti, che vanno dall’amore all’odio, dalla passione all’indifferenza, dalla gioia alla rabbia più cieca. Fanny ha troppa paura di soffrire e innalza giorno dopo giorno, un muro difficile da abbattere per Nathe. Riusciranno, finalmente, a chiarire quanto si era lasciato in sospeso anni fa? E se una figura del passato, invece, comparisse sulla scena e mettesse i bastoni tra le ruote rischiando di rovinare tutto quello che faticosamente erano riusciti a costruire? Riuscirà Nathe a confessare a Fanny il suo grande segreto?

Care Girls, eccomi qui a parlarvi del libro di Francesca Cominelli, scrittrice a me nuova, lo ammetto, ma che mi ha piacevolmente sorpresa con questa storia che, potrebbe sembrare scontata, ma che invece non lo è affatto. Innanzitutto, Fanny, sta con due piedi in una scarpa, pardon, in una Louboutin, tenendo in attivo ben due relazioni, quella con Troy, il suo fidanzato, e quella con Nathan, cosa poco usuale nei libri che solitamente leggiamo, soprattutto se a farlo è una donna. All’inizio la cosa mi ha fatto un tantino storcere il naso, ma poi ho capito, man mano che leggevo, le sue motivazioni, per lo più dettate dalla sofferenza causata dall’abbandono di Nathe, che l’ha segnata in maniera indelebile, tanto da anteporre la sua carriera e la sua sterile, quanto comoda relazione con il suo egocentrico fidanzato, a qualsiasi altra cosa. Ho amato la tenacia di Nathan, la sua folle gelosia e la grande determinazione nel volerla riconquistare. Ho riso ai loro battibecchi e alle situazioni esilaranti che si vengono a creare in più di un passaggio della storia. Per non parlare dell’amica di Fanny, Alice, alias Campanellino, uno scricciolo di ragazza all’apparenza dolce e fragile, ma che si trasforma in una cazzuta leonessa per proteggere la sua amica del cuore, ad avercela un’amica così, per come la sostiene e la consola, ma soprattutto per quelle bellissime e sbrilluccicose paperelle vibranti che le regala nei momenti più tristi, e se non ti tirano su quelle…

Insomma, è stata una piacevole lettura che vi consiglio di leggere se volete passare dei momenti di allegria tra paperelle, unicorni e calzini diversi dai colori sgargianti …perché poi alla fine, i calzini spaiati non è vero non stanno bene insieme, anzi !!! E ve ne renderete conto leggendo questo spassosissimo libro.

Alla prossima Girls.